Il nulla non fa eco..

Inizia questo nuovo mese, penultimo dell’anno, con un clima atmosferico davvero pesante come pesante è la situazione che l’Associazione continua a sostenere nonostante le innumerevoli attestazioni di stima e di affetto che da ogni dove riceviamo. Situazione pesante che da tempo, da tropo tempo ormai, continua ad essere legata all’apertura della sede temporanea in via Selvatico. Tra una decina di giorni saranno 11 i mesi di attesa, 11 i mesi sui quali abbiamo camminato con leggerezza, battendo i piedi, fermandoci, mettendoci a correre, alla ricerca di risposte serie, di prese in carico effettive, di “chiavi in mano”, ma per quanto ogni mese la soluzione sembri essere ed un passo, l’orizzonte inspiegabilmente si allontana. Stanchi ed arrabbiati, sono le emozioni che in questo momento ci rappresentano maggiormente. I ragazzi sono stanchi ed arrabbiati..

anche perché in questi ultimi mesi sono morti in due “dei nostri”: il primo per una malattia che portava avanti da anni ma, ormai da 11 mesi rinchiuso a casa, non siamo stati in grado di sostenerlo come facevamo negli scorsi anni, siamo stati impossibilitati ad esserci come la situazione meritava e se n’è andato nell’anonimato più stridente, con un funerale nascosto, indifferente. L’altro se n’è andato 15 giorni fa per scelta.. scegliendo una corda che senza anima non poteva far altro che il suo mestiere, sostenendo senza lacrime quel peso di una vita stanca ed arrabbiata. E’ iniziato l’inverno, i ragazzi  l’hanno ritrovato lì dove l’avevano lasciato 11 mesi fa, al freddo, sotto la pioggia, senza un’alternativa reale, senza un tragitto da poter compiere, senza la speranza di un cambiamento, ma sempre con tanta stanchezza, con tanta rabbia. E dire che fino a 11 mesi fa un’alternativa c’era, un tetto c’era, una strada percorribile oltre a quella verso il Ser.T o il bar c’era, ed era solida, ci si poteva aggrappare nei momenti più difficili, non serviva appendersi. 11 mesi, che sono come 11 vite una di seguito all’altra, tutte diverse, tutte in peggio, tutte senza futuro, tutte stanche, tutte arrabbiate, tutte sole. Basterebbe davvero poco per cambiare molto ed in meglio, ma si sceglie il nulla, forse perché il nulla non fa eco.

Annunci

One Response to Il nulla non fa eco..

  1. franca ha detto:

    Le notizie delle morti sono sempre un macigno nel cuore…
    E tuttavia, AUGURI Ragazzi, manca poco ormai alla sede, a quanto ho sentito! Un grande abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: