Andiamo a comandare?

 

Oggi mi piacerebbe parlare di musica, più in particolare vorrei concentrarmi sulle canzoni più cliccate al momento nel mondo giovanile. Ovviamente non è un indagine statistica e non è un quadro preciso ma parlerò dei nomi in risalto per gli ascolti dei teenagers.

Lungi da me essere critico o cieco (più correttamente sordo forse) perché affezionato a ciò che ascoltavo io alla loro età però mi pare che la qualità dei testi si sia abbastanza abbassata. Non vorrei mai trovarmi assediato in casa dai giovani seguaci di Bello Figo Gu o di Sfera ma quando sento cantare di pasta col tonno o di canne lunghe mezzo metro mi domando se i like non crescano proporzionalmente alla cavolata sparata.

Ok, magari quando avevo io 15 anni c’era qualche vecchio quasi trentenne (come me adesso) che scriveva di come la mia musica era spazzatura però quello che ai miei tempi non c’era è youtube. Mi sembra che per gli artisti adesso siano più importante like e visualizzazioni piuttosto che la qualità del testo o lo spessore dei contenuti. Diciamocelo, Rovazzi a costruito il suo successo su andiamo a comandare col trattore in tangenziale, sbancando poi con lo stile di ballo del pinguino a testa in su! Il pagante con shampisti, bomber, pettinero e cazzo mene della crisi ha sicuramente insegnato i grandi valori dell’umanità. Questa musica, secondo me, porta i giovani a concentrarsi solo su se stessi, facendo dimenticare i veri problemi del mondo e anestetizzandosi con le feste a sbocciare sulla spiaggia.

Va bene, mi direte sei esagerato, bisogna anche divertirsi e ascoltare musica leggera…sono stra d’accordo, il punto è che tra i nuovi artisti, ne sento tanta di musica leggera ma zero con contenuti.

Pure il rap, del quale non sono esperto, ma che so essere caratterizzato dai temi spesso a sfondo socio politico e di riscatto contro il potere, adesso si sofferma principalmente sullo sballarsi e via di testi con canne qua e canne la, con bravi ragazzi nei brutti quartieri che diventano verdi come dende e alla fine cazzo mene! Non dico di non essere trasgressivi ragazzi, ma non concentratevi solo su quello, parlate anche di qualcosa please.

Ora chiudo il mio sproloquio, consapevole che probabilmente non vale niente se non essere almeno una provocazione e sperando che nel futuro dei ragazzi ci sia posto per della musica un po’ più consistente, divertente ma non per questo stupida. So che è quasi impossibile cambiare questa mentalità ma, se dei giovani stanno leggendo, prima di riempirmi di insulti sul mio essere retrogrado, vi invito sempre a leggere e riflettere sui testi che ascoltate con la vostra testa, non accontentatevi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: