I Falcons perdono ma non mollano!

marzo 29, 2018

29366163_1728191863904675_6284744864491896832_n

Domenica 17 marzo, a Milano, si è giocata la partita di ritorno del campionato di wheelchair hockey di serie A2, tra il Dream Team e i Friul Falcons.

Dopo l’andata a Udine, che aveva visto il trionfo dei milanesi per 11 a 2, la squadra friulana è partita carica a mille per la trasferta lombarda, consapevole di poter diminuire il gap di gol rispetto all’andata. I Friul Falcons, infatti, entrati in campo concentrati e convinti di potersela giocare, durante la prima frazione grazie agli schemi provati in allenamento tengono botta e chiudono il primo quarto sul risultato di 1 a 1. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Al via la seconda edizione de “il Classico scritto da me “

marzo 20, 2018

 

Ritorna il concorso letterario indetto da I Ragazzi della Panchina

Al via la seconda edizione de “Il Classico scritto da me”

I migliori elaborati su Ldp di settembre, per Pordenonelegge.

L’associazione “I Ragazzi della Panchina” di Pordenone lancia la seconda edizione de “Il classico scritto da me” concorso letterario gratuito e aperto a tutti i maggiorenni, che si arricchisce di alcune novità.

Al concorso si partecipa con un racconto breve ed inedito in lingua italiana che sia ispirato ad un titolo di un grande classico della letteratura e la cui storia nulla abbia a che vedere con la storia originale. I partecipanti dovranno scegliere uno tra i titoli riportati nel bando e lasciarsi ispirare dalla fantasia. Il regolamento del concorso è disponibile nel blog https://iragazzidellapanchina.wordpress.com

I migliori racconti, selezionati da una apposita giuria, saranno pubblicati nel numero di “Ldp. Libertà di Parola” di settembre che uscirà in occasione di Pordenonelegge. Quest’anno la prima novità è rappresentata dai premi messi in palio, in collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge, per i due primi classificati: a loro disposizione ci saranno due accrediti ciascuno per un evento a scelta che si terrà nel corso della manifestazione letteraria.

Tutti gli altri elaborati verranno pubblicati nel blog https://iragazzidelapanchina.wordpress.com. L’associazione si riserva, inoltre, la possibilità di raccogliere in un’unica pubblicazione cartacea tutti gli elaborati delle varie edizioni del concorso.

L’altra novità di questa edizione è la giuria che si arricchisce di due nomi noti della letteratura.

Il primo è quello di Andrea Maggi, insegnante di professione. Ha al suo attivo tre romanzi scritti per Garzanti, pubblicati anche in Spagna e in America Latina: “Morte all’acropoli” (2014), vincitore del Premio Massarosa 2015; “Il sigillo di Polidoro” (2015); “Niente tranne il nome” (2017). Maggi è inoltre noto in tutta Italia come il professore di italiano e latino de “Il Collegio”, il popolarissimo docu-reality di Rai Due.

In giuria ci sarà anche Elisa Cozzarini, giornalista specializzata in tematiche ambientali e sociali. E’ autrice nel 2013 de “Il deserto negli occhi” (2013), libro scritto a quattro mani con Ibrahim Kane Annour, e di “Io non voglio fallire” 2015) con Serenella Antoniazzi (menzione speciale per la narrativa al Premio letterario Latisana per il Nordest), entrambi pubblicati con Nuova Dimensione. Sempre nel 2015 ha pubblicato anche “Cuccioli. Storie di piccoli cresciuti e svezzati da noi umani” per Orme editori e nel 2016  “Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave” con Ediciclo.

Ldp è il giornale a distribuzione gratuita e a uscita trimestrale edito dal 2009 da “I Ragazzi della Panchina”, che da sempre punta all’integrazione con il territorio. A collaborare alla sua redazione sono i ragazzi seguiti dall’associazione e comuni cittadini. Il prossimo numero di Ldp verrà distribuito a Pordenone e provincia in 2.000 copie e nei giorni della “Festa del libro con gli autori” in programma dal 19 al 23 settembre; inoltre il giornale è sempre consultabile on-line al seguente indirizzo (https://iragazzidellapanchina.wordpress.com/)

 

Di seguito il regolamento. Per ogni comunicazione potete contattarci su pankafb@gmail.com

 

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

 

Il tema del concorso è “Il classico scritto da me”, un racconto breve ed inedito in lingua italiana che sia ispirato ad un titolo di un grande classico della letteratura e la cui storia nulla abbia a che vedere con la storia originale. I partecipanti dovranno scegliere uno tra i titoli sotto riportati e lasciarsi ispirare dalla fantasia. Quello scelto resterà anche il titolo del loro racconto. Gli autori dovranno invece indicare nel loro elaborato un sottotitolo inedito e attinente con la storia raccontata. In allegato al testo dovranno inoltre inviare anche una fotografia in formato jpg (definizione 300dpi- peso immagine non inferiore a 1mega), che sia inedita e di cui dichiarano di essere gli autori. La pubblicazione dei testi e delle fotografie sarà integrale: la redazione si impegna a non intervenire sugli elaborati inviati.

Premi: I migliori racconti saranno pubblicati nel numero di “Ldp. Libertà di Parola” di settembre che uscirà in occasione di Pordenonelegge. Per i due primi classificati inoltre saranno a disposizione due accrediti ciascuno per un evento a scelta che si terrà nel corso della manifestazione letteraria. Tutti gli altri elaborati verranno pubblicati nel blog https://iragazzidelapanchina.wordpress.com. L’associazione si riserva, inoltre, la possibilità di raccogliere in un’unica pubblicazione cartacea tutti gli elaborati delle varie edizioni del concorso.

Lista titoli:

1 Uno, nessuno, centomila (Pirandello)

2 Guerra e pace (Tolstoj)

3 Le città invisibili (Calvino)

4 Lo straniero (Camus)

5 Camera con vista (Forster)

6 Il Processo –  Franz Kafka

7 Le Affinità Elettive – Goethe

8 L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera

9 Il mondo nuovo – Aldous Huxley

10 La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray

Come partecipare. Il concorso è aperto a tutti i cittadini di qualsiasi nazionalità e residenza, purché abbiano compiuto il 18º anno di età alla data di invio dell’elaborato. La partecipazione è gratuita. I partecipanti dovranno inviare il loro racconto inedito, in formato file all’indirizzo e-mail pankafb@gmail.com. La lunghezza del racconto dovrà essere compresa tra le 2.800 e le 3.200 battute, spazi inclusi. Non verranno accettati testi di misura inferiore o superiore, né scritti a mano o spediti a mezzo posta. Non verranno accettati testi privi di titolo e sottotitolo indicati negli stessi o di foto allegata. Gli elaborati inviati non verranno restituiti. Non saranno rilasciati attestati di partecipazione, né premi in danaro.

Liberatoria. Il primo passo per partecipare al concorso è quello di richiedere via e-mail all’indirizzo panka.pn@gmail.com il modulo di iscrizione. Questo dovrà essere rispedito stesso mezzo, firmato e compilato in ogni sua parte, assieme al proprio racconto e alla foto, non oltre la data di scadenza del concorso. Sottoscrivendolo si autorizza l’associazione “I Ragazzi della Panchina” a pubblicare foto ed elaborati nel proprio giornale e nel sito internet della stessa e si autocertifica di essere maggiorenni.

 

Scadenza iscrizione e invio elaborati: sabato 30 giugno (farà fede la data di ricezione della e-mail).

 

Giuria: la giuria sarà presieduta da Ada Moznich, presidente dell’associazione “I Ragazzi della Panchina”. Ne faranno parte il direttore responsabile di “Libertà di parola”, la giornalista Milena Bidinost, Elisa Cozzarini e Andrea Maggi.

Elisa Cozzarini, ha pubblicato per Nuova Dimensione “Il deserto negli occhi” (2013), con Ibrahim Kane Annour e “Io non voglio fallire” (2015) con Serenella Antoniazzi, opera che ha ottenuto una menzione speciale per la narrativa al Premio letterario Latisana per il Nordest. Sempre nel 2015 ha pubblicato “Cuccioli. Storie di piccoli cresciuti e svezzati da noi umani” per Orme editori e nel 2016 “Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave” per Ediciclo. In uscita nel 2018 anche un libro inchiesta sui torrenti alpini. E’ giornalista pubblicista e si occupa di tematiche ambientali e sociali.

Andrea Maggi, nato a Pordenone, ha pubblicato tre romanzi per i tipi di Garzanti: “Morte all’acropoli” (2014), vincitore del Premio Massarosa 2015; “Il sigillo di Polidoro” (2015); “Niente tranne il nome” (2017). I suoi romanzi storici sono pubblicati anche in Spagna e in America Latina. È noto in tutta Italia come il professore di italiano e latino de “Il Collegio”, il popolarissimo docu-reality di Rai Due. È insegnante di Lettere alla scuola secondaria di I grado.

Milena Bidinost, nata a Pordenone, nel 2008 ha pubblicato l’autobiografia “Mi riprendo il biglietto. Un nuovo cielo dopo la chemio” prima per l’associazione “Donando” di Pordenone, quindi nel 2009 per le “Edizioni L’Omino Rosso” di Pordenone. Nel 2014, con “Arpeggio Libero” è uscito il suo secondo libro: “Maschere”. Dal 2003 è giornalista pubblicista: collabora con un quotidiano locale e, sempre nell’ambito della comunicazione, con enti ed associazioni locali.