Chi affronterà l’emergenza?

gennaio 31, 2012

Nonostante il freddo che ci sta attanagliando in queste ultime giornate, le attività dell’Associazione proseguono a gran ritmo. Purtroppo, non ci stancheremo mai di dirlo, a gran ritmo non avanzano i rapporti con i ragazzi che sono in città. Nel post intitolato “Rischio dispersione” avevamo denunciato quanto sta accadendo e tutto questo continua ad accadere. Ci troviamo con i ragazzi in città, nei parcheggi, ma chiaramente è tutto un altro lavoro rispetto a prima. Le solitudini continuano ad esserci e si fanno sentire con prepotenza. Molti dei ragazzi che vedevamo in sede ma che non facevano parte di nessun servizio, nonostante vivessero situazioni ed alto rischio, ora non si vedono più. Tutte le persone che avevano nella casa di Viale Grigoletti un punto di riferimento per sfogarsi, per ragionare, per prendere un respiro prima di ricominciare ad affrontare il “fuori”, ma con una storia non necessariamente da strada, ora sono irraggiungibili o quasi, ma non per questo hanno meno problemi, ma non per questo rischiano di non cadere in azioni e gesti deleteri per loro e per gli atri. Tutti quelli che poi vivono una disagio conclamato stanno crollando, fisicamente, psicologicamente. Fino ad ora non sono successi enormi problemi in città, fino ad ora… fino ad ora il freddo ha rintanato la maggioranze di loro, ma non resteranno in disparte per sempre… e poi?

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

AVVISO

gennaio 23, 2012

DOMANI, MARTEDI’ 24 GENNAIO, CI TROVIAMO NELLA SALA RIUNIONI DEL SERT IN VIA INTERNA 5.

IL DIPARTIMENTO, GENTILMENTE, A MESSO A DISPOSIZIONE QUESTA SALA PER TUTTI MARTEDI’ COSI’ POSSIAMO AVERE UN POSTO DOVE TROVARCI E PARLARE UN PO’ E ANCHE PER PENSARE TUTTE LE STRATEGIE POSSIBILI PER UNA SOLUZIONE A BREVE DELLA NOSTRA SITUAZIONE.

E’ IMPORTANTE PARTECIPARE PER RESTARE UNITI E FAR VEDERE IL GRUPPO COMPATTO, PIU’ SIAMO PIU’ ABBIAMO FORAZA.

DALLE ORE 14,30 ALLE 17,30 CI SI VEDE TUTTI I MARTEDI’, ECCETTO CASI ECCEZIONALI, ALLA SALA RIUNIONI DEL SERT IN VIA INTERNA.

VI ASPETTIAMO


Sciopero dei blog

gennaio 18, 2012

 

Oggi non scriveremo nessun pezzo perché c’è uno sciopero mondiale dei blog. La questione è legata ovviamente alla libertà di espressione. Come Panka ci siamo sempre sentiti liberi di esprimere le nostre opinioni e di pubblicarle. Purtroppo non è un diritto di tutti, mentre in realtà dovrebbe esserlo! Nella misura in cui non si offenda o si leda terzi, i blog sono mezzo e modo di espressione “fuori dal coro” e per questo rivestono un ruolo importante. In molti casi italiani e mondiali invece sono censurati, criptati, per non dare modo di far trapelare informazioni e notizie. A tutti questi noi ci uniamo, affinché abbiano anche loro, libertà di espressione e la libertà di informare.

Per ulteriori informazioni consultate questo Link:

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Comunicato_del_18_gennaio_2012


Buone notizie, poi il resto…

gennaio 17, 2012

Si apre la settimana con una buona notizia. L’ufficio da dove scrivo, qui in Itaca, ci è stato gentilmente concesso a tempo indeterminato! Cioè, la Coop ha deciso di trasferire in altri spazi coloro che occupavano l’ufficio precedentemente, per lasciare a noi la possibilità di rimanerci dentro, fino a quando non si trovi una valida soluzione alternativa, temporanea o fissa che sia. Direi un grandioso regalo da parte della Coop, un enorme gesto di affetto e di vicinanza nei nostri confronti, a scapito delle due persone che ora sicuramente dovranno affrontare dei piccoli disagi relativi al nuovo luogo di lavoro. Un grazie immenso anche a loro naturalmente! Per noi un sospiro di sollievo, una boccata di ossigeno vitale, permettendoci così di portare avanti con maggiore potenza e costanza tutto il resto. Un problema in meno da risolvere, che di sti tempi non è davvero poco! Come si dice, un passo alla volta…

