LA VITA IN 1MQ

Ci sono cose che sono così serie che puoi solo farci una battuta sopra.
(Werner Heisenberg)

DSC_0524

Di carcere, solitamente, ne parlano i giornali, soprattutto attraverso la cronaca giudiziaria che colpisce in primo luogo la pancia dell’opinione pubblica, o gli addetti ai lavori, che disquisiscono su questioni complesse e lontane dal vivere quotidiano della gente. Il divario tra chi vive all’interno di un’istituzione carceraria e chi non vi accede, perciò, rimane spesso immutato, così come le reciproche opinioni. Provare a ridurre questa distanza, moltiplicando i punti di vista su tale realtà e utilizzando la cultura come mezzo d’informazione, è stato e continua ad essere uno degli obiettivi che, con il progetto “Codice a S-barre”, la nostra associazione cerca di portare avanti. Pertanto, dopo l’importante partecipazione al festival “Le voci dell’inchiesta”, curato da CinemaZero, I Ragazzi della Panchina, giovedì 23 giugno, hanno regalato alla città lo spettacolo teatrale “1mq – Un metro quadro”, realizzato dall’associazione culturale Speakeasy.

La direttrice artistica Lisa Moras ha così definito questa rappresentazione: “Una mise en espace ironica, spiritosa, un esercizio di improvvisazione alla Speakeasy, per un tema delicato, tratto dal libro “Non giudicare!! – Pensieri di uomini non liberi”. 1mq è lo spazio claustrofobico in cui tutto avviene, in cui la vita del detenuto comunque si svolge, una vita che diventa famiglia, amici, aspettative, sogni, speranze, delusioni. Lo spazio in cui essere umani, lo spazio che ci può far sorridere dell’umanità che condividiamo, di base, tutti, sia dentro che fuori quel metro quadro”. Questa definizione ha colto nel segno, così come lo spettacolo. Gli attori attraverso sei splendidi sketch hanno mostrato con ironia alcuni aspetti della realtà di un detenuto, le similitudini presenti nella nostra vita, ed hanno permesso ai circa 60 spettatori di riflettere, sorridendo su una questione difficile ma importante e presente nella nostra città: il carcere. Un obiettivo che è stato possibile raggiungere attraverso la nuova e vincente collaborazione con l’associazione Speakeasy, con la quale speriamo di lavorare ancora. Un grazie sincero e di cuore a questi giovani attori e alla loro regista perché, con pazienza e grande impegno, sono riusciti a costruire, uno spettacolo piacevole ed al contempo impegnato, ma anche perchè ci hanno mostrato ancora una volta come la cultura sia lo strumento più efficace per diffondere pensiero e come “la libertà comincia dall’ironia” (V. Hugo).

SPEAKEASY PANKA - 21

SPEAKEASY PANKA - 28

SPEAKEASY PANKA - 30

SPEAKEASY PANKA - 32

SPEAKEASY PANKA - 33

SPEAKEASY PANKA - 13

SPEAKEASY PANKA - 12

SPEAKEASY PANKA - 10

SPEAKEASY PANKA - 3

DSC_0510

DSC_0522

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: