LDP 2/2015

luglio 14, 2015

LDP 2-2015 cop E’ consultabile online e trovabile in forma cartacea nelle sacche in città il nuovo numero di LdP, il numero 2 del 2015. Come sempre un giornale ricco e con una dedica particolare, che nel suo intento vuole essere un omaggio ad un periodo della città di Pordenone che rimarrà per sempre nella storia italiana: THE GREAT COMPLOTTO. “La musica esprime ciò che è impossibile da dire e su cui è impossibile tacere” ha scritto Victor Hugo ed abbiamo scritto noi sull’ultima di pagina. Una frase, un concetto, che racchiude in se la magia di un movimento senza pari. All’interno quindi troverete interviste ai protagonisti di quegli anni che raccontano e si raccontano. Approfondimento che traccia il percorso lungo un anno del progetto Codice a S-Barre sfociato con il video “Tutto quello che abbiamo dentro”. Troverete il bilancio dei primi 5 mesi del 2015 del Progetto TOP, un articolo sul Giappone e sullo Judo descritto dal campione olimpionico Maddaloni ed un esilarante testo scritto a 4 zampe tra il cane Chanel ed il suo compagno umano.
Insomma Libertà di Parola a 360°, per confezionare un giornale che non annoia mai. BUONA LETTURA


CODICE A S-BARRE 2015

luglio 3, 2015

DSC_0451

Venerdì 26 Giugno, alle 17.00, presso la sala “Teresina Degan” della biblioteca civica di Pordenone, l’Associazione ha presentato “Tutto quello che abbiamo Dentro”, il video, realizzato attraverso il progetto Codice a S-barre, che celebra il termine di questo secondo anno di attività all’interno delle mura del “Castello”. Gli incontri e la produzione giornalistica della redazione presente nel carcere cittadino, però, continuano senza interruzioni e con i giornalisti del “Castello” stiamo iniziando a ragionare e progettare quelle che saranno le prossime mosse per coinvolgere e stupire un pubblico, che sembra essere sempre più ampio. All’incontro di presentazione del video, infatti, hanno partecipato circa 80 persone, tra le quali diverse presenze istituzionali dell’Ambito Urbano 6.5, dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n.5, del Dipartimento per le Dipendenze, del Comune, del carcere cittadino e del terzo settore. Valore aggiunto di quest’evento è stata la presenza di tre dei protagonisti di questo percorso di “Codice a s-barre”, tre detenuti in permesso premio, che hanno potuto testimoniare in prima persona il significato e la valenza che il progetto e gli incontri hanno avuto per loro. Insieme all’importante affluenza all’evento, ci hanno certamente gratificato e rinforzato i commenti positivi ed il sostegno che ci hanno dimostrato tutti i presenti rispetto a quanto realizzato. Leggi il seguito di questo post »