RIFLESSIONI ESTIVE (3)

agosto 17, 2010

.. e intanto abbiamo passato anche ferragosto, ed io sono andata al mare: spiaggia libera in Brussa con due miei amici sui 40 (non pensate male, niente di più). Pensate: io ero in Brussa e Micio (Maurizio, quello dello scorso inverno) a Caorle, che coincidenza, ogni tanto ci sentiamo. Insomma, avete presente quando le cose vengono fatte all’ultimo momento? Ecco è stato proprio così, gita al mare organizzata all’ultimo momento. Il clima che si era crato in spiaggia era stupendo: un mio amico preparava i panini, l’altro leggeva un libro di filosofia ed io prendevo un pò il sole, andavo in acqua e naturalmente osservavo.. C’era un clima disteso, in parte a noi ragazzini di 16-17 anni che mi guardavano (ma pansate) e avevano preparato una festa: un beach-party, ognuno poteva chiedere una birra e un panino. Era tanto tempo che non vedevo tanta gente assieme, proprio bello!! Sembrava di vivere come negli anni ’60 e di stare dentro un film. E infine vi racconto cosa mi è sucesso ieri: stavo tornando a casa e un ragazzo giovane, magrolino con gli occhi azzurri e berrettino mi ha detto: “Sei bellissima” e io gli ho risposto: “Si grazie, anche se questi occhiali li porto da pochi giorni e non ci vedo una mazza.. hi, hi, hi, hi…”. Oggi mi son alzata presto, ho svegliato mia madre alle 6 e dalle 8.30 alle 9.30 ho ballato musica latina e araba a tutto volume.

E a voi come butta in questi giorni?


RIFLESSIONI ESTIVE (2)

agosto 6, 2010

(segue).. Non capisco più niente degli uomini, a volte nemmeno di me stessa ed in questo susseguirsi di pensieri sono sempre e comunque in movimento. Anche ieri sera infatti sono uscita a vedere il concerto dei Gem Boy, gruppo demenziale, in quel di Pasiano. Mi è piaciuto un casino, m hanno trasmesso tanta energia e simpatia. Mi sembrava di ritornare giovane quando andavo per discoteche a divertirmi con boys e amiche.. Io il primo bacio l’ho avuto a 22 anni quando le altre erano già stufe di fare tum-tum. E’ successo in una cabina telefonica con uno del Molo, mentre gli amici ci incitavano perchè eravamo troppo timidi, anche il secondo e il terzo con lui, era del segno del leone, occhi verdi, giubetto blu anni ’80.. insomma l’ho guardato e non ho capito più niente, però ci son stati solo baci. Ogni tanto mi viene in mente perchè è proprio vero che il primo amore non si scorda mai!… (segue)


RIFLESSIONI ESTIVE…

agosto 3, 2010

Ciao a tutti…E un pò che non ci sentiamo, non sono mica sparita,vengo spesso in SEDE è che è un pò di tempo che non scrivevo complice il caldo ed un pò di stanchezza…Siamo ormai in agosto.La città si sta svuotando, come ogni estate del resto..Il caldo impazza, ci rende più nervosi e ci rallenta i riflessi, ma non ci toglie l’allegria e la voglia di vivere, nonostante il  rincaro della benzina e  i pochi soldi nelle tasche le quali piangono ahimè. Io sono più riflessiva del solito e più innamorata e romantica che mai…Innamorata della vita e dell’amore, di quest’ultimo sempre  anche se non sto con nessuno. Nessuno occupa i miei pensieri i miei giorni e le mie notti in questo periodo della mia vita. La cosa bella dell’estate è che si vede meglio la luna di notte… (segue)


Non sono mica…

giugno 25, 2010

Non sono mica una “zoccola”. Ma per chi mi hanno presa!?! Che delusione! Eppure dovresti esserci abituata, Giò, mi dico tra me e me… l’uomo è un animale e rimane tale!! Ma dico esiste l’899…telefoni ad una “porno” e vai!!! Non c’è proprio più niente… Tu cerchi di costruire un’amicizia… l’altro si prende confidenza e tac si tira giù le mutande e ti fa vedere l’attributo!! E poi serafico: “non ti devi mica offendere!?!, è una cosa normale…”. Già tu vai a fare un lavoro e uno si cala le mutande. Ma dove siamo!?!? Come “Dove siamo?”, siamo nel mondo, in uno squallido mondo, dove tutto è permesso, dove non c’è rispetto, dove non c’è confine tra il lecito e l’illecito, dove…dove…dove che, se volevo fare la “zoccola”, o meglio “il mestiere più antico del mondo”, l’avrei fatto tanto tempo fa, ma l’avrei fatto di lusso. Non ti pare? Mica una come me l’avrebbe fatto in strada, al freddo, al vento ecc ecc., ma con tutti i confort! Io non sono il tipo!! Io sono la Giò e me ne vanto!! E come me non c’è nessuna (MENO MALE…IH IH IH). Comunque, dopo l’imbarazzo, ci rido su, che il mondo è pieno di cretini, imbecilli, che non hanno ancora trovato sé stessi, cosa ci stanno a fare? E comunque…dignità, morire ma non perdere la dignità…e a testa alta… Buona giornata, donne, e sù con le orecchie, che dietro l’angolo c’è sempre qualcuno pronto ad abbassarsi gli slip, dimostrando di ragionare proprio con “quello”.


