HIV DAY-NON SOLO IL 1° DICEMBRE 2016

hivday-2016-avanti-web

hiv-day-2016-retro-web

Si rinnova per il quarto anno consecutivo l’impegno dell’Associazione, in relazione alla giornata mondiale di lotta all’HIV del 1° Dicembre, attraverso la nostra presenza in città tramite uno stand informativo. Lo stand sarà allestito in Piazzetta Cavour Sabato 3 Dicembre dalle ore 16.00 alle 19.00. Come gli altri anni saranno disponibili vari materiali informativi sul tema e saranno distribuiti preservativi gratuitamente, ci sarà inoltre una emozionante esibizione di breakdance che colorerà e animerà lo stand!
L’HIV Day sarà fondamentale ancora una volta per informare e sensibilizzare sempre di più l’opinione pubblica su questo tema che nasconde ancora tra le sue pieghe molto pregiudizio e disinformazione. Dal 2013 siamo attivi nel territorio con il nostro evento “HIV Day – Non solo il 1°dicembre”. Il titolo richiama alla responsabilità e all’attenzione verso l’argomento non solo durante la giornata mondiale ma in tutti i 365 giorni dell’anno, infatti la scelta di essere in piazza il 3 e non l’1 è strategica e funzionale a ricordare la nostra mission.

Ogni anno in prossimità del 1°dicembre il COA (Centro Operativo Aids) dell’Istituto Superiore della Sanità, fa il punto della situazione statistica sul fenomeno della sieropositività all’HIV. Nel 2015 ci sono state 3444 nuove diagnosi, in linea con l’andamento statistico degli ultimi anni, che vede le nuove infezioni annue stabilmente nell’intervallo 3500-4000. L’85% dei nuovi sieropositivi sono di sesso maschile e sempre nella stessa percentuale il contagio avviene per via sessuale. Per sfatare un luogo comune, che vede la sieropositività strettamente connessa con i consumatori di sostanze, ricordiamo che le nuove diagnosi, per chi contrae il virus tramite scambio di siringhe, è inferiore al 4%.
Il dato negativo è che non stiamo assistendo ad un inversione di tendenza rispetto ai numeri dei nuovi sieropositivi, nonostante tutte le campagne informative fatte in questi anni. La motivazione è legata alla convinzione sbagliata di un legame esclusivo virus-sostanza o virus-omosessualità, laddove le percentuali invece confermano che l’infezione da HIV interessa egualmente anche le persone eterosessuali. Trend confermato dal fatto che negli anni ottanta l’80% dei sieropositivi erano consumatori di sostanze psicoattive per via iniettiva mentre ora l’80% è rappresentato da chi pratica attività sessuali non protette. E’ importante quindi continuare la sensibilizzazione al problema e alle sue cause. Solo con una netta presa di coscienza si possono fare dei passi avanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: