LdP

Libertà di Parola: pensieri parole opere e omissioni da un mondo a parte.

UN ATTIMO DI PACE

Anche oggi la sveglia è arrivata prima del solito, come spesso da 2-3 mesi a questa parte; giornata “uggiosa” decisamente da branda anche da soli ma al calduccio! Sogno di guardare fuori dalla finestra, rigirarmi e farmi coccolare dal tepore di lenzuola magari felpate…; quanti ricordi si fanno spazio nella mia mente, a volte basta un’inerzia e “via di flashback”, persone, luoghi, cose che avevo, belle emozioni il più delle volte!
Betty

BELLISSIMO TERRONE

Caro amico Gigi, sono quasi commosso dal tuo “ciao bellissimo terrone” e non puoi immaginare quanto mi mancava questa stupenda frase e per quanto riguarda il mio sorriso purtroppo non è più a 32 denti: un po’, ma solo un po’, questa carcerazione mi sta segnando. (…) Adesso ti mollo un attimo che mi sta per bollire l’acqua e devo buttare la pasta. Oggi è stata giornata di colloquio e ho un sacco di roba da cucinare. Non vorrei che mi andasse a male. Non abbiamo il frigo e puoi immaginare come funziona. O sbaglio?
Mimmo

KARICA VITALE IN SEZIONE
Carissimo Gigi ti faccio sapere che con immenso e intenso piacere ho letto la tua “Karica Vitale”. (…) Volevo farti sapere che in vari passaggi mi sono rispecchiato tantissimo. Adesso la tua storia sta facendo il giro della sezione in cui mi trovo e ho anche parlato con il responsabile della biblioteca per farlo inserire quanto prima nella lista dei libri che abbiamo a disposizione per noi nel nuovo complesso.
Mimmo

MANDI GIGI

Mandi Gigi ce mout isal? Io a puest incje se ca a ie un puest di mierde. Comunque sono come il pongo “si sins capis” e basta che nessuno mi scassi lis balis e jo i soi a puest. Salutami quei quattro re magi giusti e basta, stammi bene e no freami dute le frice. Mandi frut. FUARCE FRIUL!
Gil
Trad.: Ciao Gigi, come va? Io a posto, anche se qua è un posto di merda. Comunque sono come il Pongo “ci siamo capiti” e basta che nessuno mi scassi le balle e io sono a posto. Salutami quei quattro re magi giusti e basta, stammi bene e non fregarmi tutte le fighe. Ciao ragazzo. FORZA FRIULI!
Gil

Annunci

211 Responses to LdP

  1. LILA ha detto:

    YEEEEE C’è ANCHE JIL!! 🙂

  2. franca ha detto:

    Lascio solo la traccia che sono passata. E se potessi, lascerei un fiore. E un bacio. Non ci sono commenti.

  3. patty ha detto:

    vedo lila che te la cavi col computer..

  4. LILA ha detto:

    HAHA CIAOO PATTY!!

  5. patty ha detto:

    ciao lila, ho i coglioni girati vorrei fare qualcosa ma non so cosa perchè ho un mal di pancia pazzesco e non riesco a fare un cazzo oltre leggere e fare cose abnormi con l’uncinetto. il bello è che devo andare a ritirare delle carte e non so come fare ad alzarmi. è già qualcosa che riesco a stare seduta qui.
    poi sono quasi -per dire- videosorvegliata ogni volta che esco di casa i miei mi perseguitano che non faccia stronzate ma cazzo sono senza soldi in un posto che odio cosa vuoi che faccia?sembra di essere agli arresti domiciliari. almeno che mi accompagnino a sto punto no farmi andare a piedi che sto di un male boia. però forse hanno ragione. boh. non so in realtà dov’è la ragione. in questo momento. e il bello ,anzi il brutto è che non mi frega neanche.
    ah, ho bazzicato 1 po’ nel tuo sito è che non so usarlo tanto bene il computer.
    ci vediamo quando starò meglio.
    spero presto.
    un bacione

    • ciba ha detto:

      Volevo soffermarmi sul commento di gil “non fregarmi tutte le fighe”. Beh spettacolare… Mi auguro che una di quelle fighe fossi stata tu, e poi si sia innamorato di te… Me lo auguro per la tua felicità. Per tutto il resto anche no….

    • Francesco Bari vecchia ha detto:

      Ciao Patty, come state, tu ed il Gil?Non riesco più ad avere notizie del mio AMICONE Walmi, nè di Franco e soprattutto della Madda, che avrei tanta voglia di sentire per telefono.
      …Poi sai tu quali sono le persone che mi hanno voluto bene (poche,..ma si sa anche oltreoceano quale è il vizio pordenonense :)), ed anche quelle alle quali ho voluto BENE( questo sì, REALMENTE!!!), in tutti quegli anni passati lì a Pordenone e che, anche dopo tutto ciò che è successo, porto sempre nel cuore come anni di rinascita – cambiamento, nel bene e nel male…

      SCRIVIMI SULLA MAIL E POI CI SCAMBIAMO I CONTATTI.

      Se nn la leggi quì è frarafgar@virgilio.it

      P.S.La mia paura più grande, quella che mi ha fatto attendere tanto a farmi sentire con TUTTI, è quella che, puntualmente, ad ogni telefonata che facevo fino a 6-7 anni fà , SI TRASFORMAVA IN UN NECROLOGIO – che voi avevate già assimilato giorno per giorno-…ma che io (povero terrone nostalgico) , dovevo ingurgitare tutto d’un colpo in quei 3 minuti ai quali avrei preferito 10000 volte un bad trip di fai tu qual sostanza…

      Fatevi sentire..

      Francesco Raffaele Gargano….detto “Bari Vecchia”

  6. felix ha detto:

    ciao ragazzi…..complimenti per il sito propio una bella iniziativa.
    in questo periodo di detenzione ho scoperto internet e devo dire la verita’ mi sta facendo abbastanza compagnia anche se in questo mondo virtuale non avevo ancora trovato un posto dove vedere e parlare con amici,quindi quando avrò voglia di scrivere qualcosa di interessante adesso so dove farlo……..anche se questo stato “infame” mi sta togliendo la mia libertà quello che non mi potrà mai togliere è la libertà di pensare,parlare e disprezzare tutto ciò che rende squallido il nostro paese!!!
    approfitto anche per salutare il gil visto che ho letto il suo messaggio e saluto tutti voi….continuate così!!!
    alla prossima

  7. patty ha detto:

    ma felix 6 tu? te lo saluto io gil che non sa neanche di sta roba(mi hanno detto che era una sua lettea)… mah, è 1 po’ che non ci vediamo……………………………………..CIAO!

  8. LILA ha detto:

    hey patty…senti ma te usi msn?? se si ti lascio il mio contatto: shokumuarrem09@hotmail.it

  9. patty ha detto:

    lila, ho provato a scriverti sul tuo contatto ma ho quasi bloccato il computer… mi spiace ma non sono in grado… magari un giorno mi insegni?
    bacio patty

  10. patty ha detto:

    ah, felix…. dove cazzo 6 adesso????? fatti sentire

  11. andreapicco ha detto:

    beata gioventù..

  12. andreapicco ha detto:

    certo che era una lettera di gil! solo lui può scrivere cose così geniali par furlan: “i quattro re magi giusti”, “sono come il pongo”. un genio, anche se è scarso a calcetto e si sottrae alla sfida in sede con mille scuse. diglielo patty, diglielo…

  13. patty ha detto:

    ok non serve, ho capito…. e immagino…

  14. felix ha detto:

    la giornata oggi è cominciata bene….mi sveglio al suono del campanello verso mezzogiorno,solito controllo,firmetta,giusto una parola al “servo” in divisa e poi caffettino e cicca fuori in giardino,è brutto tempo,pioviggina ma tanto a me cosa cambia non devo andare da nessuna parte…….sono arrivati i mega camper dei giostrai e mi rendo conto che è arrivato il periodo della sagra del vino,vabbè anche quest’anno non potrò esagerare con i vini “la delizia”…..skip e maggy, i mie cani, sono abbastanza agitati così apro il cancelletto per farli uscire e mi accorgo che 5 cagnetti composti e tranquilli stanno aspettando con ansia l’arrivo della mia cagnetta…e si è arrivato il periodo del calore….uno spettacolo….e così inizia un vero e propio corteggiamento,maggy fa qualche salto e passa a farsi annusare da tutti i maschi disponibili,cazzo sono tutti gli per lei,sotto la pioggia,naturalmente skip non è affatto contento e inizia pian piano a cercare di allontanarli ma non c’è niente da fare loro sono lì per una solo ragione,vogliono cogliore quel bel “fiore”della mia cagnetta,cazzo questo mi gasa,intanto vedo skip sempre più teso che cerca in tutti i modi di attirare la mia attenzione,mi sta dicendo “per favore mandali via non voglio che tocchino la mia maggy”e allora penso un’attimo al fatto che vista la differenza di stazza skip non può fare niente con maggy a parte qualche annusata e leccata però in tutti i modi cerca di difenderla e far capire che lei è sua quindi capisco che quello e propio vero amore è decido quindi di richiamare la corteggiata a casa,per oggi basta così e ricordati di quanto bene ti vuole skip che non ti può avere ma ti difende a spada tratta!!!
    ecco questo mi ha fatto iniziare bene la giornata,ogni volta che guardo i mie cani penso a quanto dovrei imparare da loro e quanto di aiuto è stato per me skip…..grande!!!!!
    invece per patty:ciao spero che tu e gil stiate bene io sono ai domiciliari adesso mi manca più di un anno da fare ma spero che con l’appello mi tolgano qualcosa o mi cambino la misura….si vedrà intanto non mi resta che aspettare…..buono statemi bene ci sentiamo ciao

    • davide ha detto:

      i servi in divisa? ma perche’ non ti cerchi un lavoro, paghi le tasse e ti comporti in modo onesto e poi critichi o spari a 0 su persone che servono lo stato, ovvero gente come te?? Queste prese di posizioni puerili proprio non le reggo, chiedete di far parte della societa’ ma siete i primi a disprezzarla con un atteggiamento da gran viveur, di superiorita’ incredibilmente astioso, invidioso, sei patetico .

      • maximilian ha detto:

        ma perchè non togliete i commenti o i post di felix? Molte persone entrano e non sanno che è morto o non lo conoscono e non è piacevole vedere attacchi ora che non può replicare ma d’altro canto anche gli ultimi arrivati non possono saperlo o immaginarselo.

  15. patty ha detto:

    x felix: ma stai a casarsa giusto?
    bè io e gil stiamo bene tutti 2 abbiamo avuto 1 po’ di scazzi 1 po’ di alti e bassi e è anche cambiato qualcosa, ma è questione di tempo.
    domani torno su da lui poi domenica mi tocca tornare a sacile.
    sono contenta che scrivi qui a volte che era 1 pezzo proprio che non ci vediamo cazzo.
    sono contenta anche che skip e gli altri stiano bene e almeno ti facciano compagnia!
    bè se vuoi a gil gli porto i tuoi saluti ok?
    ci si sente ciao

  16. patty ha detto:

    merdamerdamerdamerdamerdamerdamerdamerdamerdamerdamerdamerda
    scusate please

  17. andreapicco ha detto:

    che succede patty?

  18. patty ha detto:

    succede che sto schizzando. anzi, stavo. adesso sono un po’ più calma.
    grazie dell’interessamento, sinceramente non ci contavo molto.
    ok.
    adesso torno alle bazzeccole quotidiane, ciao andrea

  19. patty ha detto:

    cazzo il fatto è che gil mi manca troppo. troppo. non possono strapparmi via così di colpo dopo tutto sto tempo.
    che palle. poi sono maggiorenne e vaccinata, beh forse vaccinata no ma che cazzo…
    beh, alla fine mea culpa e lo ripeterò ad oltranza. la mia amica oltranza che non è mai abbaztanza lunga. mandi

  20. patty ha detto:

    che depressione.
    questa casa mette depressione. o forse solo chi ci vive.
    mia sorella si è tagliata i dread. e mi ha tornato quello che mi aveva strappato. poveraccia qua sta schizzando anche lei.
    però almeno lei è libera io guai se esco. ma vaffanculo mi resta solo da piantarmi la testa su uno spigolo.
    che depressione

  21. LILA ha detto:

    HEY PATTY…TI VEDO AGITATISSIMA…. 😦
    DAI CHE PASSERà TUTTO!!
    TU E JIL STARETE DI NUOVO VICINI!! QUESTO è POCO MA SICURO!!
    UN BACIONE!!

  22. gueri 06 ha detto:

    Patty perchè non provi con la musica, ei Patty, non mollare il computer, manda qualcosa, dì cosa ti passa per la testa.

  23. andreapicco ha detto:

    ha ragione gueri, patty. prova con la musica. qualcosa di diverso dagli stooges, però. qualcosa tipo i creedence, ci vorrebbe, vero gueri?

  24. paola ha detto:

    Ciao Patty, ha ragione Guerrino, scrivi scrivi tutto quello che ti senti dentro, io sono qua xkè Gueri è mio fratello, diciamo che posso capire solo fino ad un certo punto quello che stai passando xkè non sono” una”della diciamo così ” Panchina”, ma ho cercato di stare vicino a Gueri nei momenti bui, non ho potuto fare + di tanto xkè eravamo lontani ma appena potevo ero là fino a quando lui mi ha accettato ed io speravo e speravo, ma non vedevo via di uscita.Ho conosciuto credo la maggior parte dei suoi amici di quel periodo, molti dei quali ora non sono qua con noi a dialogare in questo stupendo sito, ma il mio Gueri c’è e alla grande , e spero tu abbia visto i suoi scritti è una rivelazione x tutti noi e una terapia x lui. Dunque forza e coraggio tastiera alla mano e via butta fuori tutto vedrai starai meglio.Ti dirò’ scrivere qua con voi è una terapia anche x me, la vita non mi ha risparmiato anzi diciamo che mi ha massacrata . Tutti mi dicono : ma tu sei forte ci riuscirai: ma non è così a volte mi sento persa e mi isolo anche x mesi. E leggo leggo tanto fino a che gli occhi mi si chiudono x la stanchezza così mi dimentico un pò dei miei guai .Quindi in questa terra di sofferenza ce n’è x tutti,. stà a noi cercare di reagire e magari farsi aiutare da chi ti vuol bene. E sicuramente chi ti stà vicino te ne vuole altrimenti non saresti lì con loro. Un abbraccio Paola

  25. patty ha detto:

    i creedence mi piacciono un casino. anche roba come ten years after ecc.. la mia sorella + grande mi ha da poco regalato una chitarra, classica. mi diverto e sto imparando qualcosina.
    seguirò i vostri consigli ! grazie!

  26. gueri 06 ha detto:

    E’ vero, ci sentiamo sempre dire,”ma tu sei forte.” Si, siamo forti, fuori, e dentro? Dentro sentiamo solo noi quanto siamo forti, quanto impotenti siamo, e allora cerchiamo chi capisce quanto forte possa essere questa impotenza, anche solo per sentirsi un po’ meno soli. Patty, il tempo è anche galantuomo, non solo tiranno, passerà, pensa sempre a questo. Non lasciarti convincere da niente che non passerà, non è scritto da nessina parte che non rivivrai più dei grandi fantastici momenti. Intanto fai quello che ti va e sfrutta questi periodi per imparare quello che di buono c’è da imparare, perchè c’è anche qui qualcosa da imparare, ad esmpio a stare bene con te stessa, a sopportare senza arrendersi mai, pensa solo a una cosa: passerà, e questo è sicuro. E poi ,ci son dei fantastici momenti che ti aspettano.- Scrivi quello che vuoi (se ti va)

  27. andreapicco ha detto:

    patty lo sai che diego (quello che ha scritto degli stooges e di jimi) è un mago della chitarra? suona anche in un gruppo che fracca veramente: i kid weird and the combos.
    la prossima volta che vieni in sede portati la chitarra. lui lo trovi sicuramente il mercoledì e il venerdì pomeriggio. per un periodo non ci sarà il martedì, ma poi lo troverai anche di mertedì. ciao

  28. felix ha detto:

    ciao a tutti,in questo sabato soleggiato sto sfogando un pò di rabbia bevendo una buona bottiglia di vino bianco frizzantino trebbiano rubicone, insieme a qualche lattina da mezzo di birra e ascoltando della buona musica tekno di un rave a cui sono andato un po di tempo fa…..l’unica cosa che mi manca e un po di compagnia,la mia morosa lavora e quindi passo i miei pomeriggi solo con i miei cani,pero questo momento di euforia forse dovuto dall’alcool e dalla musica che batte a non so quanti bpm mi piace………patty non disperare,io non posso darti consigli vista la mia inclinazione a sfuggire ai problemi, in questo momento non ho nessun pensiero negativo però credo sia dovuto alla mia condizione mentale,com’e possibile che adesso che non uso piu’ l’eroina da un pezzo mi sto rifugiando nell’alcool…..secondo voi e normale che qualsiasi cosa mi annebbi il cervello e mi faccia dimenticare la monotonia di questa vita mi soddisfi?
    non lo so, però non so cosa darei per rimanere in questo stato di soddisfazzione……alla fine se alla mente serve qualcosa per aprirsi e guardare oltre perchè non darci questa possibilità

    • emigrata ha detto:

      grandi risultati dall’eroina all’alcol..rimanere sobri senza psicofarmaci e imparare ad ascoltare la propria sofferenza, questa e’ l’unica strada se vuoi risalire la china…accorciare i problemi, li allunga in realta’..

  29. andreapicco ha detto:

    confondi due piani, vecchio felix. la mente non c’entra con quello che dici tu. sono le emozioni quelle che tu annebbi con l’alcool. la mente non si apre con l’alcool o l’eroina o qualsiasi altra menata. è a livello emotivo che queste sostanze agiscono. ti dirò di più: pensa da lucido quanto potrebbe viaggiare una mente come la tua, o quella di stenky, portata per natura a viaggiare più di altre.
    spero che tu lo legga presto, perchè mi sa che le birrette nel frattempo sono aumentate…

  30. gueri 06 ha detto:

    E’ vero felix, pensa che piacere potrebbe darti la tua mente lucida con tutta la sua creatività, tutta indirizzata verso quello che ti piace, forse quello che ti manca è proprio questo: sapere quello che ti piace, e di conseguenza continui con quel poco che hai, perchè non riesci a trovare altro che ti interessi. Forse, lasciata libera, ti porterebbe da sola a nuove emozioni, fino ad ora coperte dalle sostanze, che meritano di essere vissute

  31. patty ha detto:

    ok verrò in sede con la chitarra…

  32. andreapicco ha detto:

    grande patty!

  33. gio1973 ha detto:

    c’è qualcuno?

  34. LILA ha detto:

    RAGAZZI OH CHE MONDO VERAMENTE DI MERDA!! POSSIBILE CHE PREVALGANO SOLO LE APPARENZE??
    OGNUNO PER IL PROPRIO INTERESSE,,,TROPPO ASSURDA QUESTA SOCIETà!!
    LA SOPPRAVIVENZA ORMAI DIVENTA DIFFICILE!!
    cmq patty anch’io c’ho una chitarra acustica…e ovviamente non la so suonare!! haha

  35. andreapicco ha detto:

    l’invito in sede a strimpellare i nirvana vale per tutti.

  36. patty ha detto:

    ok anche qualcos’altro però…

  37. diegotod ha detto:

    caz.. vi si molla qualche giorno e saltano fuori chitarre da tutte le parti.non sarebbe male divertirsi in sede con un pò di musica,due accordi si imparano facilmente e fanno tanta compagnia.insomma per me ok..
    e i ten years after?grande patty!con arrivo dei cd ho dovuto eliminare le cassette se no in casa non ci stavo più.ma ho perso certe perle tipo loro.
    appena ho un pò di tempo provo a caricare nel blog un pò di music,credo si possa fare

  38. andreapicco ha detto:

    ehi patty e lila, dove siete?

  39. patty ha detto:

    io sono qui. ho passato il fine settimana con gil adesso sono—mi tocca— essere di nuovo qui.
    Lila fatti sentire!!!!!!!!!

  40. patty ha detto:

    ah, cmq…. mercoledì ci vengo in sede……………….. aspettami diego che ti rompo le palle!!!!!!!!!

  41. andreapicco ha detto:

    mercoledì chitarristico, allora.

  42. LILA ha detto:

    anch’io son qua! :p dai forse domani vengo anch’io con la patty!

  43. diegotod ha detto:

    ciao patty com’è?l’altro giorno ero un pò indaffarato e non abbiamo schitarrato molto ma ci rifaremo alla prossima.ah.. su myspace ci trovi a http://www.myspace.com/kidweirdthecombos. a presto

  44. andreapicco ha detto:

    quanto dobbiamo aspettare ancora per un’autorecensione dei kwtc?

  45. diego ha detto:

    ..non si può autorecensirsi,carissimo non sei al mare?

  46. semplicemente gio ha detto:

    ciao io sono Gio’…certo che ne scrivete di cose!!!oggi il sole e’ ad intervalli, ma e’ comunque una bella giornata… Buona giornata a tutti!!!Che sia foriera di cose positive e bellissime in momenti cosi’ difficili…

  47. andreapicco ha detto:

    compleanno di un’amica della demetra. si parte domani mattina…

  48. felix ha detto:

    ciao ragazzi e da un po che non mi facevo sentire, ultimamente la mia testa non mi aiuta tanto quindi la voglia di scrivere è poca,vi ho seguito lo stesso ma ogni volta che leggo di partite a calcetto o di altre attività vado ancora più in paranoia quindi esco subito dal blog….cerco di riempirmi la mia testa vuota di qualcosa che mi faccia dimenticare questo triste periodo di detenzione….lo so sembra triste,ultimamente mi sento come senza carattere,mi chiedo ma chi cazzo sono veramente,è possibile che non riesco a fare una giornata normale senza annebbiarmi il cervello,il fatto è che mi rendo conto di questo solo in certi momenti perchè il resto è solo un cercare di non pensare o stare bene per evitare la tristezza….ogni tanto mi convinco che è semplicemente la situazione in cui sono che mi porta a questo invece so che quando avrò la libertà di nuovo tutto questo sarà passato e quindi sarà qualcos’altro che mi porterà alla vita di prima perchè nella mia testa c’è ancora un pensiero fisso..e voi potete immaginare qual’è……in questi giorni volevo scrivere qualcosa ma visto che avevo troppe idee negative e pensieri che secondo me non erano tanto in linea con questo blog ho preferito tacere poi ho detto forse qualche consiglio è meglio che lo ascolti per vedere se mi rimane qualcosa…..vi saluto…..un saluto particolare a gigi e andrea……

  49. gueri 06 ha detto:

    felix sono guerrino, quello del calcetto, non ci conosciamo personalmente ma sento parlare di te in sede, hai ragione è tutto dovuto al momento, il tempo passerà e tu lo sai bene, anche se lì è lento a passare, passerà. Io non sò quanto ti manca, ma devi fare qualcosa che ti aiuti a far passare sto tempo, non sei ben ambientato dentro? cerca di fare qualcosa che ti faccia non pensare, parla, scrivi, leggi, fai palestra, da mangiare, organizzati qualcosa, qualsiasi cosa. Lo so che è facile dirlo ma qualcosa devi provare a fare, anche il solo provare è già fare no? Perchè non scrivi nel sito ogni giorno, fai sapere se si può fare qualcosa da fuori. Scrivi!

  50. gio1973 ha detto:

    Ciao Felix, sono Giorgia. Niente paranoie: il blog non è fatto solo per raccontare giornate gioiose o partite di calcetto, ma anche per accogliere sfoghi come il tuo,per comunicare stati d’animo che non per forza devono essere idilliaci. Quindi hai fatto più che bene a scrivere quello che senti.
    Non ti conosco però il tipo di riflessioni che fai sono profonde,appartengono ad una persona intelligente…. e alle persone così, non” rimane ancora qualcosa”…ma MOLTO, MOLTISSIMO!!!!!!

  51. Manu con la E ha detto:

    Ciao Felix, sono Manu. Ti ho letto ieri ma raccolgo le idee solo stamattina. Non c’è nulla dei tuoi pensieri che non sia in linea con questo blog, non ti deve nemmeno passare per la testa. Qui c’è spazio per tutti, per chi è felice, per chi è triste, per chi cambia umore di giorno in giorno, di ora in ora…cogli l’attimo e quell’attimo ci può stare in questo blog. Come vedi sono già la terza che ti risponde, vuol dire che non sei passato inosservato! Vuol dire che ci son persone dietro a queste tastiere. Vedi Felix? Poi il tuo nome o soprannome promette felicità, credici fino in fondo.
    Mi viene in mente una frase che avevo letto tanti anni fa in un bigliettino: anche dietro le nubi più buie il cielo non si stanca mai di essere azzurro! Ed è questo che ho pensato quando ho letto le tue righe, quel non stancarsi mai. E’ il segreto della tua forza. Si percepisce che non ti manca il coraggio! quindi Felix, scrivi, insisti, fatti sentire in questo blog. La tua testa e il tuo cuore sono tutt’altro che vuoti e come vedi anche i nostri hanno voglia di stare a sentirti!!!Baci.

  52. gueri 06 ha detto:

    voglio fare pubblici ringraziamenti a tanta gente che in un modo o nell’altro frequenta la sede e il sito. Sin dall’inizio ho avuto bisogno di tante cose, cose che qui nessuno si è mai sognato di negarmele, mai nessuno mi ha detto:aspetta un’attimo, adesso non posso, e garantisco che le occasioni non sono mancate, a volte non c’è neanche stato il bisogno, non dico di chiederle ma neanche di farle capire, che mi ritrovavo con qualcuno vicino. Un’esempio su tutti, solo perchè è l’ultimo, senza voler togliere niente a nessuno, chi mi conosce sa che non dico cose tanto per dire, è stato il may day che ho lanciato ieri. Mi sono ritrovato con messaggi, telefonate e offerte di aiuto un pò da tutti, io a un certo punto, visto che non ne uscivo, pensai ad una pausa in attesa di momenti migliori, ma i filo panchinari non si sono arresi, di conseguenza adesso mi ritrovo con quello che volevo, insomma finchè non ho avuto quello che cercavo non mi hanno permesso di mollare. Questo è quella che io chiamo forza del gruppo. Non è facile avere un gruppo così, per molti può essere proprio quello che ci vuole, meditate gente meditate

  53. felix ha detto:

    grazie a tutti per l’interessamente e per i consigli….volevo precisare a gueri che non sono più in carcere,ormai sono da un po’ ai domiciliari,lo so questo dovrebbe farmi sentire meglio visto che qui o i miei cani,la mia morosa e comunque non devo chiedere niente a nessuno però anche qui visto che sono tutti i giorni da solo un pò di sconforto viene e poi si sa quando hai la libertà dietro una porta che puoi aprire quando vuoi viene più difficile rispettare le regole,poi d’indole sono uno che non ci sta tanto alle regole,infatti mi sto comportando bene non tanto per me ma per quella santa donna che è la mia morosa che mi è stata vicino sempre e visto che non ho mai combinato niente di buono almeno questo…..anzi un’altra cosa buona che ho fatto è stato togliermi il guinzaglio del metadone.Ogni tanto però rileggendo quello che ho scritto mi chiedo che se sono uno che si lamenta troppo alla fine adesso sono a casa dovrei pensare un pò più positivo e forse anche pensare a alcuni di voi che hanno problemi peggio dei miei che non si possono risolvere….io devo solo aspettare il fine pena!Comunque di nuovo grazie…

  54. gueri 06 ha detto:

    Ei felix, mi riconosco in pieno su certe cose che dici, sulle regole, sul metano che ti sei tolto, che ancora non ho capito se è meglio o peggio della roba, sul fatto che rileggendo i tuoi scritti rimani stupito di quello che leggi: ma come ho potuto scrivere questo. Ebbene felix, io penso che non ha importanza se sei uno che si lamenta troppo o meno, secondo me è importante quello che fai, fai un qualcosa, che solo tu sai quanto ti costa, non tanto per te, ma per quella che tu chiami la santa donna che ti è stata sempre vicina, ei felix, non sminuirti, questa è una grande cosa, questo, E’, un molto di buono, no? Sei un puro felix, sentiti orgoglioso di questo, di quello che fai e perchè, già questo non è male come motivo per continuare a farlo. E anche sul metano secondo me hai ragione,: una cosa buona che hai fatto, già, che hai fatto! Quello che è fatto è fatto (sempre fatto, scusa, deformazione professionale) non vale più, ora punta a quello che può essere ancora fatto (daiie) cercalo come prossimo obiettivo, lo sai no che avere obiettivi significa vivere alla grande, puntare a qualcosa è motivo di orgoglio personale, e chi è orgoglioso di se dà il meglio anche verso gli altri, riempi le tue giornate cercando i tuoi nuovi obiettivi, preparati il terreno per quando potrai muoverti, e non vedere tutto nero, perchè non lo è, continua così: fatti (ridaiie) bon bon. lè meio che seri qua, senò vado fora a combinar. ciao, scrivi

  55. felix ha detto:

    Per l’ennesima volta l’idiozia di alcuni ragazzi ha fatto un’altra vittima,forse non appertenevano a nessuno schieramento,non erano teste rasate ma il comportamento è quello quindi vorrei esprimere una mia opinione ma lo voglio fare non con parole mie ma con quelle di una canzone dal testo duro ma secondo me molto significativo:
    “Bigattini inamidati tutti turgidi e induriti se ne vanno per la strada tutti pieni ed impettiti e si sentono virili,atletici e puristi sono merda secca al sole….domenica allo stadio tutti a sfogare frustazioni accumulate in settimana ad obbedire,obbedire a un potere strumentale o capitale…..e cala la notte e metti apposto le cartelle regola i calzoni con due comode bretelle si rasano la testa e incomincia la giostra….drogato,negro,frocio,comunista,terrone,punkbestia,sadomaso,travestito è inutile nasconderti sarai individuato e nel cuore della notte sarai sprangato….ti nascondi dalle spade mi colpisci con le lame senza mai vederti in faccia non serve a niente con la tua puzza di merda io ti distinguo fra la gente….nulla può smentire la natura di bastardi generati come automio peggio bene di consumo,sistematicamente merda!per chi vende immagini ricicla stereotipi a reti unificate per la brava gente l’informazione di regime non vede e non sente niente e non si parla di chi ha picchiato,bruciato mentre il fascista oggi è a guardia dello stato e in nome di un valore finto uccide per istinto come bestie feroci accecate dalla sua idiozia,la sola costante è in culo alla gente che pensa incoerentemente….sta a sentire verme schifoso tu non mi fai paura io ti mando a riposo,c’è una sola violenza che posso accettare è lotta di classa contro potere,violenza dettata da necessità,necessità oggettiva quella di poter campare,di campare liberato da un lavoro salariato,ma la tua violenza l’ho già spiegato è l’azione più eclatante,miserabile e potente di chi non può far più niente disprezzato dalla gente…..servi dei servi dei servi!!!”
    alla prossima…

  56. gigibagigi ha detto:

    felix sei un grande.a fine mese siamo a villanova con la nostra ciurma x il 3 torneo di calcio antirazzista non e che magari ti danno un permesso x partecipare cosi ci diamo un abraxo ciao anarcocompagno

  57. paola ha detto:

    BD1144-L-allenamento-di-Ronaldo.jpg (64K)

  58. felix ha detto:

    ciao gigi….sono contento di sentirti e spero tu stia bene a quanto leggo siete molto impegnati in questo periodo,buono quando c’è sempre qualcosa da fare e poi se non ricordo male mi dicevi che il sole ti mette di buon umore quindi penso sia un periodo tranquillo….per il torneo io ci verrei molto volentieri ma il foglio di via da pn è ancora valido quindi è inutile chiedere un permesso,si potrei chiederlo per qualcos’altro e poi venire lì ma sai com’è mi conoscono abbastanza in quel di pn…..comunque il 21 di questo mese ho l’appello,oggi saprò se il mio avvocato si presenterà visto che vorrebbe dei soldi che non ho quindi devo solo sperare in un suo gesto di bontà…..bontà si con tutti i cazzo di soldi che fanno alle nostre spalle e si che un pò ne ha presi ma non si accontentano mai sti bastardi!
    Vabbè ora mi metto a dare una sistemata alla casa,cazzo da quando sono uscito mi è venuta una mania(la miky la chiama paranoia)per l’ordine,non so propio che cazzo ho in testa!!!

  59. andreapicco ha detto:

    cazzo felix, ordine e disciplina?

  60. felix ha detto:

    ehi forse mi sono spiegato male caro andrea….il fatto è che prima usavo la casa solo per dormire ora che ci vivo 24 ore su 24 quelle cose tipo lavare i piatti,dare una pulita per terra oppure semplicemente buttare le cose nel cestino invece che lasciarle dove sono mi aiutano a riempire un po il vuoto delle mie giornate,ormai faccio le cose un pò da automa e per quello che parlo di paranoia,perchè so che quel tempo è dedicato a una cosa poi un’altra,pensa che tra pochi giorni devo iniziare a imbiancare,e da un pezzo che la miky mi chiede di farlo visto che adesso ho tempo da buttare poi visto che lei lavora e porta i soldi a casa mi tocca impegnarmi e evitare che faccia lei le cose che di solito in una coppia fa una donna….e poi io non ho nessun problema a prendere una scopa in mano e dare una ramazzata……ecco dal carcere mi sono portato via alcune abitudini come pulire quando si sporca e farsi la doccia spesso….non che prima non mi lavassi ma diciamo che non avevo propio un bellissimo rapporto con l’acqua……..morale della storia,più che ordine e disciplina mi sembra più IMPEGNO e un pò più di RESPONSABILITA’!!!!
    ricordati che il mio orientamento è più verso il DUBITARE,DISOBBEDIRE e TRATTARE!!!
    invece parlando d’altro volevo chiederti se avevate notizie del ceko perchè io gli ho scritto ma non ho mai ricevuto risposta,insomma se lo vedete o cosa fatemi sapere.
    bueno un saluto a tutti…

    • emigrata ha detto:

      come che di solito in coppia fa una donna?? Ma da dove vieni? Mio padre e’ del 40 ‘ e non fa discorsi tanto maschilisti, sarebbe ora che ti dessi da fare e facessi il tuo dovere, povere donnine sempre pronte a fare le crocerossine per questi relitti umani, incapaci di prendersi uno straccio di responsabilita’ e tutti a dirgli poverino ma poverino de che??? Lavoro, pulizie quotidiane, mantenimento di una casa rientrano nei normali compiti di una persona, tutti abbiamo problemi e sai perche’ sei paranoico e depresso perche’ ti sei reso conto di quanto hai gettato anni della tua vita nelle sostanze, troppo comodo, ora goditi l’inferno forse solo cosi’ risalirai

  61. andreapicco ha detto:

    ceko in gran forma, sposato, lavoratore, sistemato. sarà ovviamente parte degli outlaw ragazzi della panchina che si schiererarnno a fine mese in quel di villanova al torneo antirazzista con l’ambizione di passare il turno. penso che a parte i piedi che gli puzzeranno come una volta, il cambiamento in un anno sia a 360. un grande. come te, che stai diventando uomo…saluti alla miky e a skip!

  62. gio1973 ha detto:

    scusate ma quest’anno non partecipiamo all’iniziativa del Comune “della raccolta scovazze”?

  63. Manu con E ha detto:

    Libertà di parola giusto? Mi rivolgo alle donne del blog che si truccano e che usano il mascara. Ne ho scoperto uno PARANORMALE. Semplicemente sbalorditivo. Se qualcuna è interessata do informazioni più precise.

  64. gio1973 ha detto:

    IO NON MI TRUCCO PERò SE è COSì SBALORDITIVO POSSO DIFFONDERE LA NOTIZIA TRA LE MIE AMICHE.

  65. Manu con E ha detto:

    Ciao Giorgia, che piacere sentirti!Allora sabato sono andata a comprare un mascara nella mia solita profumeria a Sacile. I mascara son di due tipi: 1) waterproof 2) normale. Il primo resiste, non cola, respinde appunto l’acqua con lo svantaggio che per toglierlo praticamente ti levi un occhio alla volta. Il secondo viene via facilmente con acqua e sapone ma cola un sacco e se si suda rischi il famoso effetto panda. Bene. Quello che stavolta la signora mi ha proposto (mi ha dato un campioncino di prova e domani mi fiondo a comprarlo) è un mascara con pennellino classico che non dipinge le ciglia ma le riveste. Le ricopre di una sottilissima guaina. Il vantaggio? Un assoluta resistenza ad acqua, sudore, lacrime e il miracolo di levarlo solo con un po’ di acqua tiepida e strofinando le ciglia con le dita. In sostanza si vedono proprio staccarsi dei piccoli pezzetti di pellicola nera, assolutamente innocui e che non macchiano nè il viso nè l’asciugamano. Spettacolare. Chiaramente testato per occhi sensibili e portatori di lenti a contatto.
    http://www.finmark.it/prodotti/blinc-mascara Questo è il link che fa vedere il prodotto. Io l’ho trovato in una profumeria a Sacile come dicevo, quindi non credo sia difficile da reperire: blinc mascara, questo è il nome(c’è anche l’eye liner). E’ o non è una cosa che andava detta????? :0)))

  66. gio1973 ha detto:

    DIFFONDERò IL VERBO

  67. semplicementegiò ha detto:

    cara manu, io amo i trucchi (in tutti i sensi, anche se non sono una maga…) e mi piace molto il mascara, soprattutto quello bluette, che mi fa gli occhi più colorati… e sono d accordo con te per il fatto che spesso il rimmel dà prurito agli occhi!Non dimenticherò mai quando nel lontano ’85, visitando i magazzini harrod’s a londra, notai le commesse che avevano il rimmel colorato, ma non di un colore solo, di più colori: fucsia, bluette, arancione… che belle, tutte snelle, coi tacchi, vestite eleganti!

  68. Manu con E ha detto:

    Ecco allora semplicementegiò questo lo devi proprio provare! C’è anche colorato, ovvio.
    Io adoro i cosmetici. Da piccola li chiamavo i “brucchi” e ricordo ancora il profumo dell’ombretto in crema di mia mamma. Passerei ore dentro in profumeria. E spendo piccoli patrimoni. Pensa che ogni tanto mi trucco il viso a metà per vedere con quale soluzione sto meglio. E adesso mi sto lanciando anche sul colorato, dopo “una vita” di ombretto marrone o grigio scuro. Ho riscoperto il viola e l’oro. mmmmmmm, che meraviglie! E a detta dell’estetista dove vado ogni tanto a risistemarmi, ho anche una buona mano, sicura nel tratto. Quindi, avanti tutta!

  69. semplicementegiò ha detto:

    bello l’oro! quando ci conosceremo, un giorno se vuoi ci trucchiamo a vicenda!

  70. Manu con E ha detto:

    Non avevo avuto il coraggio di chiedertelo! sìììììììììì!!!! Intanto arricchisco il mio beauty case. Domani tappa in profumeria. Mascara sicuro e qualcosa mi dice che non comprerò solo quello…..

  71. guerio6 ha detto:

    c’è la paola in sede

  72. Manu con E ha detto:

    Infatti c’è il sole!

  73. paola ha detto:

    Manu ..poi è venuta la pioggiaaaaaaaaaaaaaaaa

  74. felix ha detto:

    ciao ragazzi tutto bene?ieri sono stato a trieste a fare l’appello,era una bellissima giornata e sono riuscito a vedere un po di mare…per quello che riuscivo a vedere dal blindo…però dai sono stato lo stesso contento….mi hanno tolto 6 mesi per la ricettazzione quindi adesso fine pena 19 aprile 2009,tra qualche mese,spero il più tardi possibile,aspetto il definitivo e dovrò per mia sfortuna tornare a fare visita al castello,comunque devo ancora chiedere i giorni quindi in fin dei conti non mi rimarra tanto da fare,se sono fortunato mi arriverà a settembre quindi riesco a recuperare un altro semestre scontato ai domiciliari se mi dovesse arrivare prima pazienza,poi forse una volta dentro mi ridanno i domiciliari visto che mi sto comportando bene…comunque sono contento almeno adesso ho le idee chiare e so quando finirò….per il resto tutto bene,immagino che lo spettacolo vi sia andato bene,come poteva essere altrimenti….una saluto a tutti alla prossima…!!!

  75. gio1973 ha detto:

    super telepatia: proprio oggi pensavo che era un po’ che non ti facevi sentire. Sono contenta di sentirti così positivo. Alla grande!!!!!!!!!
    Ciao

  76. Manu con la E ha detto:

    Con le tue parole hai regalato il mare anche a me dalla finestra dell’ufficio! Bravo Felix, così si fa!Grazie!

  77. gio1973 ha detto:

    Manu ho un messaggio da parte di semplicementegiò : “Grazie mille per il rimmel. La settimana prossima sono libera ci possiamo mettere d’accordo per trovarci e truccarci. Che ne dici? ciao”

  78. Manu con E ha detto:

    Ciao donne, di nulla Giò, è stato un piacere. Il “mio” rimmel è un portento, resiste a tutte le intemperie! Quanto allo stage da visagiste ci sentiamo tra qualche gg così vediamo come sono messa anche io! Un abbraccio.

  79. LILA ha detto:

    ciaooooooooooo gente vi saluto!!
    io parto per due mesi a fare stage a padova!!
    mandi

  80. andreapicco ha detto:

    ciaoooo lila, resta comunque in contatto! ci vediamo quando torni!

  81. gio1973 ha detto:

    in bocca al lupo. Ciao.

  82. patty ha detto:

    ciao lila, magari ci becchiamo un giorno ti ho detto che ho una sorella là a pd… 1 bacione

  83. LILA ha detto:

    CHI VA A MESTRE IL 21 PER SEX PISTOLS E STOOGES??
    IO CI SARò SICURAMENTE….

  84. felix ha detto:

    ciao ragazzi sono tornato dopo un periodo di torpore dovuto a qualche birretta e qualche bicchiere di vinello in più…comunque adesso tutto ok…in questi giorni parlando con l’avvocato e spinto da un attimo di buon senso ho provato a cercare lavoro ma visto che di permessi per andare a cercarlo non se ne parla ho pensato di telefonare(si naturalmente non io) a tutte le cooperative della zona,credevo fosse più semplice ricevere almeno qualche risposta positiva visto che il loro scopo dovrebbe essere quello di aiutare chi si trova in situazioni come la mia,comunque non voglio polemizzare su questo anche perchè il mio pensiero è quello che molte cooperative marcino sopra i problemi della gente,morale della favola l’unico che ho trovato disponibile a farmi fare un colloquio è tra l’altro qualcuno che anche voi conoscete il sig. Della valle della cooperativa l’agorà quindi il 26 ho questo colloquio….ho trovato una foto di gigi nel sito della cooperativa e mi sono detto “cazzo che coincidenza”…speriamo vada bene almeno le mie giornate non trascorreranno sempre uguali…..invece se vedete il ceko diteli di farsi sentire avrei voglia di sentirlo,abita ancora con sua mamma? se ha un’email o un numero di tel. potete chiederli se vuole darmelo…saluti a tutti ciao

  85. Manu con la E ha detto:

    Ueeee Felix, che piacere! Ma non è che in qualche modo anche noi ti si può aiutare a trovare lavoro? Ok il colloquio del 26 ma meglio farne più di uno no? Mmmm, tipo un curriculum, qualcosina da mandare anche a qualche azienda. Se ti va butta qui dentro qualche informazione in più , che ne so, il lavoro che vorresti fare, le tue esperienze precedenti… se invece hai già fatto tutto quello che potevi allora un grosso in bocca al lupo per il 26 e a risentirci prestissimissimo!!!!

  86. felix ha detto:

    grazie per l’interessamento Manu con la E,è chiaro che qualsiasi aiuto è ben accetto quindi se sapete di qualcosa mi potete far sapere…..invece vi chiedo di leggere questo testo è scritto dal comitato piazza carlo giuliani chi volesse può copiarlo,firmarlo e inviarlo a questo indirizzo https://servizi.quirinale.it/webmail/ basta cliccare su posta elettronica, è il sito della presidenza della repubblica:
    Gentile presidente,
    il parlamento sta per approvare una norma che bloccherebbe una serie di processi riguardanti fatti avvenuti prima del 30 giugno 2002.
    Fra questi vi sono i processi relativi ai fatti di Genova del luglio 2001, quando le garanzie costituzionali furono ripetutamente calpestate, come ormai accertato sul piano storico.
    La norma in questione bloccherebbe due procedimenti arrivati ormai alla vigilia della sentenza di primo grado.
    Nel primo, riguardante i maltrattamenti inflitti a decine di detenuti italiani e stranieri nella caserma di polizia di Bolzaneto, sono imputati 45 appartenenti alle forze dell’ordine: secondo il calendario fissato dal Tribunale di Genova, la sentenza è prevista entro la fine di luglio.
    Nel secondo processo sono imputati 29 funzionari e dirigenti di polizia per i pestaggi, le falsificazioni, gli arresti arbitrari di 93 persone (fra le quali 75 di nazionalità straniera) all’interno della scuola Diaz: la sentenza è attesa per il mese di novembre.
    Centinaia di vittime dirette dei soprusi e tutti i cittadini democratici – io fra questi – guardano al tribunale di Genova con una sincera aspirazione alla giustizia. Bloccando i processi alla vigilia della sentenza, la fiducia mia e di tutti i cittadini nella legalità costituzionale sarebbe irrimediabilmente compromessa. A Genova lo stato di diritto fu sospeso e furono compiuti abusi inconcepibili per un paese democratico: è inaccettabile – e pericoloso – che si impedisca alla giustizia di fare il suo corso.
    Per questo Le chiedo di intervenire, con tutti gli strumenti a sua disposizione, affinché nel nostro paese non si compia un simile arbitrio.
    Cordialmente,
    un cittadino democratico, firma
    una domanda mi sorge spontanea:che sia forse fatto apposta per insabbiare tutto questo o altro commesso da qualche politico oggi al potere????????
    saluti a tutti alla prossima

  87. gio1973 ha detto:

    Ciao Felix, ho letto oggi sul blog di Beppe Grillo un articolo di Travaglio dove ci rende partecipi di alcuni risvolti che avrebbe la “legge sicurezza” (anche detta “legge Berlusconi”). Beh sono sempre più demoralizzata.
    Possibile che nessuno degli elettori di destra si indigni difronte a queste cose… Non posso credere che tutti quelli che lo hanno votato siano d’accordo con questi provvedimenti e non si accorgano di leggi fatte per proteggere caste e non per il popolo.
    Per quanto poco io possa stimare quegli elettori non vedo come non possano accorgersi di tutto questo.

  88. diego ha detto:

    messaggio per conto di max flagello: “Pupe on line il grande max flagello oggi è in sede e sente l’estate. Se volete passare.. non sapete cosa vi perdete, a buon intenditore poche parole..”

  89. gio1973 ha detto:

    MESSAGGIO FORTE E CHIARO PER L’AMICO DEL GIAGUARO….

  90. Manu con E ha detto:

    In bocca al lupo a Felix per il colloquio di domani!!!!!!!

  91. felix ha detto:

    grazie ma niente colloquio,mi doveva mandare uno scritto così potevo fare l’istanza per il permesso ma non mi ha mandato niente e dopo varie telefonate e messaggi non si è fatto più sentire…..ci sono rimasto di merda anche perchè se uno cambia idea può anche farlo sapere,la mezza speranza che avevo è andata a farsi fottere….e poi non bisogna incazzarsi!!

  92. Manu con E ha detto:

    E che cazzo! Non scherzerai mica! Si può fare qualcosa?

  93. andreapicco ha detto:

    felix, mi era venuta una curiosità: le lettere che ti abbiamo mandato quando eri in ferie obbligate ce le hai ancora?

  94. felix ha detto:

    certo…ho tutte le lettere che mi sono arrivate in quel periodo….da li si vede chi si ricorda di te quindi sono un bel ricordo da tenere…….a proposito mi sono nati ieri 6 cuccioli,4 femmine e 2 maschi bellissimi se qualcuno volesse prenderne uno più avanti si può far sentire…..ciao

  95. andreapicco ha detto:

    grande felix! ascolta, avrei bisogno di fare delle fotocopie delle lettere, che c’è un ragazzo che sta facendo la tesi e avrebbe bisogno di vederle. come si può fare? la michela lavora in zona o passa per pn? si tratta solo di cinque minuti: faccio le fotocopie e gliele torno.

  96. andreapicco ha detto:

    grande felix! ascolta, avrei bisogno di fare delle fotocopie delle lettere, che c’è un ragazzo che sta facendo la tesi e avrebbe bisogno di vederle. come si può fare? la michela lavora in zona o passa per pn? si tratta solo di cinque minuti: faccio le fotocopie e gliele torno.

  97. felix ha detto:

    ciao andrea adesso leggo il tuo messaggio sai ho avuto da fare….!!!!adesso vedro con miky se riesce a fare un salto li oppure vediamo di risolvere in un’altra maniera….comunque mi faccio sentire io…ciao

  98. gio1973 ha detto:

    messaggio per tutte le ragazze che la sera della pizza mi hanno chiesto la ricetta degli struffoli napoletani: “Non mi sono dimenticata, mia mamma torna questa settimana e prometto che la prima cosa che farò è procurarmi la ricetta e scrivervela. Abbiate fiducia!!!!!!!!!!”.
    Ciao Gio

  99. andreapicco ha detto:

    allora sti struffoli?

  100. felix ha detto:

    hola ragazzi come va?io sono sempre qui ormai senza neanche tante parole,in questo periodo sono stato impegnato con i 6 cuccioli che ormai sono gia andati via,questo giro ci sono rimasto piu’ male del solito visto che praticamente passavo tutto il giorno sdraiato per terra con quei piccoli bastardini e poi comunque mi tenevano impegnato.Per il resto tutto come al solito,giornate troppe calde e quindi cervello un po’ annebbiato per usarlo mi accontento di farmi scivolare addosso con la massima calma questo tempo che sembra non passare e cerco di stare calmo e non incazzarmi per qualsiasi cosa anche se e veramente difficile quando convivi con una donna e sei in una brutta situazione, per di più sei abbastanza sano da capire quanto le idee di uno siano spesso totalmente diverse da quelle dell’altro e allora ci vuole calma e poi chi me lo fa fare di arrabbiarmi quando non posso sfogare la rabbia da nessuna parte…..tanti dicono “la rabbia deve essere costruttiva”..per me questa e’ propio una cazzata come fa uno a fare cose positive quando si incazza e non può prendere e casomai andare a fare un giro o comunque distrarsi in qualche maniera…..e allora ti tieni tutto dentro e aspetti ma quando arriva il momento che sbotti di sicuro non fai un cazzo di costruttivo!vabbe’ si va avanti e basta quando finira’ questo periodo guardero’ indietro e diro’ fanculo a tutto e’ passato…forse ho imparato qualcosa…ma forse non ho imparato propio un cazzo io mi sento ancora piu’incazzato di prima….si vedra’….
    invece Andrea se ti servono le lettere te le spedisco fammi sapere…saluti…

  101. andreapicco ha detto:

    sì grande felix spediscici le lettere, che poi io le fotocopio e te le rispedisco. l’indirizzo, se non te lo ricordi è i ragazzi della panchina viale grigoletti 11 pordenone. grazie ciao

  102. andreapicco ha detto:

    grazie felix! arrivato il malloppo. faccio tutto e rispedisco. ciao!

  103. gio1973 ha detto:

    ciao. se sentite Zamai gli dite se può chiamarmi?
    Grazie mille.
    Gio.

  104. andreapicco ha detto:

    certo! ciao.

  105. felix ha detto:

    ciao ragazzi e da un po che non ci sentiamo e così in questo pomeriggio primaverile ho pensato di fermarmi a salutarvi…qui comunque tutto bene in questo periodo sto bene e “sorrido”molto di più quindi non posso lamentarmi per il resto nessuna novità,il definitivo mi deve ancora arrivare quindi intanto passo le giornate ascoltando tanta musica e leggendo cercando così di “evadere”almeno con i pensieri da questi 60 mq che mi dividono dalla libertà….un saluto a tutti,salutatemi il max (moras)…..alla prossima ciao

  106. andreapicco ha detto:

    grande felix, appena max passa di qua li faccio leggere i tuoi messaggi sul blog. la prossima settimana ti rispedisco le lettere. quanto manca ancora per respirare un po ‘ di aria buona?

  107. felix ha detto:

    hola andrea….il fine pena è aprile 2009 però appena mi arriva il definitivo chiedo i giorni e se va bene per gennaio sono di nuovo in pista…non vedo l’ora!!!

  108. semplicementegiò ha detto:

    felix: tanti saluti da max moras chè qui al mio fianco. se vuoi telefonargli 3477464484. un bacio forte da un amico

  109. felix ha detto:

    hola ragazzi ho letto sia sui giornali che qui dei vostri spettacoli e volevo farvi i complimenti…sempre alla grande!!!
    visti gli ultimi fatti successi nel nostro bel paese che dimostrano quanto la giustizia non sia uguale per tutti e che lo stato non si tocca punto e basta volevo farvi leggere un’ articolo di una rivista anarchica che da un giusto senso a questo (anche perchè a dire il vero non sono così bravo a scrivere e usare le giuste parole) volevo ricordare che i fatti successi in quella scuola vanno ben oltre ogni limite,non si parla di soli pestaggi ma di vere e propie torture sia fisiche che psicologiche,quello che fa veramente incazzare è che propio chi ha ordinato e materialmente eseguito quel massacro quando inizia a indossare quella divisa giura di osservare la costituzione italiana,ma secondo me non l’hanno neanche mai letta visto che propio i primi principi dicono di garantire i diritti di ogni persona e che tutti hanno pari dignita senza nessuna distinzione….in quei giorni ogni diritto è stato calpestato dall’assassinio di carlo giuliani ucciso da un “burattino” dello stato,ai fatti di bolzaneto al massacro della scuola diaz……non mi sembra propio un bell’esempio di democrazia…….comunque questo è l’articolo: “La sentenza del 13 novembre 2008 con la quale i giudici della prima sezione penale del tribunale di Genova hanno mandato assolti i vertici della polizia, che dei pestaggi alla Diaz sono invece responsabili, dimostra in maniera esemplare come, in un contesto di autoritarismo crescente, anche la magistratura si avvii ad amministrare una giustizia di regime. Di fatto, questa sentenza ricalca l’ordine giuridico che fu del fascismo, per il quale i protagonisti del regime e gli uomini in divisa che quel regime sostenevano, godevano sempre e comunque di una sostanziale impunità. Se il presidente Gabrio Barone e i giudici a latere Anna Leila Dellopreite e Fulvia Maggio (è bene tramandarli, questi nomi) avessero avuto un minimo di pudore, anche ammesso e niente affatto concesso che il capo della polizia e i suoi diretti collaboratori non avessero progettato e attuato alcun piano, quel presidente e quei giudici avrebbero dovuto riconoscere almeno il reato di omissione di controllo dei vertici nei riguardi degli agenti autori dei pestaggi. Per la stessa giurisdizione militare (e non solo) ogni comandante, infatti, risponde in solido dei reati commessi dai propri sottoposti. In continuità con la sentenza emessa per i fatti della caserma di Bolzaneto (dove – ricordiamolo – furono compiute vere e proprie torture fisiche e morali a danno di manifestanti del tutto inermi), il tribunale di Genova anche questa volta copre spregiudicatamente i delitti che lo stato e i suoi servi compiono nei confronti dei cittadini, riaffermando in tal modo il principio di una giustizia che, mentre colpisce con durezza estrema chi contrasti il potere, assolve i carnefici che quel potere garantiscono. Ma le immagini, riproposte dalle televisioni di tutto il mondo, di quei due poliziotti che portano all’interno della scuola Diaz due molotov per giustificare l’uso della loro violenza brutale – un modus operandi ricorrente delle cosiddette forze dell’ordine dai tempi di Scelba a quelli di Cossiga e di Scajola – quelle immagini, insieme con le altre delle vittime insanguinate, nessun giudice di regime potrà sottrarle alla memoria di quanti si oppongono, come del resto si sono opposti, a tutte le stragi perpetrate dallo stato in Italia e alle menzogne con le quali si è tentato di occultarle.”

    Fonte:Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana – FAI

    spero di non dare fastidio facendo questi commenti visto che questo non è un blog che tratta questi argomenti però io credo sia giusto ricordare e poi anche questa è “libertà di parola” o no? saluti a tutti alla prossima ciao

  110. andreapicco ha detto:

    ovvio che non dai fastidio, che discorsi sono. piuttosto, come sta?. ti devo rimandare le tue lettere. domani mattina lo faccio, giuro. a presto!

  111. felix ha detto:

    ciao andrea……sto abbastanza bene tutto procede come al solito tra tante giornate di merda e qualche spiraglio di contentezza ma in linea di massima non posso lamentarmi… il peggio e passato…. dall’ormai lontano febbraio 2007 e passato un po di tempo quindi adesso è tutta discesa…..guardo avanti così sto meglio…..saluti dalla miky…per le lettere fai quando vuoi tranquillo anche se non le spedisci non importa tanto quando sarò di nuovo libero sbucherò in sede a festeggiare…..buon lavoro a tutti ciao

  112. paola ha detto:

    ************************************************************
    ****************

    Ecco la storia e l’itinerario dei due terroristi una volta
    giunti nel nostro Paese:

    ************************************************************
    ****************

    Domenica ore 23:47:
    Arrivano all’aeroporto internazionale di Napoli, via aerea
    dalla Turchia; escono dall’aeroporto dopo otto ore perchè
    gli hanno perso le valigie. La società di gestione
    dell’aeroporto non si assume la responsabilità della
    perdita
    e un impiegato consiglia i terroristi di provare a ripassare
    il giorno dopo: chissà , con un po’ di fortuna… Prendono
    un taxi. Il taxista (abusivo) li guarda dallo specchietto
    retrovisore; e vedendo che sono stranieri, li passeggia per
    tutta la città per un’ora e mezza.
    Dal momento che non proferiscono lamentela, neanche dopo che
    il tassametro raggiunge i 200 euro, decide di fare il colpo
    gobbo: arrivato alla rotonda di Villaricca, si ferma e fa
    salire un complice.

    Dopo averli derubati dei soldi e coperti di mazzate, li
    abbandonano esanimi nel Rione167.

    Lunedì ore 04:30:
    Al risveglio, dopo la mazziata, ambedue i terroristi
    riescono a raggiungere un albergo sito in zona piazza Borsa.
    Decidono quindi di affittare un auto presso la Hertz di
    piazza Municipio. Quindi si avviano con direzione aeroporto,
    ma giusto prima di arrivare a piazza Mazzini, rimangono
    bloccati da una manifestazione di studenti, uniti alle tute
    bianche anti-global ed ai disoccupati napoletani, che non li
    fanno passare.

    Lunedì ore 12:30:
    Arrivano a piazza Garibaldi (finalmente!) Decidono di
    cambiare dei soldi per muoversi più liberamente; i loro
    dollari vengono cambiati in biglietti da 100 euro falsi!!!

    Lunedì ore 15:45:
    Arrivano all’aeroporto di Capodichino con la ferma
    intenzione di dirottare un aereo per farlo cadere sulle
    torri dell’Enel del centro direzionale.
    I piloti ALITALIA sono in sciopero perchè chiedono la
    quadruplicazione del salario e vogliono lavorare meno ore.
    Stessa cosa per i controllori di volo, che pretendono anche
    la pinza obliteratrice per tutti (altrimenti “che
    controllori saremmo”, hanno dichiarato!) L’unico aereo
    disponibile che c’è in pista è uno della MARADONA AIR
    con
    destinazione Sassari e ha 18 ore di ritardo… gli impiegati
    ed i passeggeri sono accampati nelle sale d’attesa…
    intonano canti
    popolari…gridano slogan contro il governo ed i piloti!
    Arrivano i celerini… cominciano a dare manganellate a
    destra e a manca, contro tutti… si accaniscono in
    particolar modo sui due arabi.

    Lunedì 19:05:
    Finalmente si calmano un poco gli animi.
    I due figli di Allah, coperti di sangue, si avvicinano al
    banco della MARADONA AIR per acquistare i biglietti per
    l’aereo con destinazione Sassari, dirottarlo e farlo
    schiantare contro le torri Enel. Il responsabile MARADONA
    AIR che gli vende dei biglietti, tace il fatto che il volo,
    in realtà , è già stato cancellato.

    Lunedì 22:07:
    A questo punto, i terroristi discutono se farlo oppure no…
    non sanno più se, distruggere Napoli, è un atto
    terroristico
    o un’opera di carità.

    Lunedì 23:30:
    Morti di fame, decidono di mangiare qualcosa al ristorante
    dell’aereoporto… ordinano panino con la frittata e
    impepata di cozze.

    Martedì 04:35:
    In preda a una Salmonellosi fulminante causata dalla
    frittata, finiscono all’ospedale San Gennaro, dopo aver
    aspettato tutta la notte nel corridoio del pronto soccorso.
    La cosa non sarebbe durata più di un paio di giorni, se
    non
    fosse subentrato un sospetto di colera dovuto alle cozze.

    Domenica 17:20:
    Dopo dodici giorni escono dall’ospedale e si trovano nelle
    vicinanze dello stadio San Paolo. Il Napoli ha perso in casa
    con il neopromosso Palermo, per 3-0 con due rigori assegnati
    alla squadra siciliana dall’arbitro Concettino Riina da
    Corleone. Una banda di ultra della “MASSERIA CARDONE”,
    vedendo i due arabi scuri di carnagione, li scambia per
    tifosi del Palermo e gli rifila un’altra caterva di legnate.
    Capo degli ultra e’ un tale “Peppo ‘o Ricchione” che
    abusa
    sessualmente di loro.

    Domenica 19:45:
    Finalmente, gli ultra se ne vanno.
    I due terroristi decidono di ubriacarsi (una volta nella
    vita, anche se è peccato!) In una bettola della zona
    portuale gli rifilano del vino adulterato con metanolo e i
    due rientrano al San Gennaro per l’ntossicazione.
    Gli viene anche riscontrata la sieropositività all’HIV
    (Peppo non perdona).

    Martedì 23:42:
    I due terroristi fuggono dall’Italia in zattera con
    direzione Libia, cagando fuoco per tutto il percorso,
    semiorbi per il metanolo ingerito e con una dozzina di
    infezioni a causa del virus HIV. Giurano per Allah che non
    tenteranno mai più nulla contro il nostro amato Paese.

    Gli attentati preferiscono farli negli Stati Uniti.

  113. paola ha detto:

    ECCO PERCHE’ GLI ATTENTATI NON LI FANNO IN ITALIA

  114. andreapicco ha detto:

    per felix: sei ufficialmente obbligato a far parte della redazione del giornale che stiamo facendo in sede. mi piacerebbe che tu scrivessi di qualcosa che ti sta a cuore particolarmente, scegli tu cosa. ci stai?

  115. felix ha detto:

    ciao andrea ……quando ho letto la tua proposta sono rimasto spiazzato,far parte del vostro progetto mi fa sentire al settimo cielo,non ci sono parole per descrivere lo stato d’animo che ho provato quando ho realizzato che mi state chiedendo una cosa così importante,una sensazione che forse nessuna droga mi aveva dato fino ad adesso perchè qui voi mi state dando fiducia e per me questo vuol dire moltissimo,sapere che qualcuno crede in te è fantastico……non nascondo però che molti dubbi mi sono passati per la testa infatti già ieri avevo letto la proposta però ho voluto pensarci sopra una notte perchè la paura di deludere è tanta visto che come forse tu sai non sono un tipo che riesce a portare avanti gli impegni presi…..spero che con questa “iniezione” di fiducia riesca a cambiare un pò le cose……volevo ringraziare anche la giò che apprezza quello che ho scritto e che vi ha fatto questa proposta……invece riguardo a quello che devo scrivere c’è un argomento particolare o c’è un tema libero? si può parlare di fatti successi e commentarli da buona informazione indipendente? dimmi tu e se vuoi darmi qualche info in più mandami una e-mail al mio indirizzo così mi so regolare……..ancora un grazie di cuore ciao a tutti….

  116. guerio6 ha detto:

    Non ha importanza. Non c’è niente da deludere, non ci sono impegni, vieni e basta. Ciao

  117. gio1973 ha detto:

    Felix sono contenta che tu abbia accettato!
    Ora non resta che leggerti sul giornale, quando uscirà.
    Ciao Gio.

  118. Manu con la E ha detto:

    Anche io ritengo che quello di Felix sia un bel talento per il giornale. In una pagina dedicata alla politica, così un suggerimento. Il tuo stile da “arrabbiato” verso le disuguaglianze, le tue riflessioni sociali sono molto coinvolgenti. Ma va bene tutto dico io. L’importante è..partire.

  119. felix ha detto:

    ciao andrea mi sono messo d’impegno e sono riuscito a buttare giu una bozza di quello che sarà l’articolo sul tema che mi hai chiesto ,credo che domani o dopo domani ti spedirò una copia così vedi se può andare bene….ho cercato di non essere tanto di parte spiegando in realtà come stanno le cose per dare una visione che possa far riflettere anche chi non ha di questi problemi….alla prossima ciao

  120. andreapicco ha detto:

    quando ti metti d’impegno non hai rivali, felix. chi leggerà quello che hai scritto non potrà che confermare uello che dico. a presto!

  121. felix ha detto:

    ciao andrea,sono contento che ti sia piaciuto quello che ho scritto così anche “l’ansia da prestazione” è sparita. Il mio cervello è stato per troppo in tempo in off e così quando ho iniziato a star bene ho pensato che l’unica soluzione per occupare il mio tempo in modo utile era quella di ricominciare a pensare,leggere e informarmi in modo che anche vista la situazione in cui mi trovo non sarei rimasto solo. Mi sono trovato dopo molto tempo a fare i conti con la mia vera personalità,e non parlo solo per colpa dell’eroina perchè come tu sai mi sono sempre piaciute l’anfetamina,acidi e quant’altro oltre ad avere un affetto morboso per la birra.Ero arrivato a chiedermi chi ero veramente,se tutto ciò che pensavo prima era solo condizionato dalle sostanze e soprattutto se sarei riuscito a vivere bene lo stesso con il tuo cervello vuoto da tutto questo. Mi ricordo che quando uscito dal carcere avevo il permesso per andare al sert non ho avuto neanche il coraggio di prendere il treno,non riuscivo a guardare in faccia nessuno,l’unica volta che ho dovuto prenderlo per forza appena incrociavo qualche sguardo abbassavo la testa e mi sentivo una merda,pensa che ,anche se non riuscivo a bere birra perchè stavo poco bene mi sono lo stesso portato una lattina pensando che stringere quella lattina in mano mi avrebbe fatto sentire meglio. In quei momenti mi chiedevo come facevo propio io che di solito ho sempre attaccato bottone con tutti cercando di sorridere sempre a non avere neanche il coraggio di salire su un cazzo di treno. Per la prima volta in vita mia mi sentivo di chiedere aiuto a qualcuno,io non sono un tipo a cui piace parlare molto con psicologi o altro e quando ho un problema mi chiudo in un silenzio totale,anche con mi è vicino,penso di fare del vittimismo raccontando come mi sento,sono stato abituato così,ora posso parlarne perchè è passato,ma in quei momenti avevo bisogno di qualcuno che mi spiegasse cosa cazzo stava succedendo dentro di me e se sarei più riuscito a essere quello di prima,con la stessa voglia di conoscere,girare,parlare che avevo prima. Devo dire che gli incontri con lo psicologo non mi hanno aiutato molto,forse è dovuto anche al fatto che sono partito con il piede sbagliato io, e che non sono riuscito a trovare ispirazione da quello che mi veniva detto infatti dopo pochi incontri ho deciso di non andare più cercando di rimanere solo con me stesso e darmi una svegliata,è propio vero che deve partire tutto prima da te stesso e poi farsi aiutare a continuare quello che hai iniziato.Ho trovato spesso aiuto nelle vostre parole e quest’ultima occasione che mi avete dato me ne ha dato ancora di più,mi ha aiutato anche il riallacciare i rapporti,anche se solo virtuali, con alcuni ragazzi che avevo perso di vista da un bel pò propio a causa dell’eroina,ragazzi che hanno fatto delle loro idee dei progetti,ragazzi che credono che se c’è l’hai con un sistema non puoi certo essere schiavo di una sostanza.Forse credere fortemente in un qualcosa ti può aiutare se lo colleghi ai fatti,perchè comunque le parole sono sempre solo parole ma quando passi a fatti concreti allora puoi ritenerti soddisfatto.Penso che quando qualcuno ti punisce e ti rinchiudi ancora più in te stesso li dai ancora più soddisfazione.Come stanno adesso le cose non posso dire di essere riuscito a superare i miei problemi,sarei un falso,adesso sono obbligato a non avere contatti con nessuno quindi le possibilità di sbagliare sono limitate quasi a zero,questa non è la vita reale di tutti i giorni e non credo di essere arrivato ancora a odiare l’eroina,per questo non posso permettermi di fare promesse o dire qualsiasi altra cazzata,e so anche che se appena in libertà non comincio da subito a fare qualcosa queste rimarranno solo parole scritte in un momento dove la mia testa è libera da tutte le menate della vita reale. Un saluto a tutti in particolare a gigi,bebi,ginetto e ada che anche se non saluto mai nella mia testa li ricordo con affetto. Se quando uscirà il giornale mi spedite una copia sarò contento….alla prossima….

  122. felix ha detto:

    bepi e non bebi……..

  123. diego ha detto:

    sticazzi felix, complimenti!continua a scrivere..

  124. milena chantal fornasier ha detto:

    ciao FELIX,

    sono senza parole quindi non posso scriverti molto, ma spero presto di fare la tua conoscenza !!!!

    Alla faccia del talento…..

  125. felix ha detto:

    Ormai l’informazione di regime non è più interessata ai fatti che stanno paralizzando la Grecia,secondo i più esperti non c’è più niente da dire tanto sono solo un gruppo di anarchici violenti che non ha niente da fare e mette a soqquadro la città…..intanto però durante una manifestazione studentesca un giovane di 15 anni viene colpito a morte da un poliziotto delle forze speciali greche Blue Suit,la sua colpa? manifestare e esprimere il propio dissenso per quella presenza così massiccia di forze dell’ordine e di tutta risposta tre colpi di pistola partono ad altezza d’uomo verso il povero Alexis.
    Questa si che è una bella notizia per aprire un’edizione del tg! diciamo che il quartiere era in mano agli anarchici,diciamo che la povera polizia si è trovata ad affrontare una situazione troppo difficile e soprattutto diciamo che il proiettile e stato deviato da chissà cosa……solita scusa per scagionare qualche servo armato dallo stato. Nessuno però dice che le cose erano iniziate prima di questo omicidio con lavoratori,studenti e cittadini in piazza a protestare contro un governo sbagliato,fa più notizia forse far vedere giovani che lanciano sassi contro la polizia o spaccano vetrate, non ci si sofferma però sulla solidarietà di tutti quelli si sono uniti alla rivolta, tutti quelli che non si riconoscono in un governo di destra e sono contro l’operato della polizia…..forse tutto questo fa paura……no i poverini solo loro, poliziotti che cercano di ristabilire l’ordine pubblico che armati e incattiviti si possono permettere di tirare fuori il ferro e sparare……se le cose stanno così alla forza si risponde con la forza,quello stesso governo che arma la mano della polizia deve essere messo in pericolo con la rivolta distruggendo banche,centri commerciali,concessionari,stazioni di polizia e quant’altro centri con la disfatta di un paese……quello che sta succedendo in Grecia non è violenza fine a se stessa o inutile ma è frutto di una lotta contro il capitalismo,contro le banche che fino a oggi hanno mangiato alle spalle della gente e stanno mandando in rovina la Grecia come il nostro paese, e se un giovane viene ammazzato giusto sia che la polizia venga attaccata con qualsiasi mezzo…..questa per me non si chiama violenza……questa è resistenza….e l’informazione italiana in tutto questo da che parte sta? ne ho letti di articoli e ne ho sentiti di tg con frasi tipo “ragazzo ucciso per caso”,”gruppi di anarchici che fanno il gioco del centro destra” addirittura un giornale come “liberazione” il giorno dopo l’omicidio di alexis non ne parlava neanche….e i nostri politici di sinistra? solidali con la polizia!!!
    Almeno in Grecia la sinistra si è comportata meglio della nostra,ha organizzato scioperi,è scesa in piazza e non si è dissociata dagli scontri come è successo da noi dopo il G8,la cosa più importante è che i poliziotti sono subito stati arrestati….poi si vedrà come andrà a finire però intanto un passo avanti a noi. All’informazione di regime sbagliata si risponde diffondendo articoli come questo:
    LA CRISI ARMA LA MANO DELLO STATO
    Quanto accade in questi giorni ad Atene e in tutta la Grecia dimostra come, ancora una volta, la crisi economica armi la mano dello stato. La violenza dello stato, spudorata e feroce, ritorna come strategia per tentare di uscire dalle strettoie in cui versano le istituzioni. In questo senso la Grecia è una metafora dell’occidente, con la sua classe politica corrotta all’inverosimile, con una disoccupazione galoppante, con una progressiva devastazione sociale provocata dalla privatizzazione dei servizi pubblici e da un generale impoverimento della popolazione. In Grecia, come in Italia, la precarietà del vivere si accompagna all’incertezza del futuro e a un inasprimento della repressione nei confronti dei movimenti sociali. Ma ci sono altre analogie tra i crimini compiuti dalle forze della repressione in Italia prima e in Grecia poi. Se Carlo Giuliani fu ucciso da un colpo sparato in aria (non si sa bene da chi, secondo la versione ufficiale) deviato da un calcinaccio volante, ad Atene il giovane Alexis Grigoropoulos è stato colpito (più o meno accidentalmente, secondo la versione ufficiale) da una pallottola rimbalzata sul selciato. In Italia, alla recente manifestazione studentesca a Piazza Navona, i fascisti sono stati spalleggiati dalla polizia così come testimoniato da numerosi filmati in uno dei quali un caporeparto invita familiarmente il capo degli squadristi ad allontanarsi dopo aver consumato la provocazione. In Grecia, i fascisti supportano la polizia nelle cariche ai manifestanti e nelle devastazioni, aggrediscono i militanti anarchici e danno fuoco agli spazi occupati. Vogliamo sottolineare queste similitudini operative perché esse manifestano identità strategiche con le quali i governi e le forze repressive delle istituzioni si preparano a fronteggiare le gravissime tensioni sociali provocate dalla crisi sistemica dell’occidente capitalista. Esprimiamo il nostro cordoglio ai famigliari e agli amici di Alexis Grigoropoulos, ucciso dalla polizia greca. Diamo sostegno alle lotte del popolo greco e degli altri popoli che lottano per liberarsi dai condizionamenti del potere economico e della repressione politica. Solidarizziamo con gli anarchici greci che lottano in prima fila contro il potere per costruire una società radicalmente diversa e finalmente libera dalle miserie, dal cinismo e dalla violenza del potere.

    Fonte:Commissione di corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana – FAI

    IN ITALIA COME IN GRECIA!!! ALEXIX VIVE!!!!!

  126. diego ha detto:

    ciao felix, la Ada avrebbe bisogno di una tua foto (anche al volo col telefonino) perchè sta preparando delle piccole caricature da mattere nel giornale di tutti quelli che ci hanno scritto.. in caso mandagliela a adaeada@tin.it.

  127. gio1973 ha detto:

    Ciao. Segnalo questa sera su Rai due 23.35 il “nostro amico” Moni Ovadia.

  128. gio1973 ha detto:

    Il blog sente la grande mancanza di Andrea….. Notizie sul suo stato di salute???

  129. felix ha detto:

    CONTRO IL NUOVO PACCHETTO SICUREZZA,CONTRO OGNI FORMA DI RAZZISMO,CONTRO I NUOVI CPT,CONTRO UNO STATO CHE MILITARIZZA LE NOSTRE STRADE,CONTRO GLI SGOMBERI DI SPAZI AUTOGESTITI mi permetto di diffondere questo articolo per non restare nell’indifferenza che oggi fa da padrona:
    “In questi giorni il Parlamento sta discutendo e si appresta ad approvare l’ultima serie di provvedimenti che andranno a costituire il cosiddetto “Pacchetto Sicurezza”. Un insieme di misure legislative liberticide e razziste che prima di tutto colpisce pesantemente i migranti, che vedranno ulteriormente ridotti i loro margini di libertà di movimento e cancellato ogni diritto: non potranno più sposarsi e inviare soldi a casa, riconoscere i figli e andare al pronto soccorso senza essere denunciati in assenza di permesso di soggiorno; dovranno pagare una tassa per la richiesta e il rinnovo dello stesso. L’introduzione del reato di clandestinità e lo stravolgimento del garantismo costituzionale con il progressivo aumento del potere di polizia connesso alla detenzione amministrativa (nei C.I.E. , i “nuovi” Cpt, la detenzione prevista è di diciotto mesi!) riduce la possibilità di un accesso regolare, le possibilità di ottenere il permesso di soggiorno, legato ad un contratto di lavoro ( a sua volta dipendente dal permesso di soggiorno) e aumenta la ricattabiltà del migrante stesso, funzionale al mercato del lavoro e al disciplinamento per mezzo di carceri e lager di stato. Sono previste inoltre una serie di leggi che vanno a colpire in maniera complessiva le forme di vita metropolitane: gli studenti, i precari, i writers, chi vive dinamiche di strada e chi esercita conflitto (aumento esponenziale delle pene per i reati minori, e per quelli generalmente connessi all’attività politica e alle lotte sociali con una pericolosa sovrapposizione di reati amministrativi e penali).
    In questo senso il clima di allarme sociale alimentato dai media e dall’intera classe politica la deriva securitaria, alimentata da sindaci sceriffi di qualunque colore politico è un chiaro tentativo di utilizzare le misure del controllo sociale per criminalizzare e prevenire ogni forma di dissenso. Il vergognoso uso mediatico delle orribili violenze sulle donne non sono altro che una strumentalizzazione dei loro corpi, che subiscono in questo modo un’ulteriore violenza, per legittimare un maggior dispiegamento della polizia e di telecamere nelle strade. Ulteriori politiche proibizioniste sull’uso di stupefacenti, considerato unica causa degli incidenti stradali, legittimano maggiori posti di blocco e test antidroga e limitano la libertà di movimento attraverso un inasprimento delle sanzioni amministrative. Le piazze e i luoghi di socialità diventano così luoghi “pericolosi” per l’ordine pubblico: negli ultimi mesi infatti anche a Roma sono state chiuse e militarizzate, poste sotto il controllo costante delle forze dell’ordine, in difesa di normative proibizioniste sull’alcool tese a contrastare le forme di socialità giovanile, mentre in nome del decoro urbano si reprimono i writers e si perseguitano le prostitute.É evidente come queste nuove forme di controllo sociale non vanno nella direzione di una reale soluzione delle insicurezze, i cui responsabili non sono certamente migranti e giovani, ma rappresentano una volontà di controllare i luoghi di produzione diffusi nella metropoli, di legittimare un uso massiccio delle forze dell’ordine, ma soprattutto di imporre modelli sociali costruiti sull’”obbedienza”, criminalizzando gli stili di vita giovanili definiti “devianti”, attaccando chi cerca ogni giorno di creare spazi di libertà, chi non accetta strumentalizzazioni sui propri corpi, su chi pratica il conflitto sociale. Il pacchetto tenta di costruire quindi delle norme di comportamento, di reprimere le “diversità”, di comprimere l’eccedenza entro i confini della loro “normalità” e dell’ordine. Ovvero come gestire la crisi attraverso la restrizione di spazi di libertà. collettiva ed individuale. Così come nelle dimensioni metropolitane anche all’università assistiamo a una allineamento nei confronti del governo da parte del rettore Frati che tenta di normalizzare l’università censurando espressioni di critica e dissenso, tentando di limitare la produzione culturale autogestita che eccede la presunta e menzognera neutralità dell’accademia. In questo senso sono stati portati continui attacchi alla libertà di critica, e di attacco agli spazi autogestiti, come accaduto pochi giorni fa con lo sgombero dello spazio occupato ad Archivistica.Come hanno chiaramente fatto intendere Tremonti e Maroni in questi giorni sul Corriere, l’obiettivo è attaccare i movimenti che si sono formati a partire dalle università e dalle scuole nell’autunno scorso, così come le rivolte che i migranti stanno mettendo in atto in questi giorni a Lampedusa e Massa Carrara. Noi non abbiamo paura di queste politiche securitarie e combatteremo radicalmente queste nuove forme di controllo, non abbiamo paura ma desiderio di libertà.”

    Fonte: Collettivo Autonomix

    Allego anche questo video,si intitola “L’Italia (non)è un paese razzista” basta che copiate e incollate sulla stringa sopra..
    http://www.youtube.com/watch?v=oSmpFuA_vaA

    Queste parole scritte nel 1919 da Malatesta sono la giusta conclusione per tutto questo:
    “Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza.
    E per raggiungere questo scopo supremo noi crediamo necessario che i mezzi di produzione siano a disposizione di tutti, e che nessun uomo, o gruppo di uomini possa obbligare gli altri a sottostare alla sua volontà né esercitare la sua influenza altrimenti che con la forza della ragione e dell’esempio.
    Dunque, espropriazione dei detentori dei suolo e del capitale a vantaggio di tutti, abolizione del governo. Ed aspettando che questo si possa fare: propaganda dell’ideale; organizzazione delle forze popolari; lotta continua, pacifica o violenta secondo le circostanze, contro il governo e contro i proprietari per conquistare quanto più si può di libertà e di benessere per tutti.”
    Un saluto a tutti alla prossima…

  130. felix ha detto:

    ho letto adesso il gazzettino e sono rimasto scioccato…”lasciate stare il giornale”,”troppo a sinistra”,”voi aiutate me”…..vorrei ricordare al presidente Tondo che l’informazione è una cosa importantissima e la verità spesso per quanto possa far male è giusto che venga fuori,io sento puzza di censura…mi piacerebbe essere informato su questo vostro incontro….
    firmato uno che sta a sinistra della sinistra!!!

    • emigrata ha detto:

      vorra’ dire che quando ti stuprano madre o sorella o figlia o morosa, verro’ a ricordarti che volevi tutti dentro senza un briciolo di sicurezza, sei patetico

  131. felix ha detto:

    VENERDI 6 FEBBRAIO

    POMERIGGIO: preparazione locale (cucina) adibito a sala parto,comodo scatolone con base rinforzata e stracci.

    ORE 20.30: primi lamenti,perdite,ansia e ricerca di attenzione….seduto al suo fianco cerco di rassicurare la mamma con carezze e stringendoli la zampa cerco di darle coraggio.

    ORE 21.15: si inizia a vedere qualcosa…vedo un po di bianco…poi un po di nero ..un po di marrone…ecco,ecco…uscito del tutto…la placenta confonde un po i colori ma si nota una predominanza di bianco con qualche macchia nera e marrone….piangi…piangi…fatti sentire…ok…piange e si dimena per bene mentre la mamma pensa a pulirlo…il primo è uscito,è sano e cerca subito la tetta…ora goditi questo inizio di vita!

    Mi allontano per dare un po di pace e tranquillità a madre e figlio tornando a ogni altro lamento e ogni volta che mi abbasso un nuovo corpicino e li davanti a me…
    Dopo 4 ore è tutto finito,6 cuccioli belli e sani sono venuti al mondo…il loro pianto è una gioia…le cure della mamma sono meticolose…ormai sono puliti,lei è tranquilla…è ora di vederli da vicino così da capirne il sesso e farsi un’idea…1°femmina…2°femmina…3°femmina…dai che il maschio arriva…4°femmina…5°femmina…cazz…eccolo… 6°maschio….no…poveraccio,l’unico maschietto in mezzo a così tante fammine!! Qui è d’obbligo la solidarietà maschile quindi cerco di rassicurarlo spiegandoli che nei due mesi e mezzo che passerà in nostra compagnia,prima che venga regalato a qualcuno che gli voglia bene,lo tratterò come un principino e lo metterò subito al fianco di Skip così capirà da solo quanto bello è essere un cane maschio grande!!!
    Per le 5 femminucce invece ci sarà invece un trattamento comunque da privilegiate anche se i numeri parlano chiari e noi maschi siamo in minoranza….7 a 3 per le donne…

    I primi 3 mesi per un cucciolo sono importantissimi,assorbono come le spugne e poi vederli aprire gli occhi,crescere e giocare ti da una gioia indescrivibile…si è un impegno propio perchè sono cuccioli ma è una cosa che si fa più che volentieri…
    Dal 2004, quando abbiamo preso Maggy al mercato,ho visto nascere 25 cuccioli e ogni volta è un’emozione…quindi auguri Maggy e la prossima volta più figli maschi!!!

    PS: Skip si dissocia da questo post,è nervoso e anche un pò incazzato visto che non sono suoi figli,non so se intraprenderà qualche azione legale per chiedere il riconoscimento,comunque vi terrò informati.

    se qualche lettore del blog fosse interessato ad adottare un cucciolo mi può contattare.

  132. Manu con la E ha detto:

    Felix Felix mi stai tentando. Argh.

  133. Simona ha detto:

    Ciao Ragazzi,
    mi chiamo Simona e sono un’amica di Andrea da tutta la vita, tra periodi in cui ci siamo frequentati tantissimo (da molto piccoli) a, sembra, milioni di anni in cui non ci siamo visti affatto, ma penso e spero, anzi sono sicura, con il reciproco affetto intatto nel cuore. Mi permetto di intromettermi qui perché sto leggendo il bellissimo libro di Franca (regalo graditissimo di Andrea) e non riesco a non dire qualcosa, qualsiasi cosa. Fosse anche stupida, so che la accetterete comunque.
    E quello che vorrei dire è grazie. Perché sentire che ci sono luoghi non luoghi in cui le persone, per quanto diverse tra loro, sono ancora capaci di fermarsi, spogliarsi di tutti i pregiudizi ed ascoltarsi reciprocamente dà un enorme senso di fiducia e di speranza nel futuro. Grazie prima di tutto ai Ragazzi che hanno trovato la forza di accettarsi, di mettersi in discussione e di combattere per il loro progetto. Grazie alle tante persone che li hanno aiutati senza averne nulla in cambio, almeno in quella moneta che sembra oggi l’unica in grado di pagare tutto ed invece spesso è capace di comprare solo il niente. Grazie anche a quelle istituzioni che, a prima vista ostili, per una volta con il vostro aiuto sono state in grado di discutere e litigare ma di andare avanti, di non uccidere la vostra e la nostra speranza. La speranza di un mondo fatto di persone, non di categorie, la speranza di un mondo in cui integrazione sia la parola, non tolleranza (vocabolo che detesto), la speranza che esista un antidoto al dolore esistenziale che, in qualche modo, tutti ci portiamo dentro.
    Ecco, volevo dire solo questo, e volevo dire che attraverso le parole di Franca, pur non avendovi mai visti, vi ho immaginato passeggiare allegri per le strade della città in cui oggi vivo, Roma, in giorni per voi molto importanti e in qualche modo mi sono sentita fiera, orgogliosa che la terra da cui provengo abbia prodotto per una volta non solo una quota parte del PIL (peraltro ultiamente scarsetto) di questo Paese, ma un progetto vero, un valore vero, che si può toccare. Vi auguro tutto il bene del mondo e, Andrea lo sa, se in qualche modo, anche piccolo, ci fosse qualcosa che da così lontano posso fare beh, io sono qui. Vi abbraccio tutti.

    Simona

  134. milena chantal ha detto:

    Ciao Simona,

    è un piacere leggerti e credimi, non ti sei intromessa, anzi, per averci scritto con tanta partecipazione posso solo dire che sei una di noi, una ragazza della panchina.
    Spero di non aver osato troppo a definirmi “una di noi” visto che anch’io conosco i ragazzi, il gruppo, solamente da novembre scorso, ma è, come se ci fossi già stata, magari lontano, ma con loro.
    Hai colto al volo l’essenzialità delle persone che compongono questo gruppo, che gli girano attorno, istituzioni e non, e che portano avanti con tanta passione, coraggio e voglia di fare, questo progetto, ma più che un progetto, è anche una convinzione di vita in cui le priorità definite seguono dei valori.
    Oltre la fatica, lo scontrarsi con un mondo che segue delle futili mode, comportamenti spesso inadeguati e poco responsabili e dove la persona non è persona, ma spesso una merce di scambio, c’è tanta tanta gioia tra i Ragazzi e hai immaginato bene a vederci passeggiare allegri per le strade di Roma.
    Chissà che un giorno non ci si incontri proprio nella tua città….

    Grazie di cuore ed un caro abbraccio

    Milena

  135. felix ha detto:

    Ciao ragazzi,intanto saluto tutti e faccio gli auguri al blog anche perchè mi da la possibilità di esprimere le mie riflessioni…ho avuto la bronchite ma adesso sto bene….in questi giorni di cose ne sono successe e io mi sono fatto un po di domande.Nella situazione in cui mi trovo la tv e i giornali occupano una parte importante della mia giornata,cercando così di capire cosa sta succedendo fuori dalle mura di casa mia e soprattutto quando sarò di nuovo libero devo avere paura di girare per la strada? Certo se forse avessi un’altra mentalità non riuscirei a vedere le cose come stanno veramente.Per questo mi sono chiesto: se fossi una donna giovane o casomai una signora ormai pensionata o casalinga che segue i tg o legge qualche quotidiano cosa penserei di tutta questa violenza propinata dai mass media?Non lo so,forse non posso mettermi nei panni di una donna,però posso permettermi di fare delle riflessioni su questo perchè non trovo per niente giusto questo comportamento da parte dell’informazione e dei governanti di questo paese.Tutto questo propinarci di violenze da parte di immigrati sono stati amplificati guarda caso in corrispondenza dell’approvazione del pacchetto sicurezza,cercando così di fare crescere l’odio e la paura perchè questa è l’arma con cui si vuole sottomettere il “popolo”,il terrore per loro è l’arma migliore.Vorrei ricordare che l’84% delle violenze sulle donne è commessa da nostri connazionali e soprattutto tra le mura domestiche.Vogliamo quindi sfatare questi luoghi comuni? Ormai si parla di “stupro etnico” non di un problema che come si sa riguarda la nostra società maschilista,le stesse parole del berlusca riguardo alla povera Eluana lo dimostrano:Può ancora procreare…!!Ma che cazzo di parole sono…è questo il suo punto di vista sulle donne?Chiaro allora che per difendere le “propie donne”serve disporsi in assetto di guerra con ronde,poliziotti,militari,vigili con pistola e come chiede La Russa,penitenziaria,forestale,finanza e chi cazzo più ne ha più ne metta.A me sembra che questi discorsi offendano ancora di più le donne,considerate come vittime da proteggere o prede da catturare.Siamo tutti umani e cittadini.Forse se a commettere violenze sessuali sono gli immigrati,casomai anche drogati,vanno puniti,lasciati alla piazza e espulsi e invece se sono professori,padri di famiglia,figli di famiglie “per bene” o addirittura preti devono venire quasi scusati o perdonati? Parlando con una ragazza mi scrive:”Forse non è questa la vera emergenza, il monopolio maschile del discorso pubblico, l’accondiscendenza collettiva al gioco perverso degli ammiccamenti fallocratici di vecchi tombeur de femmes, il silenzio collettivo degli uomini “normali” sulle loro responsabilità, l’incapacità di cogliere che la matrice dello stupro sta proprio nel sessismo, in una cultura che esclude dalla soggettività politica le donne e le relega al ruolo passivo di sedotte e seduttrici, donne per bene e donne male, destinatarie in ogni caso di politiche di controllo sociale volte alla disciplina del loro utero, sia esso come strumento di maschio piacere o come strumento di maschia preservazione della specie?….Come se lo stupro, in casa o per strada, non fosse frutto di una cultura patriarcale, pornograficamente fallocentrica, che vuole la donna disponibile, oggetto sessuale che sorride ammiccante dai grandi cartelloni pubblicitari sulle strade, dalle riviste dei giornali, dai reality, dal Parlamento, sempre disponibile a ruoli servili, gratis in casa e sottopagate fuori..In Italia stuprare una donna è reato, ma la “cultura dello stupro” non solo è moralmente lecita, soprattutto è socialmente e simbolicamente dominante.”… Come darle torto!!!
    A tutto questo la risposta del governo è quella di promettere più sicurezza,che giustizia sarà fatta e che proteggerà le “sue donne” come a dimostrare un’altra volta che il maschio possa dominare la donna.Questo per me significa minare ancora di più la propia libertà mettendo in luce la loro opinione sessista e razzista.Dopo queste mie riflessioni personali,visto che questo blog è frequentato da molte donne mi permetto di far leggere queste parole scritte propio da donne condividendo i pieno tutto,sperando anche che venga condiviso da voi….”Spesso noi donne ci ritroviamo ad essere oggetto del discorso, della cronaca nera, dei media, delle politiche istituzionali. Diventiamo facilmente oggetto di strumentalizzazioni. Siamo protagoniste perché vittime di stupri, di violenze, e veniamo utilizzate per imbastire i teoremi di cui in molti si servono per creare i pacchetti sicurezza, per alimentare un clima di paura, di terrore, soprattutto nei confronti degli immigrati. Nella realtà non è la violenza sulla donne in sé a scandalizzare.
    Se vogliamo dircela tutta, non è che ai media o alle istituzioni importi proprio tanto che una donna sia stata violentata, ciò che importa è servirsi dell’episodio per altri scopi. Dalla criminalizzazione degli immigrati al controllo sulle donne che si può ottenere, perché se il messaggio che passa è che se una va in giro da sola, si veste un po’ carina, va in vacanza con le amiche, fa tardi la sera, vive liberamente la sua sessualità, farà in sostanza una brutta fine, questo crea sfiducia, insicurezza, paura e quindi una donna ci pensa magari due o tre volte prima di muoversi autonomamente, uscire da sola, viversi liberamente e con serenità certe situazioni della sua vita, etc…Sappiamo bene, e ce lo confermano tutti i dati, che la maggior parte delle violenze si consumano tra le mura domestiche, all’interno della cerchia di amici, famigliari, parenti. Restare chiuse in casa quindi, a differenza di quello che vorrebbero farci credere, forse non è proprio la soluzione migliore…
    Ci chiediamo come sia possibile ribaltare questo schema e combattere contro la violenza sulle donne. Il discorso è sicuramente complesso. Sono tanti gli elementi che concorrono a generare e a legittimare la violenza sulle donne. Alle radici storiche e culturali del fenomeno, va aggiunto il ruolo dei media, della televisione e dei giornali, e della comunicazione in generale, il primo agente di promozione di un immaginario femminile falsato e pericoloso. Pericoloso perché sempre e ovunque la donna è presentata come oggetto, merce di scambio. Una donna mezza nuda aiuta a vendere meglio persino un detersivo o delle pillole contro la dissenteria. Nei programmi televisivi non ne parliamo. Non si tratta di essere bacchettone e di scandalizzarsi per i culi e le tette in bella mostra, ma di rifiutare con forza l’immagine della donna che ci stanno costruendo addosso. L’ambizione più diffusa oggi tra le ragazze più giovani è di lavorare in televisione, fare la velina. E si vuole raggiungere questo obiettivo a qualunque costo, non importa il prezzo da pagare. Apparire sullo schermo è quasi un riconoscimento d’esistenza. È il modello vincente, il modello di successo più condiviso. Come se noi fossimo solo quello, come se solo quello avessimo da offrire. Come un qualcosa che si può usare e quando non serve, gettare via. Come qualcosa su cui è giusto esercitare potere, come qualcosa di poco valore.La violenza è esercizio di potere, ma è anche come si diceva prima, strumento di controllo sui corpi e sulle menti di noi tutte. L’influenza però non è solo sul maschio che si sente autorizzato a usare violenza contro una donna che gli dice di no a un rapporto sessuale, a una storia d’amore, o a qualunque altra pretesa lui abbia, l’influenza purtroppo è anche sulle donne. Che invece di sentirsi unite e solidali su certe questioni, si dividono e inconsapevolmente diventano complici di quell’immaginario falsato e dunque anche delle violenze, che siano fisiche, o psicologiche. Ci facciamo convincere che in fondo in fondo è giusto così, perché se non ce ne stiamo buone buone chiuse in casa a badare ai figli e alla casa, poi è scontato che ci capitino certe cose un po’ spiacevoli.
    Dire perché certe violenze accadano, dare una risposta univoca a questa domanda, non è semplice. Però possiamo sicuramente permetterci di dire che in un contesto famigliare o relazionale, in cui prevale la legge della prevaricazione, in cui vi è un forte squilibrio dei ruoli a vantaggio della componente maschile, è forse più facile che certe violenze trovino spazio e legittimazione.
    In un contesto invece in cui i ruoli sono maggiormente equilibrati, in cui non c’è predominanza dell’uno sull’altra, è forse più difficile che venga usata violenza e che ci si imponga con questi metodi meschini. Bisogna creare insomma le condizioni perché questa violenza non si sviluppi e pensiamo che ripensare al nostro ruolo in casa e fuori casa, non diventare complici di certi modelli femminili che ci vengono imposti, costruire le basi perché il lavoro domestico, solo per fare un esempio, venga maggiormente condiviso, sia tutti modi per iniziare a far sì che le cose cambino, per scardinare quegli schemi che portano poi in molti casi all’uso della violenza e della prevaricazione sulle donne. Il personale è politico si diceva una volta. Beh noi ci crediamo ancora e fermamente. Non deve essere solo uno slogan però, deve essere un’idea che si traduce quotidianamente in pratica e in azione. La trasformazione soggettiva ha una valore collettivo importantissimo.
    Modificare il nostro quotidiano significa porre un primo tassello per un cambiamento più generale e generalizzato.
    Vogliamo reagire alla violenza fisica, psicologica, economica, normativa, sociale e religiosa agita verso di noi, in famiglia e fuori, “solo” perché siamo donne.Vogliamo dire basta al femminicidio.
    La VIOLENZA MASCHILE non ha classe né confini, NASCE IN FAMIGLIA, all’interno delle mura domestiche, e NON È UN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO MA E’ UN PROBLEMA DI ORDINE CULTURALE E POLITICO! Ai pacchetti sicurezza e alle norme xenofobe che ci vogliono distinguere in cittadine/i con e senza diritti, rispondiamo che SIAMO TUTTE CITTADINE DEL MONDO E ANDIAMO DOVE CI PARE!Le compagne del Csoa Askatasuna
    Collettivo femminista Rossefuoco

    invece Andrea riusciresti a spedirmi qualche copia del giornale che avrei delle persone che vorrebbero leggerlo? mi fai sapere cosi ti mando l’indirizzo…grazie alla prossima

  136. andreapicco ha detto:

    senti felix, a me sembra che questo spazio ti stia stretto. facciamo un felix blog?

  137. andreapicco ha detto:

    ok per le copie. mandami l’indirizzo.

  138. adaeada ha detto:

    Direi che Felix ha proprio bisogno di un suo blog, anche perchè così è più visibile a tutti , chi non conosce bene il blog raramente capita in questo capitolo e mi sembra che ciò che scrive Felix abbia bisogno di più risalto.

    Felix quanto spingi! mi sa che questo periodo sabatico ti stia facendo più saggio e riflessivo. Una piccola perla sta crescendo tra di noi.

    Un abbraccio Ada

  139. milena chantal ha detto:

    Sono sempre io, che m’intrometto, che lascio dei commenti, non so se sono sempre appropriati o apprezzati, anche perché, mi rendo conto, che spesso sono molto spontanei ed istintivi, e forse, talvolta sarebbe meglio non farsi sopraffare da parole parlate ma sarebbe meglio utilizzare parole parlanti….

    Concordo nel esprimere un mio parere a riguardo che non sempre è facile trovare le riflessioni di Felix nel blog e visto la profondità che ci mette, forse sarebbe bene che lui ne avesse uno, sempre che lo desideri…

    Felix, non ti conosco, ma è un piacere leggerti ogni volta.

    Un caro saluto, Milena

  140. felix ha detto:

    ciao grazie per le vostre parole…riguardo al blog se volete posso starci,quando avrò voglia di condividere con voi delle cose interessanti scriverò…naturalmente pronto a condividere opinioni diverse da buon libertario!!cercando sempre di avere un dito medio alzato verso le cose che mi fanno incazzare! Invece la ragazza che cito nel post ha letto quello che ho scritto e mi dice,per correttezza d’informazione,che le sue parole riassumevano ciò che ha letto da due commenti fatti da Barbara Spinelli,giornalista impegnata nella battaglia per i diritti civili e Lea Melandri insegnante,scrittrice femminista.E giusto fare i nomi di chi usa l’informazione come mezzo per capire i problemi e non per strumentalizzarli.Guardando Matrix ieri sera sono ancora più convinto di quello che ho scritto…invece rivoglio Mentana!!!L’unico pacco è stato che ogni volta che parlava quel ministro donna….dai quella bella…si quella che voleva fare la modella….quella che ha provato ha sfondare in tv….ah si la Carfagna… non riuscivo a distogliere lo sguardo da quegli occhioni che il regista astutamente inquadrava…forse per quello ogni tanto non si capiscono le mega cazzate che dice….a proposito ma “cu cazzo è la Carfagna???”
    Andrea il mio indirizzo è Via Mantegna 3 San Giovanni di Casarsa 33072….ciao

  141. adaeada ha detto:

    La Carfagna è Ministro delle pari opportunità, dovrebbe rappresentare le minoranze e soprattutto le donne…….. io non mi sento adeguatamente rappresentata! Anzi lo considero un insulto per le donne!

    Ada

  142. milena chantal ha detto:

    Queste riflessioni non sono rivolte contro le donne, ma contro la degenerazione dei ruoli sessuali; contro la micidiale confusione che si è creata negli ultimi anni….

    Maria Rosaria (Mara) Carfagna
    Ministro delle Pari Opportunità

    CHE OPPORTUNITA’ ????

    Fare la Velina o Essere Piacevole Visione nel calendario ??????

    Forse si pensa che la politica italiana sia dominata dal più bieco e anacronistico maschilismo… e cosa possiamo dire delle signore che fanno il bello e il cattivo tempo ?

    L’onorevole Dini e Mastella a vendicare l’affronto subito dalle loro signore, scampate a notevoli guai giudiziari….

    POVERA ITALIA, trascinata sempre più in basso da una classe dirigente senza pudore e senza vergogna, sfrontata, corrotta, inefficiente, boriosa ed irremediabilmente parassitaria e opportunista.

    ..e pure matriarcale nel senso peggiore della parola…..

    La signora Berlusconi che si rivolge alla stampa per tirare le orecchie al marito…
    La De Filippi che trasforma millioni di cittadini in guardoni imbecilli delle beghe familiari altrui (reali o virtuali) a non dimenticare il GF…..

    Cultura italiana imbevuta di mammismo, di retorica post-femminismo e chi ne ha, più ne metta….

    La nostra classe dirigente è affetta da una vergognosa deriva populista e altrettanto inarrestabile deriva pseudo-femminista…..

    Della serie “le donne hanno sempre ragione, sono migliori degli uomini”…..

    Donne al potere come la Allbright e la Rice: ciniche, spietate, bugiarde, violente: hanno firmato alcuni dei peggiori crimini degli ultimi anni. E sorridevano sui mucchi dei cadaveri iracheni, nel carcere di Abu Ghraib:; e ridevano, mentre torturavano e infliggevano sevizie sessuali a degli uomini nudi ed inermi. Anche il direttore del carcere era una donna, un pezzo grosso del esercito americano. Certo, accanto a loro, dei colleghi maschi. Verissimo.

    Le donne al potere che amano forse più di ogni altra cosa la competizione, la guerra, ma hanno dovuto dissimulare queste loro caratteristiche nella società patriarcale.

    Oppure ci offrono clamori mediatici, tipo il delitto di Cogne, la mamma siciliana che ha commissionato il delitto del proprio figlio..

    Ma è vero allora che le donne sono “naturalmente” più dolci e buoni degli uomini ???? Specialmente fra loro……semmai è il contrario !

    Non ci sono eguali nel infliggere bassezze o cattiverie ad altra donna quando sono in gioco la vanità, smania di protagonismo, gelosia a tutto campo, rancore implacabile o desiderio di vendetta…..

    In una società sana, sia l’uomo, sia la donna svolgerebbero il proprio ruole specifico, ruolo complementare e perciò diverso da quello dell’altro. La nostra società invece è completamente malata. Da quando le donne hanno rinunciato al loro ruolo femminile per diventare la caricatura del maschio stupido, i cerchioni della famiglia hanno cominciato a saltare, e con essi, come un processo a catena, quelli della società intera….e magari le donne non sono nemmeno felici….

    Inseguendo il modello edonistico del maschio idiota, le donne sono cadute nel patetico e nel grottesco .
    Una volta la donna era fiera di essere donna, l’uomo fiero di essere uomo e contribuivano alla stabilità e al benessere dell’intera società..

    In Friuli si dieceva, che la donna sorregge tre dei quattro angoli sui cui poggia una casa.

    Certo, un’epoca passata. Da non dimenticare i nonni, figure importanti, preziose ed educative per i nipotini.

    In generale c’era un senso del dovere largamente diffuso, della responsabilità verso il prossimo, verso se stessi.

    Il piacere di dedicarsi ai propri ruoli, ora si parla di sacrificio del…..per inseguire la spazzatura TV, idiozie varie, il proprio miraggio edonistico.

    Troppe scelte facili e furbesche, troppi compromessi, troppa irresponsabile demagogia hanno inquinato le nostri menti e i nostri cuori….

  143. franca ha detto:

    Qui ci sono dei commenti interessantissimi. Proposta “tecnica”: perchè lasciare questa colonna infinita di commenti e non aprire invece un nuovo post? (Oltre naturalmente al “felix blog”)

  144. franca a Simona ha detto:

    Grazie delle bellissime parole che hai lasciato tra questi commenti. Ti sento amica anch’io, anche noi.
    In ogni luogo e in modo che ci è possibile, cerchiamo tutti di portare “un antidoto al dolore esistenziale che, in qualche modo, tutti ci portiamo dentro”. Ti abbraccio.

  145. franca ha detto:

    A Simona

    Grazie delle bellissime parole che hai lasciato tra questi commenti. Ti sento amica anch’io, anche noi.
    In ogni luogo e in modo che ci è possibile, cerchiamo tutti di portare “un antidoto al dolore esistenziale che, in qualche modo, tutti ci portiamo dentro”. Ti abbraccio.

  146. felix ha detto:

    San Giovanni di Casarsa,via Mantegna…zona pep…bronx…mia attuale dimora…questa definizione viene data perchè dall’inizio degli anni 90 questi blocchi di case colorati venivano assegnati a meridionali,soprattutto a militari con famiglia in servizio in zone vicine…figlio di un militare ho abitato in questa zona da quando avevo 5 anni fino circa ai 9 ,fino allo sfratto dovuto all’arrivo nel paese degli americani della vicina base di Aviano…in quegli anni è bastato dare una sistematina al posto per far lievitare gli affitti e da zona “franca” si è passati a zona residenziale….è durato poco però,il tempo che gli americani andassero via ed è tornato tutto come prima…ora sono tornato ad abitare qui l’unica differenza è che invece di soli meridionali adesso la zona è abitata da ganesi,senegalesi,indiani,rumeni e naturalmente da me e un’altra famiglia napoletana…gli affitti sono bassi ma le case vecchie e umide…quando piove secchi un pò ovunque…ma non è di questo che voglio parlare…anche perchè credo che non intereserebbe a nessuno…voglio parlare invece del mio pomeriggio trascorso sul gradino appena fuori il cancello di casa che mi divide dalla libertà in compagnia di una decina di bambini dai 6 agli 11 anni,figli di extracomunitari di varie religioni che guardavano l’italia come un paese sicuro per il loro futuro…bambini,ragazzini che frequentano le scuole italiane,che giocano a calcio con le squadre del paese….è iniziato tutto per caso,pomeriggio di sole,loro che giocano a calcio nel giardino difronte,io con la mia birra Union,skip,maggy e i 6 cuccioli nati da un mese decido di sedermi sul gradino…guardando un po i cuccioli un po i bambini mi sento meno solo…apprezzo quella libertà che ho deciso di prendermi da solo fregandomene di essere ai limiti di ciò che mi è stato imposto…d’altra parte cosa sto facendo di male…appena davanti a me i cuccioli iniziano a scoprire il prato,giocano tranquilli,le foglie secche sono un vero divertimento per loro e poi lo spazio aperto li fa sentire grandi…questo ha richiamato l’attenzione dei bambini che in un’attimo al grido di “guarda che belli” si sono fiondati da me chiedendomi di poter accarezzare i cuccioli…erano tutti li distesi difronte a me a giocare e fare domande su quando fossero nati,chi era il padre,quanto sarebbero cresciuti,che nome gli avrei dato…dopo un pò di tempo i cuccioli prima tra le braccia di uno poi in braccio a qualcun’altro si addormentano e mi trovo seduto per terra circondato da una decina di bambini a spiegare loro qualsiasi cosa,da i più piccoli che mi chiedevano come funziona quando una cagna partorisce a quelli più grandi che mi domandavano come mai porto dei dilatatori alle orecchie o cosa vogliono dire le scritte tatuate nel mio braccio….ho scoperto che molti di loro sono nati in sicilia perchè i genitori sbarcati a lampedusa….alcuni in Ghana…altri sono stati bocciati perchè non parlano bene l’italiano e così via…siamo andati avanti per ore,abbiamo bevuto succo di frutta insieme e poi sono dovuti venire i genitori a chiamarli perchè non volevano più andare via…un pomeriggio fantastico….la soddisfazione più grande per me è stata quando i genitori,gli stessi che vedono tutti i giorni i carabinieri venirmi a fare visita mi hanno ringraziato per aver avuto la pazienza di stare li con i loro figli….io ringrazio loro e i loro figli per non avermi giudicato,per non aver avuto paura di me,per avermi fatto vivere un pomeriggio LIBERO….a chi mi ha giudicato dico: voi mi avete giudicato e condannato…io oggi mi sono preso la mia libertà di vivere la mia giornata circondato da occhi innocenti che vedono una speranza in un mondo di merda e che non hanno pregiudizi di nessun tipo…io il mio fine pena c’è l’ho scritto in un pezzo di carta,sono sicuro invece che la vostra pena non finirà mai!!!!!

    per andrea: sto raccogliendo le idee per l’articolo..prossima settimana ci sentiamo …ti ho mandato un’email se mi rispondi così mi faccio un’idea…ciao alla prossima

    • La_Ribelle ha detto:

      io penso che se queste cose avessi avuto le palle di scriverle prima di fare tutto cio’ che hai fatto, saresti stato abbastanza avanti ma non ora, non mi piace questo eterno piagnisteo, questa rabbia rivolta alla societa’, rivolgila a te stesso piuttosto, dovresti dirti quanto sei stato coglione a buttare tutto in birre o droga, inutile che te la prendi con caramba o con chi ti tiene agli arresti domiciliari(e ringrazia pure il nostro sistema senno’ il pomeriggio con i cuccioli e con i bambini te lo scordavi!), detto cio’ ma chi ti credi di essere, un eroe post moderno? No dico, francamente non sei l’ultimo e non sei il primo figlio di meridionali sbarcati a Pn, e adesso dovremmo pure provare pieta’ per stranieri o meridionali massi’prendiamoci tutti..tanto questo buonismo esasperato di una parte della sinistra vi ha fregato alla grande pure a voi, inserendo prostitute, tossici, transgender per accedere ai voti, sveglia pirla! Sei un irresponsabile,6 cuccioli in una casa (egoismo e 0 rispetto per gli animali) te ne sbatti di tutto stai sempre li’ a commiserarti quando poi ti presenti davanti a dei bambini innocenti con la birra, 0 rispetto per loro, mi susciti solo pena.

      • La_Ribelle ha detto:

        naturalmente non sapevo che felix fosse morto quando ho postato il mio commento pertanto rispetto la sua dipartita e me ne dispiaccio anche se non rinnego le mie idee e soprattutto provo rabbia perche’ nel leggerlo si evinceva molta piu’ lucidita’ e sostanza di quanto quella chimica (sostanza) gliene desse la possibilita’..un enorme spreco e una profonda pena per tutta la situazione in se’.

  147. Manu con la E ha detto:

    Felix sei avantissimo. Punto.

  148. Manu con la E ha detto:

    Non so se serva a qualcosa. Certto è ragazzi che se questo Papa va avanti così ci porta al Medioevo.
    Mi indigna.
    Amen.
    SALUTE PUBBLICA MINACCIATA DALLA CHIESA: “La Chiesa dice no al preservativo….”

    LA UE A SEGUITO DELLE DICHIARAZIONI DEL PAPA IN CAMERUN: Il preservativo «è uno degli elementi essenziali nella lotta contro l’Aids e la Commissione Ue ne sostiene la diffusione e l’uso corretto» ha affermato il portavoce del commissario Ue agli aiuti umanitari, a proposito delle parole del Papa. «La Commissione Ue considera che ci siano chiare prove scientifiche che confermano il ruolo di prevenzione del preservativo nella diffusione dell’Aids, pertanto ne sostiene attivamente l’uso, soprattutto in Africa e nei paesi in via di sviluppo dove l’Aids rappresenta un’emergenza insieme alla malaria e alla tubercolosi», ha detto John Clancy. «Aids, tubercolosi e malaria sono le tre grandi emergenze sanitarie per l’Africa e i paesi in via di sviluppo, e la lotta contro queste tre calamità è un elemento di grande importanza nella politica per lo sviluppo della Commissione europea», ha aggiunto Clancy. I programmi di prevenzione finanziati con fondi comunitari e nazionali riguardano anche la diffusione di preservativi e campagne di educazione per favorirne un uso corretto.

    NO COMMENT DELL’ITALIA – A differenza di Francia, Spagna e Germania, l’Italia, attraverso il ministro degli Esteri Franco Frattini, ha detto «di non voler commentare le parole del Papa».

    IL VATICANO NON CAMBIA IDEA – Poco dopo le critiche di Francia e Germania e Spagna, il Vaticano conferma la posizione della Chiesa sull’uso dei preservativi contro l’Aids. «La Chiesa – si legge infatti in una nota della Santa Sede – concentra il suo impegno non ritenendo che puntare essenzialmente sulla più ampia diffusione di preservativi sia in realtà la via migliore».

    FIRMA QUESTA PETIZIONE: http://www.firmiamo.it/salutepubblicaminacciatadallachiesa

    per impedire che la Chiesa contribuisca con i suoi messaggi all’incremento di nuove infezioni da HIV e per richiamare l’attenzione dei media e della politica italiana affinchè prendano le distanze, suggerite dalla scienza, dalle recenti affermazioni del Papa in merito all’utilizzo del preservativo.

    LA RACCOLTA DI FIRME VERRA’ INVIATA ALLA STAMPA NAZIONALE, ALL’INDIGNATO SPECIALE DI CANALE 5, ALLE DIREZIONI DEI TELEGIORNALI ED ALLE TRASMISSIONI TELEVISIVE PIU’ SEGUITE (STRISCIA LA NOTIZIA E LE IENE)

    TI RINGRAZIAMO DEL TUO CONTRIBUTO.

    BASTA UNA FIRMA
    PER DARE VOCE ALL’INDIGNAZIONE!

  149. Manu con la E ha detto:

    ANNUNCIO.
    Sfrutto questo spazio per segnalare che oltre al caro Mobutu cerca lavoro anche un bravo rumeno di mia conoscenza. 45 enne,permesso di soggiorno regolare, precedente esperienza col tornio, e assistenza anziani. E’ forte, bravo, buono, onesto. Vuole lavorare. Qualsiasi cosa purchè seria. Vi ringrazio se potete spargere la notizia. Questo è un blog di verità e la verità del caro Dionisie è che qui ora in Italia i rumeni bravi stanno pagando colpe che non sono loro. GRAZIE ANCORA.