Leggi il seguito di questo post »


Impressioni di gennaio

gennaio 13, 2012

Due ore e passa di salita, senza falsi piani o discese, sulla neve e con uno slittino a rimorchio dietro alla schiena da tirare ad ogni passo. Poca cosa dicesi visto che è  fatto apposta per scivolare, ma camminare con le mani libere e assecondare il passo è tutt’altra cosa, specialmente se in salita e per lunghi tratti. La “rampicata” in realtà è cominciata senza ufficialmente cominciare , le intenzioni erano quelle di andare un po’ su proprio per fare una scivolata verso il basso, ma poi con il discorso che più si sale e più si allunga la goduria della discesa.. “Va bene qui o continuiamo ancora?” Dopo un’occhiata in basso al punto di partenza.. “Un po’ più su dai”.
Il punto di partenza era a Valles, ridente e rinomata località montana che prende il nome dall’omonima valle, 1.353 m.s.l.m. in provincia di Bolzano. Lo slittinodotto partiva da uno spiazzo in cui si parcheggiano le macchine e ai cui piedi c’è una casupola di legno che funge da punto di ristoro bar “toiletten” (siamo in Alto Adige, capito mi hai?) e da noleggio di attrezzature varie per la neve. Gli slittini erano messi in piedi sulle code a disposizione di chiunque volesse sborsare tre euro per averne uno. Due sono diventati nostri, uno doppio e uno singolo, eravamo in tre. Poi, giubbotti chiusi guanti serrati e bareta fracada, siamo partiti fronte alla salita con l’intento di farci un baffo del falco Pellegrino indiscusso maestro delle picchiate.

Leggi il seguito di questo post »


Rischio dispersione!

gennaio 11, 2012

Giornata strana quella di oggi. Giornata dai mille risvolti ma anche dalle mille domande. In tema di possibili “news”, oggi ancora nulla di concreto. Stiamo cercando senza sosta soluzioni possibili per l’acquisto casa, maggiori le alternative e maggiori le possibilità di fare una scelta oculata, coerente, sensata. Senza sosta anche la ricerca di un ufficio. Qui in Itaca la disponibilità è massima, ma certamente anche loro hanno delle esigenze di spazio che sono imprescindibili e con il 30 Gennaio, rientrando a pieno regime il lavoro ed in pieno organico i lavoratori, dovremmo abbandonare la postazione attuale. Le alternative in questo senso, cioè trovare un ufficio, sono davvero pochissime e questo potrebbe risultare davvero drammatico. Drammatico nel misura in cui senza nemmeno una base, un luogo, una stanza, un appoggio dove poter portare avanti l’amministrazione, scrivere i post che leggete, fare le equipe interne che mai come in questo momento risultano indispensabili, sarebbe davvero pesantissimo.

Leggi il seguito di questo post »


Tutto quello che non uccide, fortifica!

gennaio 10, 2012

Passano i giorni con una velocità impressionante, soprattutto quando ogni giorno è scandito da una scadenza, quando l’ogni giorno non rappresenta una possibilità in più, ma 24 ore in meno. Ci rendiamo conto che è difficile esprimere il concetto, scriverlo, cercando di far passare la pressione che ci sentiamo addosso. Siamo entrati dentro una dimensione temporale strana, all’interno della quale tutto è a tempo: le rendicontazioni per il comune, le rendicontazioni per la regione, le domande per i finanziamenti del prossimo anno, l’ufficio da dove sto scrivendo, i soldi per l’acquisto della sede, trovare una casa di conseguenza, trovare un luogo dove incontrare i ragazzi, farlo prima che inizi a piovere, presentare dei progetti, presentare il lavoro dell’Associazione 2011, incontrare le forze dell’ordine prima che inizino “casini” in città, trovarsi in equipe per organizzare tutto quello che ho appena elencato… il tutto con i tempi e le scadenza altrui, di dirigenti, politici, impiegati, tecnici, venditori, responsabili, amici, ragazzi. Siamo nella necessità di dover portare avanti ciò che già c’è da un lato, di dover ri-costruire da un altro, di dover costruire dal nulla da un altro ancora e tutto questo nella più evidente precarietà, nella più assordante precarietà.

Leggi il seguito di questo post »