HIV DAY, non solo il 1° dicembre seconda parte

novembre 28, 2018

La nostra campagna informativa continua…

Da oggi, troverete i nuovi manifesti informativi affissi in tutta la città!

Dopo quasi trent’anni di campagne informative quello che ci sconvolge ancora oggi sono i numeri ufficiali dei contagi! Sembra che il fenomeno dell’HIV/AIDS si sia ritagliato uno spazio per gli addetti ai lavori, che non riguardi più la società civile. Purtroppo siamo tutti coinvolti, nessuno escluso e tutti dobbiamo essere consci che dall’HIV/AIDS sia necessario sapersi difendere! I dati ci dicono che il veicolo di trasmissione più frequente sia il sesso non protetto. Nel 2017 in Italia i contagi rilevati rimangono costanti da tempo: 3500 l’anno, 300 al mese ovvero 10 al giorno, cioè 1 ogni 2ore!

EccoVi i dati italiani del 2017 Leggi il seguito di questo post »


Per l’aids siamo tutti uguali

novembre 23, 2018

In occasione della giornata mondiale di lotta all’HIV/AIDS, l’Associazione I Ragazzi della Panchina è lieta di invitarLa all’evento dal titolo

 

PER L’AIDS SIAMO TUTTI UGUALI

Proteggersi sempre, discriminare mai

 

Giovedì 29 novembre, ore 20.30 

Sala Teresina Degan 

Biblioteca Civica di Pordenone

 

 

L’associazione, all’interno della campagna di sensibilizzazione HIV DAY – Non solo il 1°dicembre, propone una serata informativa nella quale I PAPU, duo comico pordenonese, condurranno i relatori ed il pubblico in un tema complicato, ancora a molti oscuro, attraverso un viaggio fatto di risate e pensieri, tra dati scientifici e luoghi comuni/stereotipi.

Abbiamo scelto di dare un taglio semi-serio per un tema così importante perché crediamo che avere lo spirito giusto serva ad affrontare qualsiasi situazione. Crediamo che su questo tema ci siano tanti falsi miti da sfatare, parecchia ignoranza da combattere e l’ironia, per noi, è l’arma migliore per farlo! Leggi il seguito di questo post »


HIV DAY, NON SOLO IL 1° DICEMBRE

novembre 12, 2018

L’associazione I Ragazzi della Panchina è da sempre attenta al tema dell’HIV/AIDS. Lo slogan “HIV DAY – Non solo il 1° Dicembre”, che caratterizza da diversi anni gli eventi dell’Associazione legati alla tematica HIV, ha un significato profondo. Non è alzando lo sguardo sul problema solo il 1° Dicembre, giornata mondiale di lotta contro l’AIDS, che si può sperare di poter capire, affrontare, risolvere un problema sanitario e sociale così profondo. È solo attraverso la quotidianità fatta di comportamenti corretti, di buona informazione, di abbattimento dello stigma, che si può tentare di migliorare la situazione attuale che riporta ancora dei dati allarmanti:in Italia ogni due ore una persona scopre di essere positiva all’HIV.

Quest’anno l’Associazione ha deciso di mettere in campo una campagna di sensibilizzazione attraverso dei manifesti che saranno esposti in città, con lo scopo di ricordare che l’AIDS riguarda tutti noi, non è una malattia debellata ed anzi, è indispensabile sapere come affrontare l’ogni giorno per proteggersi e per proteggere, per vivere in libertà, una libertà che deve essere di tutti. Lo slogan della campagna è: PER L’AIDS SIAMO TUTTI UGUALI – Proteggersi sempre, discriminare mai-. L’impianto grafico che caratterizza i manifesti è fortemente impattante, rappresentato da tre elementi che identificano le informazioni sbagliate, gli stigmi, le paure generate dalla non conoscenza, dal pensiero che “non è un mio problema”. Ma i problemi sociali e nello specifico di contagio devono necessariamente essere problemi di tutti, in quanto, piaccia o meno ammetterlo, possono riguardare tutti noi direttamente o indirettamente. Ecco allora la risposta, un preservativo sorridente! Sorridente perché se io so come proteggermi faccio un gesto d’amore verso me stesso e verso gli altri, rispetto me e gli altri, ho la possibilità di contribuire enormemente alla lotta contro la diffusione del contagio. Ciò significa essere un cittadino capace di scegliere e di farlo scegliendo la salute. La campagna vede la partnership di NPS Italia Onlus (Network Persone Sieropositive) e del Dipartimento delle Dipendenze di Pordenone ed è patrocinata dall’AAS5.

Oltre alla campagna di sensibilizzazione, il 29 novembre alle ore 20.30 presso la Sala Teresina Degan della Biblioteca Civica di Pordenone, si terrà una serata informativa nella quale I PAPU guideranno i relatori ed i partecipanti alla serata in un viaggio fatto di risate e pensieri, tra dati scientifici e luoghi comuni/stereotipi rispetto a questa malattia per la quale siamo tutti uguali.