“A cosa stai pensando…” Il mio stato reale

Come-ti-senti-Facebook

Inizio oggi una rubrica che nasce dalla voglia di raccontare non uno stato social ma uno stato reale. Mi piacerebbe raccogliere qua dentro pensieri, idee e sogni personali…chiarisco subito che non voglio essere/fare il protagonista, semplicemente come facebook chiede “A cosa stai pensando? Come ti senti?” me lo chiedo anche io e mi rispondo che delle volte è pure bello condividerlo.

21  Giugno 2017 – solstizio d’estate

Non so neanche bene da dove iniziare, forse è meglio dire che quest’estate non è partita proprio al top. Sono contento adesso di poter dire che sto bene e mi sento bene, però l’ultimo mese non è stata una passeggiata, ho rischiato di mangiarmi la vacanza per le solite, storiche, rogne batteriologiche.

Anche quest’anno, come ogni anno è arrivata la resa dei conti: io vs pseudomonas. Per chi mi conosce sa che contro questo batterio ci lotto da un po’ e puntualmente, una volta all’anno, mi faccio la mia settimana di soggiorno gratis nella suite imperiale dell’ospedale civile di Pordenone. Purtroppo alle vacanze ospedaliere ci sono abituato però questa volta ero veramente preoccupato, perché c’è voluto un po’ più del solito per respingere il nemico e io di tempo non ne avevo tanto, considerato che a inizio giugno dovevo partire per le mie vere vacanze, prenotate, pagate e desiderate. Per fortuna, per i farmaci e per pelle coriacea son riuscito a tirarmi in qua e in crociera ci sono andato!

Mi piacerebbe essere ancora lì ma le cose belle, si sa, hanno il brutto vizio di passare in fretta. La settimana sul fronte greco è trascorsa bene e senza intoppi, salvo un diverbio con gli amici di Costacrociere…ma dico…per far scendere le persone da una nave, avendo a disposizione gradini o pedana, sarà più logico per tutti utilizzare le pedane in modo che anche i motorizzati come me possano scendere? Evidentemente no. Ma pazienza, nulla è scontato ma noi ci siamo abituati e continuiamo a lottare per le pedane perché chi la dura la vince!

Penso che nella vita, se ci si pone degli obiettivi, si è spinti da dentro e sono convinto che nel mio caso, la voglia di star bene sia stata più forte degli ostacoli. L’attitudine a lottare, ad andare avanti nelle difficoltà non credo si possa imparare, penso che quando ti capita qualcosa di brutto emergano forze ed energie da dentro che non sapevi neanche di avere. Posso dire senza falsa modestia che di ostacoli io qualcosina ne sappia e quest’anno è stata l’ennesima dimostrazione che l’importante, oltre a tante altre cose, è mai mollare, non bisogna mai arrendersi.

Delle volte nella mia vita le evidenze sembravano sentenze però sono andato avanti lo stesso. Sembrerà impossibile e di sicuro non mi prendo il merito, ma da parte mia so che non ho mai mollato. Del resto, come dice qualcuno che conosco, ma senza fare nomi “In qualche modo ci ingegneremo!”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: