Passano gli anni, permane l’ignoranza.

174151598-0e4010c5-ef97-4c21-96b7-df69a78a85d6

E’ successo domenica a Cagliari, durante la partita tra la squadra di casa ed il Pescara già retrocesso. In un bel pomeriggio di sole ha comunque trovato modo di fare notizia ancora una volta l’ignoranza.

Dagli spalti alcuni intelligentissimi tifosi iniziano a fare il verso della scimmia all’indirizzo di Muntari, centrocampista ghanese del Pescara, lui cerca di lasciare stare inizialmente, regala la maglia ad un bambino che stava facendo il verso (con i genitori accanto) per calmare la situazione. Poi nel secondo tempo nuovamente cori razzisti, Muntari denuncia all’arbitro il quale, da regolamento, potrebbe anche sospendere l’incontro. Il direttore di gara invece non accoglie le richieste del giocatore il quale decide di lasciare il campo, non prima di avere indicato ai tifosi “questa è la mia pelle”, battendosi la mano sul braccio.

Ovviamente bufera mediatica, fazioni contro o pro muntari, salotti pieni di buone parole e alla fine che succede?! Muntari viene squalificato dalla federazione per avere abbandonato il campo (seconda ammonizione) mentre i tifosi la passano liscia in base al principio, in soldoni, che erano pochi e si sentivano solo perchè c’era in atto una protesta silenziosa.

Se per strada o in qualunque luogo pubblico si sentono insulti razzisti verso qualcuno, chi li intona può essere giudicato in base al numero? O in base al fatto che si sono sentiti perché c’era silenzio? Chiunque sano di mente, nel nostro mondo civilizzato e nella nostra società all’avanguardia risponderebbe NO! Allora com’è possibile che una situazione del genere venga gestita in modo contrario alla ragione?! Capiamoci…qui vincono i cattivi, qui la legge giustifica chi insulta a discapito di chi si ribella che anzi, viene pure punito! Bisogna vergognarsi…c’è sicuramente bisogno di cambiare le regole ma soprattutto forse c’è bisogno di un bell’esame di coscienza. Muntari è stato preso ad esempio persino dall’ONU per questa vicenda, non resta che augurarsi che atti “eroici” come il suo possano smuovere le acque e portare le coscienze ad interrogarsi.

Del resto se voglio esempi di ignoranza cerco su google e ne trovo a palate, mentre se vado allo stadio spero di potermi godere una partita condividendo la passione per lo sport con persone corrette e meritevoli.

Quindi per favore, se sei ai livelli di una scimmia, non venire allo stadio. Lasciamo le scimmie nella giungla oppure a ballare con Francesco Gabbani che è meglio!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: