La Panka è proprio tutto questo!

Nel giorno di sabato 31 Dicembre 2011, succede in città a Pordenone che una persona si arrampichi su una gru, ferma per la giornata di festa, e che dall’alto denunci la sua rabbia e la sua frustrazione. Motivo? L’uomo riceve la mattina stessa, una comunicazione ufficiale che attesta delle irregolarità su documentazione inerente all’anno 2009 a che per questo motivo il lunedì successivo, il 2 Gennaio 2012, primo giorno disponibile per il ritiro della pensione, l’uomo non potrà ritirarla. La pensione che il protagonista di questa storia riceve ogni primo del mese, ammonta a circa 270 Euro. La pensione che riceve ogni primo del mese risulta essere anche l’unica entrata mensile che l’uomo ha. La notizia gira in maniera veloce perché il nostro amico resta sulla gru per circa due-tre ore nel pomeriggio.

Sulle radio ed in tv, i giornali hanno tempi diversi, esce subito un breve comunicato che l’uomo si arrampica sulla gru per protestare sulla chiusura della sede dei Ragazzi della Panchina. Rispettando il finire della giornata del 31 nessuna chiama noi dell’associazione, ma i telefoni cominciano a squillare in tarda mattinata del 1 Gennaio 2012 per chiedere lumi. Noi ovviamente non ne sapevamo nulla, concentrati più che altro a smaltire i festeggiamenti del passaggio al nuovo anno e via a telefonare al provetto scalatore, perché in effetti lui è uno dei nostri! Appurata la natura del gesto, ritelefoniamo ai giornalisti vari per dare la versione dei fatti e per concedere, dopo aver ottenuto la diponibilità, il numero telefonico dell’interessato affinché si sentissero direttamente tra loro. Gli articoli sono disponibili sui giornali di ieri. Per dovere di cronaca, lunedì il nostro uomo ritira la sua pensione regolarmente, perché la comunicazione della sospensione risulta essere stata un errore o comunque risulta possibile erogare la pensione, come poi in effetti è stato fatto. A questo punto due le considerazioni: siamo diventati così tanto importanti che ogni “casino” che nasce in città, con firme da tossico, è da attribuire alla mancata sede dell’Associazione? Fosse così, questo ci lusingherebbe! O che ci sia la paura che senza la sede e con i perpetuarsi dei giorni “senza fissa dimora”, i ragazzi da “capaci di gestire la situazione di precarietà” diventino capaci di proteste plateali? Fosse così, questo ci dispiacerebbe. Volendo credere alla prima versione restiamo sul lusingato. Ma il dato più acuto risulta essere il gesto in se, la sue genesi. “Non posso ritirare 270 Euro lunedì, non posso ritirare la mia pensione di 270 euro al mese, sono in giro in città e non avrò 270 euro tra due giorni, incontro una gru lungo la mia strada, ci salgo cazzo, perché tutti sappiano, ci salgo per Dio, che senza 270 euro sono perso, finito”. Non so se riesco a far passare l’idea.. l’idea di quello che è nascosto, che si cela, che contiene, che sta dietro, a quelle 270 euro. Questo uomo è riuscito a fare tutta una serie di conti, di possibilità di spesa, di pagamenti, di saldo di debiti, avrà pensato alle sigarette, alle birre, al cibo e tutto contando sulla sua misera pensione che, per quanto misera, è tutto quello che ha. Una lettera, il suo mondo crollato, la vista di una gru, una possibile, tra tante possibili, soluzioni, probabilmente la migliore che potesse prendere, tra le tante. Bene, questo uomo è lo stesso che è intervenuto alla serata che come Associazione abbiamo organizzato all’Ex convento di San Francesco a Pordenone in data 9 Dicembre 2011. Volete sentire cos’ha detto Franco? Cercate sul blog nella sezione di Dicembre 2011 e troverete il filmato del suo intervento. Una perla davvero e per chi era presente, un momento da ricordare. La panchina è proprio tutto questo! Le persone che ci lavorano dentro, sono tutto questo! Capaci di organizzare eventi sublimi, di proporre sul palco persone geniali, con una immensità di cose da poter dire e con una capacità rara di saperle raccontare e poi… a distanza di qualche giorno o di qualche istante, capaci di andare a recuperarle, da sopra una gru o da dentro qualche vuoto.

Annunci

One Response to La Panka è proprio tutto questo!

  1. pensareconipiedi ha detto:

    Giusto per sdrammatizzare, le gru vanno di moda! Scherzi a parte, sono contento per Franco che ha risolto la sua soluzione. In merito all’articolo, complimenti, tocca tutte le sfumature di questo periodo. Buon anno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: