EVENTO TEATRALE! VENERDI 22 GIUGNO 2012

Vi invitiamo a partecipare alla rappresentazione teatrale intitolata “La Legge è Uguale per Tutti?” scritta dal regista e scrittore Pino Roveredo ed interpretata da ragazzi, consumatori e non, del “Laboratorio Teatro” dell’Associazione I Ragazzi della Panchina, in collaborazione con il Dipartimento per le Dipendenze della Provincia di Pordenone.

La commedia verrà recitata all’interno della sala dell’Ex Convento di San Francesco, in Piazza della Motta a Pordenone, in data Venerdì 22 Giugno alle ore 21 con ingresso gratuito.

Si è inoltre riusciti a coinvolgere nuovamente il carcere cittadino, facendo partecipare dal vivo alla rappresentazione un detenuto, che già aveva precedentemente preso parte al progetto.

Il 2012 è per l’Associazione un anno dai confini e dalle prospettive incerte, viziato dallo sfratto subito nel Dicembre 2011. In tutti i successivi 6 mesi di lavoro svolto senza la possibilità di avere un luogo di accoglienza per i ragazzi in difficoltà, l’Associazione ha dovuto far fronte a difficoltà enormi, sia in termini di efficacia lavorativa, sia in termini di equilibri interni. La sopravvivenza è stata garantita dalla Coop Itaca, che ci ha dato la possibilità di poter usufruire di un ufficio all’interno dei suoi locali in Vicolo Selvatico. Nonostante questa grave situazione, ci siamo sempre sforzati di mantenere i contatti con i ragazzi in strada, di mantenere alta la tensione verso la risoluzione di un problema che non riguarda solo l’Associazione ma tutto il territorio della città di Pordenone. Grazie al “Laboratorio Teatro” ed alla realizzazione del giornale “Libertà di Parola”, portati avanti con fatica e solo grazie alla vicinanza del Ser.T di Pordenone, ci siamo potuti spendere sia con i ragazzi che verso la città attraverso la cultura, come volano di idee e prospettive. Da qui la forza di proporre, nonostante tutto, un evento cittadino gratuito e di spessore sociale immenso come la rappresentazione teatrale che stiamo promuovendo.

Per noi avere un approccio etico alle problematiche delle dipendenze significa proprio questo: agire secondo una logica non rivendicativa e non basata su vantaggi materiali ma relazionali, porsi nella prospettiva di un cambiamento in termini non personali e settoriali ma comunitari e culturali. Questo è un esempio di cambiamento di prospettiva, una piccola grande “rivoluzione” di cui siamo quotidianamente umili ma fieri promotori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: