Una passeggiata (quasi) in serenità

maggio 9, 2018

barriere-architettoniche1

Un tranquillo giovedì pomeriggio di maggio, due amici, la mia carrozzina elettrica e la città di Pordenone. Quando, chi e dove di un breve racconto informativo e riflessivo utile a tutti.

Quel pomeriggio avevamo scelto di andare al cinema a vedere l’ultimo film di Sorrentino. Arrivati a Fiume Veneto la prima simpatica sorpresa è stata trovare l’ascensore dell’Uci Cinemas fuori uso. Niente da dire, ce la si può prendere con la sfortuna o teorizzare un complotto per cui non volevano farmi vedere il film su Berlusconi ma, di fatto, non me la sento di prendermela con il personale o la struttura, può succedere.

Niente film dunque, che facciamo? Andiamo a fare un giro in centro a Pordenone. Non sono un habitué delle passeggiate in corso Vittorio Emmanuele facendo le vasche tra piazza XX Settembre e piazzetta Cavour, quindi ero tutto sommato contento di godermi un po’ di città. Ci avviamo serenamente sotto i portici e il mio occhio clinico abituato scannerizza la situazione. Dovete sapere che, quando ci si muove in carrozzina, sembra di avere il sonar delle navi: ti accorgi subito di ogni sobbalzo, scalino o dislivello, raggiungendo con l’esperienza la sensibilità di un calibro nel misurare soprattutto ciò che puoi o non puoi fare, dove puoi o non puoi andare. Leggi il seguito di questo post »

Annunci