A Felix

giugno 18, 2010

Te ne sei andato così in un attimo, tra l’indiffrenza dell’uomo, di notte quando nessuno poteva fermarti.

Solo pochi giorni prima avevamo parlato, parlato di Dio e tu mi avevi detto che Dio è dentro di noi. Ad un certo punto mi hai detto: “Basta Giò, tu credi in Dio e nella Madonna, io so solo che Gesù è vissuto ed è rimasto nella storia”, poi ti avevo versato del caffè, e nei tuoi occhi avevo visto tanta umiltà. Se ci penso, mi vengono ancora i brividi e l’indomani, verso sera, ti ho rivisto in bicicletta lungo via Montereale con l’immancabile Skyp e dietro la tua ragazza.. mi è sembrato strano che rifacevi il giro due volte.

Proprio quella notte, hai messo fine alla tua vita, preso dalla disperazione che ormai quella non era più vita. Se tu avessi pensato un solo attimo che ogni vita è preziosa, anche la tua, se qualcuno in quel momento ti avesse teso una mano.. se, se.. ma che valgono ora tutti questi se. Ora sei già lontano, lontano da questa terra, ora sei in cielo e finalmente hai trovato la pace, quella pace tanto agognata.


Anno nuovo, nuovo Amore

dicembre 11, 2009

Clima di festa.. chi corre indaffarato ad aquistare gli ultimi regali, chi invece passeggia tranquillo per le strade della città riordinando i pensieri in vista del nuovo anno. Amate e odiate feste, riunioni di amici e parenti, viaggi last minute, ma anche l’inquietudine di chi è solo (anziani, ammalati, disagiati). In tutti c’è comunque una speranza che quest’anno porti via le cose vecchie, i dispiaceri, le inutili illusioni e che il prossimo sia migliore e foriero di tante belle novità.

Io nella mia stanza penso: -“anno nuovo, vita nuova, tagliare i rami secchi, abbandonare il passato per vivere un nuovo presente e un nuovo futuro, addio ai pensieri negativi buttati dalla finestra come fossero mobili vecchi”-. Ciò che farò durante le feste è ancora nebuloso ma si intravede un viaggio in un centro benessere nella Capitale..  e poi quello che sarà sarà. Non ci andrò da sola ma con un uomo con cui chatto da tre mesi e che comunque conoscerò di persona a giorni e poi vi farò sapere. Chissà se questo rimpiazzerà il mio vecchio amore. Divertitevi e fate i bravi, buone feste a tutti.  


Io e i Bronzi di Riace (del rugby)

novembre 17, 2009

Oggi è stata una giornata fruttuosa.. Insieme ai ragazzi della sede, sono andata a Sacile ad incontrare i giocatori della nazionale italiana di Rugby. Eravamo in un hotel nel centro di Sacile, oltre a noi c’era la tv LA7, TPN, ecc. Andrea, Guerrino e Milena hanno intervistato Alessandro Zanni in un clima piacevole e disteso, gli sono state fatte varie domande inerenti al gioco di squadra, al doping e altre; comunque l’intervista completa uscirà nel prossimo numero di Libertà di Parola. In ultimo anch’io sono intervenuta con la domanda: “Di che segno sei?” – alla risposta “Sono dell’aquario” – io ho detto “Ah,.. simbolo dell’essere liberi e controcorrente. lo sport che fai ti permette questo?” – Alessandro ha detto si perchè il suo ruolo di terza linea è molto libero. I ragazzi della squadra sono statuari e sembrano proprio dei Bronzi di Riace, danno l’idea della salute e di veri maschi perchè non sono depilati e tatuati come la maggior parte dei ragazzi che si vedono oggi in giro. Ritorniamo ad essere la donna DONNA e l’uomo UOMO!!!