31 ottobre

ottobre 31, 2008

Giornata uggiosa come dice Battisti. E così in sede a parte i soliti non si vede molta gente: da annotare Flavio che prima guarda i Pokemon e poi cerca di insegnare a Mobutu come si gioca a solitario sul pc (con scarsi risultati). Le locandine e i poster per la presentazione del libro della Franca sono pronti e timbrati, quindi la prossima settimana tapezzeremo la città. Notizie dalla strada: c’è Sani (nostro amico indiano) che pare sia messo abbastanza male ed è ricoverato in ospedale, una dottoressa memore dei trascorsi ci ha avvistato e Gigi è gia stato a trovarlo..


29 ottobre

ottobre 29, 2008

Oggi si va per uffici a consegnare carte per l’associazione e per poste a spedire raccomandate. Poi a vedere se son pronte locandine e manifesti ma bisogna ancora pazientare. In sede tutto tranquillo, Max Flagello è in forma e non si esclude un prossimo ritorno anche qui sul blog, nel frattempo perde a carte con Gigi. Scriviamo in carcere ai vari amici e tra gli altri passa anche Ginetto con Cosimo (il suo cane per chi non lo sapesse) sofferente di aerofagia che ci costringe a spalancare finestre.. impressionante! 


La Pankina a Padova!!

ottobre 29, 2008

Palcoscenico importante per “La Pankina”: grazie al grande interesse dei Servizi Sociali del Comune di Padova Venerdì 7 novembre alle ore 20.45 verrà messa in scena presso la sala polivalente dell’Istituto Don Bosco a Padova, Via Camillo De Lellis (circa 400 posti). E’ la prima occasione di rappresentare il testo di Pino Roveredo fuori dalle “mura amiche” pordenonesi: un banco di prova anche per le future uscite a Napoli, in Svizzera e con ogni probabilità anche a Roma. Un’occasione da non perdere!

per info: 3396026060; 3487065292


L’Angelo di Charlie

ottobre 27, 2008

Ciao a tutti. ho trovato il lavoro per me. Sono in trattative per fare l’investigatrice…Sabato ero all’emisfero a vendere cocacola zerozero. Nella pausa io e l’altra promoter stavamo bevendo qualcosa e un signore che fa servizio antitaccheggio mi presenta il titolare di un’agenzia investigativa. abbiamo parlato un po’ e ci siamo scambiati i numeri di telefono. Io gli ho detto che sarei stata disposta a fare questo lavoro, anche part time. Mi è sempre piaciuto fare l’investigatrice: già da bambina guardavo Sherlock Holmes…Chissà quanti amanti scoprirò…a me, del resto, le intuizioni non mancano: beccavo sempre i miei ex a letto con le altre… l’ho sempre detto che ho un sesto senso per queste cose. Meglio buttarsi sul lavoro, visto che in questo periodo l’amore è un po’ spento , come l’autunno.

ciao giò


Incontro con Moni Ovadia

ottobre 27, 2008

   

Eccoci qua, con il grande Moni Ovadia. E’ stato un incontro veramente straordinario, uno dei più belli della storia del gruppo. La passione, la forza, la cultura di quest’uomo regalano a chi lo sta ad ascoltare energie nuove per continuare con maggiore determinazione battaglie che hanno bisogno continuamente di nuova linfa, di un fuoco che non si spenga di fronte alle difficoltà che continuamente si presentano. Le sue parole restano impresse perchè coerenti con una vita spesa per affermarle, anche quando risultano scomode perchè non seguono le mode del momento. Moni Ovadia le sostiene con la sua fisicità, non ha bisogno del consenso per credere in ciò che fa. Ed è una lezione per tutti sapere che si batte per qualcosa in cui crede, con l’entusiasmo di chi sicuramente non mollerà.

   


Ale Udin

ottobre 25, 2008

– Da quant’elo che i zoga?-

– Pena cominciada –

– Vara quanta sente –

– Ciote na carega e sentete par tera –

– Dai fame posto. Ma che maie gali? Quei che iè i nostri?-

– Quei che i core manco –

In una sala gremita all’inverosimile il colpo d’occhio non era male. Una moltitudine di facce con le loro moltitudini di espressioni tutte rivolte verso la scatola parlante ben in vista appena sotto il soffitto. Neanche una donna. Ci fosse Leggi il seguito di questo post »


24 ottobre

ottobre 24, 2008

Davide deve battere e stampare un curriculum, pare continuerà ad occuparsi delle nostre spazzature (è uno dei mitici operatori ecologici della città) cambiando semplicemente ditta. I filmati di Moni Ovadia non ne vogliono sapere di uscire dalla fotocamera.. in cooperativa dicono che si stanno attrezzando e ci renderanno partecipi. Per fortuna le buone vecchie foto “analogiche” non tradiscono e ora sono visibili a tutti in sede così come l’articolo di ieri del Messaggero Veneto dal titolo “Ragazzi della Panchina, storia da TV”… a presto il super post dettagliato!