  150. nicckyblogHiv ha detto:

    Ciao ragazzi scopro adesso il vostro blog. Anch’io sono sieropositiva se vi va passate dal mio blog.

  151. andreapicco ha detto:

    qual è il tuo blog?

  152. nicckyblogHiv ha detto:

    A dire il vero non so nulla. Ho scoperto ieri questo sito…
    mi piacerebbe parlare di voi sul mio blog.
    A dire il vero.

  153. nicckyblogHiv ha detto:

    @andrea
    se clikki sul mio nome ci entri subito. Ciao

  154. Claudio ha detto:

    Signore misericordioso, per piacere, ridacci Giovanni Lindo Ferretti. Ferrara te lo puoi pure tenere, , chissenefrega, ma il vecchio Giovanni Lindo ridaccelo com’era. Per noi – persino per noi miscredenti – è una prova troppo dura vederlo trasformato in una caricatura punk-gregoriana, segno zodiacale integralista, ascendente Ratzinger.
    Andrea, ti prego, facci avere un post da Max Flagello, l’unico che possa mettere ordine in merito.
    Grazie.
    ciao, Claudio

  155. andreapicco ha detto:

    veramente solo Flagello ci può tirare fuori da sta crisi. giovanni lindo binetti, anche quesa ci è toccata…

  156. Manu con la E ha detto:

    Ma tra Ferretti e la Binetti, meglio il primo va. Almeno si può sperare che faccia marcia indietro…

  157. gio1973 ha detto:

    Ciao. Ho letto tutto il secondo numero di Ldp e ,se è possibile, mi è piaciuto ancora più del primo. Interessanti tutti gli articoli. Insomma bello, bello, bello. Posso però fare due piccole critiche che assolutamente non riguardano aspetti importanti, ma piuttosto marginali che però forse aiutano ad una migliore lettura.
    Non so se sia colpa del fatto che io sia un po’ astigmatica però faccio fatica a leggere gli articoli con sfondo rosso e carattere in bianco.
    Secondo appunto: in molti articoli ho notato errori nell’andare a capo.
    Scusate la pignoleria.
    Gio

  158. andreapicco ha detto:

    anch’io ho difficoltà a leggere il bianco sul rosso, in effetti.sembra che il bianco si perda un po, rispetto alla versione al computer. per quanto riguarda gli a capo come ovviamente sai dipende dal programma d’impaginazione. dovremmo fare un’ulteriore lettura finale, hai ragione. solo che siamo sempre stretti coi tempi e alla fine le ultime modifiche passano senza una verifica finale accurata.
    ci scusiamo coi lettori, come si dice nei grandi giornali…

  159. guerio6 ha detto:

    accidenti che impegnati. la gio magnifico esemplare di lettrice andrea di grande redattore. impressionante lo spessore

  160. adaeada ha detto:

    Farei una proposta a Gio, potrebbe essere lei la nostra corretrice di bozze che ne dite?
    Ada

  161. guerio6 ha detto:

    Però dovremo darle sempre qualcosa da mangiare sennò diventa cattiva

  162. Manu con la E ha detto:

    Mi sa che parlate di due Gio diverse…

  163. adaeada ha detto:

    Di incredibile Gio c’è ne una sola lo stampo è stato buttato via.

    Ada

  164. Manu con la E ha detto:

    Hai ragione Ada. Anche io sono una sua fan. Infatti la chiamo solo Incredibile. Tutto il resto è in +.

  165. guerio6 ha detto:

    vendute al nemico

  166. la_ribelle ha detto:

    Quello che ha scritto Felix puo’ essere condivisi
    bile in parte ma sul discorso immigrati non mi trovo molto d’accordo, qui non e’ una questione politica, razziale e’ che se tu vieni in un paese o ne accetti le regole e ti comporti come si deve oppure resti a casa tua, semplice, lineare.
    Non sono solo gli immigrati perfetto e quindi? Quelli che si comportano male che ne facciamo? Ragioniamo su tutti gli stupri ad opera di rumeni negli ultimi periodi, verissimo, cultura sessista e rovesciamento di tutti i ruoli e canoni sociali, il fallimento femminista, l’esaltazione dei due ruoli, violenza all’ennesima potenza ma difficolta’ d’integrazione anche questa e’ realta’ di fatto e su questo si ragiona.
    Mai votato Berlusca, premetto ma non sono totalmente contraria alla sicurezza perche’ chi vive in grossi agglomerati stile Milano, Torino e oltre non e’ esattamente sereno nel rincasare la sera e trovarsi il campo nomadi com’e’ successo a Roma a Tor Vergata, o non lo sai che era gia’ stata firmata una petizione per farli sfollare? Il sindaco se n’e’ ampiamente stra battuto e il risultato e’ stata l’uccisione barbare di quella povera donna.
    Italiani o stranieri poco importa, lo stupro e’ sempre un reato violento contro la persona, ricordo a tutti la famosa strage del Circeo dove la Roma “bene” se la cavo’ paraculata da madri e da uno stato complice, burocrazia lenta e disonesta, quindi non ne farei tanto una questione razziale o politica ma di sicurezza sociale, di certezza della pena che oggi viene a mancare.
    Non sono una buonista l’ho ampiamente espresso in vari argomenti e odio quel “volemose tutti bene” , rimanere in Italia non e’ un diritto ma un privilegio, se ti comporti bene e sai stare alle regole altrimenti per quanto mi riguarda sono del tutto intollerante verso delinquenti e gente che preferisce vivere facendo tutto cio’ che gli garba infischiandosene delle regole, tanto strette anche a tante categorie sociali stile tossici per esempio no?!
    Mah.

  167. adaeada ha detto:

    Cara ribelle sulla sicurezze si potrebbe parlare per anni e non se ne verebbe a capo. Nessuno ha la soluzione finale ne la destra che la sbandiera come caposaldo politico ne la sinistra. A Roma hanno cambiato sindaco e le cose non sono cambiate, i campi sono rimasti e la strada in periferia dove hanno ammazzato quella signora è ancora senza luce e non c’è nessuno che controlla. Sulla violenza sulle donne sfondi una porta aperta, ma smettiamola di dare la colpa agli emigrati l’80% delle violenze sono fatte da italiani e il 60% avviene dentro l’ambiente familiare o delle amicizie, ma questo è un vecchio problema tenendo conto che solo agli inizi degli anni 90 e stato cambiato la forma del reato, prima veniva considerato un atto contro la morale non contro la persona “donna”. Per le regole sono d’accordo, ma soprattutto devono essere uguali per tutti, ma non considero un “tossico” un delinquente ma una persona che va aiutata perchè malata nell’anima e non posso appoggiarti quando dici che “se la sono cercata”, se parli con un medico ti può dire chiaramente che l’uomo non centra niente con la logica e che nel 70% dei case le patologie di cui è affetto “se le andate a cercare”, ti faccio un esempio i problemi cardiovascolari spesso, per non dire quasi sempre, sono causa di un cattivo stile di vita e, questo cattivo stile di vita, viene considerato una cosa “normale” per la gente comune. Allora chi è in grado di giudicare chi? Chi è in grado di stanilire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato? e, soprattutto perchè uno può giudicare?

    A presto Ada

  168. LA_RIBELLE ha detto:

    ada:

    se avessi letto bene prima di replicare al mio commento, capiresti che il mio non e’ ne’ un discorso di dx ne’ di sx, non ne farei una questione politica ma di buon senso semmai e quello non ha colore ne’ schieramento ideologico;
    reato contro la persona, infatti, ti correggo non e’ stato approvato negli anni 90′ ma molto prima e infatti ho citato Donatella COlasanti e la famosa strage del Circeo, quel processo rivoluziono’ in pieno il concetto di stupro non piu’ reato contro la morale bensi’ contro la persona, individuo, essere umano, non mi dici niente di nuovo, sono molto informata su queste faccende come avrai capito.
    Non detieni la verita’ assoluta come non pretendo di possederla io, si discute, si pensa e ho un’opinione come ce l’hai tu, le soluzioni predefinite non esistono, non se n’e’ trovata una sulla droga figuriamoci su questi argomenti tanto delicati, diciamo pero’ che la certezza della pena e’ sacrosanta e quella ancora mancain Italia;
    se so che sei stato tu e ti do’ ipoteticamente 3 anni di galera te li fai tutti, non esistono condizionali, buone condotte o palle varie, questo vale per italiani, stranieri indifferentemente; se prendo uno straniero che e’ pure clandestino magari l’avevo gia’ colto sul fatto e rispedito a casa e questo se ne frega e reitera, gli commisuro il doppio della pena, cosi’ magari la prossima volta ci pensa su prima di infischiarsene altamente o resta a casa sua.
    Non ragiono per numeri o statistiche, oltretutto quello che sostieni e’ sbagliato, le carceri sono stra piene di stranieri, quelli che non si vogliono adeguare alle regole, pensando di venire qui in Italia e facendo i porci comodi loro, qui non c’entra il razzismo, il buonismo o la dx o sx, c’entra lo stare al gioco e rispettare il prossimo, se vengo a casa tua o mi adeguo oppure non ci vengo, questo e’ cio’ che penso di fondo.
    Ho anche precisato (ma hai letto quel che ti andava evidentemente stravolgendolo per fare il solito rimbrotto buonista e demagogico) che gli stupri e gli atti di pedofilia avvengono specialmente in famiglia e quindi abbiamo gia’ i “nostri” delinquenti abituali, prima di fare entrare cani e porci, me ne guarderei bene, tutto qua.
    Giudicare e’ umano e l’esempio cardiovascolare non e’ pertinente con la tossicomania.
    Nessuno merita una malattia ne’ di morire ne’ di essere abbandonato, stabilito questo indiscusso concetto di base pero’ ognuno deve fare leva su se’ stesso per riemergere dalla merda, non puoi pensare di continuare a bucarti con le conseguenze che noi tutti conosciamo, galera, famiglia disintegrata, furti , malattie e scaricare il peso di tutto sulla societa’, lo stile di vita, puo’ anche incidere ma se permetti il libero arbitrio e’ in stretta connessione con le faccende dell’uomo.
    Oggi c’e’ molta informazione rispetto agli anni 60′ ma i ragazzini se ne infischiano per la maggior parte, fanno spallucce e sottovalutano, l’ho gia’ detto in altri spazi quello che penso e trovo quindi poco giustificabile questo genere di comportamento lascivo e fancazzista.
    Se ti droghi sai che fine farai se decidi di continuare e’ una tua precisa scelta e ce la possiamo raccontare come ci pare, all’inizio non sei un malato puoi ancora determinare un cambiamento, non parliamo di ultimo stadio ma di quando uno puo’ ancora darsi una regolata, non e’ condivisibile affatto scaricare tutto allo stato, alla medicina.
    Le cardipatie inoltre sono anche geneticamente ereditarie, lo stile di vita conta ma fino ad un certo punto e non influiscono di certo sugli altri, sulla cosidetta societa’, perche’ non vado a rubare nelle case per curarmi il cuore, se mi serve l’eroina faccio ben altro, siamo seri!

  169. LA_RIBELLE ha detto:

    aggiungo Ada che ci sono tossici delinquenti, persone che per la dose hanno ammazzato, rapinato, rovinato altre vite, fatto figli alla cavolo di cane facendoli adottare e devastando altre esistente, infettando altra gente, mentito…io questi li chiamo delinquenti, tu come li definiresti?
    Poi ci sono quelli che invece sono fragili, deboli, malati proprio come l’alcolista, il tabagista (in parte minima e molto diversa a mio modo di vedere), il depresso e altre patologie dell'”anima” come le definisco grezzamente…e su quelli possiamo fare tanti altri discorsi e vanno aiutati ma ci sono persone che nascono proprio fregandosene di tutto, delle regole, dei doveri e delle responsabilita’, inutile fare tanti bei discorsoni, la mela marcia c’e’ ovunque ma sono fermamente convinta che con il buonismo, la pacca sulla spalla e il volemose tutti bene non si va da nessuna parte.

  170. LA_RIBELLE ha detto:

    sto per vomitare…ho letto il commento di Simona…mamma mia sembra di stare all’asilo ma qualcuno un po’ piu’ frizzante, meno scontato esiste qua dentro?
    spero cancelli anche le mie parole andrea, magari con la biro rossa come le maestrine:)
    sono sicuramente una scassapalle nata ma in confronto a queste perfette casalingue (lingue eh) my god, ne vado fiera!!! e che du palle…^_^

    pioggia anche oggi nel pisciatoio d’italia, w milano, non vedo l’ora di ritornarci ..!

  171. adaeada ha detto:

    Visto che vuoi essere precisa cerchiamo di esserlo fino in fondo.
    Il massacro al Circeo è successe nel 75 e le persone vennero condannate perchè c’è stato un omicidio e un tentato omicidio.
    Il cambiamento del reato contro la morale in reato contro la persona c’è stato nel 96 grazie ad Agostina Bassi giudice che per anni ha lottato per questo ed è stato un dibattimento che ha tenuto in agitazione per 18 anni le aule del parlamento.
    Per me i delinquenti sono tutti uguali, indipendente mente che facciano o non facciano uso di droga, sono moltissimi quelli che delinquono e non usano sostanze ma non capisco perchè che usa sostanza alla fine diventa più colpevole degli altri. Per giustizia uguale per tutti intendo che non solo i ruba-galline devono pagare la loro pena ma anche truffatori, evasori fiscali e corruttori ecc. che fanno molti più danni ma siccome il danno e diretto verso la collettività sembra meno grave del furto del proprio portafoglio. Ma in Italia ragioniamo così proteggiamo il nostro giardino lo curiamo e magari ci mettiamo il filo spinato intorno per evitare che qualcuno ci metta le mani e non ci accorgiamo della miseria che ci circonda, poi se arriva una stagione di siccità e si rovina tutti ci stupiamo dell’indifferenza degli altri.
    Per quanto riguarda i giovani e le sostanze è un luogo comune, ti voglio ricordare che il grosso numero di persone che usano cocaina si trova tra gli over 35 spesso colletti bianchi in carriera, ormai è passato il tempo della “Milano da bere” da un po’ c’è la “Milano da sniffare”, va beh anche qui bisognerebbe aprire un capitolo infinito.

    Ada

  172. la_ribelle ha detto:

    intanto si chiama Tina Lagostena Bassi e non agostina visto che tieni a precisare fallo come si deve riportando i nomi corretti anche solo per rispetto verso qualcuno che ha lasciato un enorme patrimonio sociale;
    secondo, il processo del Circeo ha gettato le basi per il cambiamento culturale e poi tutto il resto e’ avvenuto di conseguenza con la successiva modifica della norma legata allo stupro; nel 95′ la modifica ma senza quel processo non ci sarebbe mai stato nulla e questo e’ cio’ che volevo dire.
    I 3 delinquenti in realta’ hanno fatto ben poco carcere, aiutati dalle famiglie (madri delinquenti e omertose) , da amici parenti e uno stato complice, addetti comunali e tanto altro…solo Izzo (e nemmeno troppo) e’ stato dentro qualche annetto, uno si e’ arruolato nella legione straniera Ghira e l’altro stronzo e’ fuggito da buon senza palle in america latina per poi essere preso e messo agli arresti domiciliari…perche’ poverino ne ha “diritto” no? !!
    A questo punto penso che quando mi leggi utilizzi tu sostanze…ma chi cavolo ha detto che chi usa droga e’ piu’ delinquente di chi commette reati e non la usa?? Rileggi tutto va non spreco nemmeno una riga su questo perche’ ho detto piu’ volte che non distinguo religione, razza, colore o droga se uno delinque lo fa e basta e va punito stop.
    A me pare mia “cara” che quella infarcita di luoghi comuni sia proprio tu, in primis la Milano da sniffare la trovi se hai voglia tu di cercarti un certo tipo di mondo, personalmente Mi la frequento per l’arte, per concerti, musica e divertimento sano, non ho bisogno di cercare un “certo tipo di sballo” quindi ritorniamo al libero arbitrio e mi paiono francamente i discorsi ” de me nonna” sui pericoli, per cortesia va, non demonizzare una citta’ che probabilmente nemmeno conosci , la droga e’ ovunque, Pordenone ahime’ ha avuto questo triste primato e non mi pare una metropoli no?!
    Trovo di un banale il discorso sulla delinquenza dei politici ecc, a me pare invece ribaltando il tuo discorso che quando non si vuole affrontare il particolare ci si butta nel generale e si fa un bel mischiot come si dice in dialetto qua, solo per evitare di ammettere i propri casini locali.
    Il politico corrotto cosi’come il ruba galline per quanto mi riguarda sono equivalenti, sono delinquenti e come tali vanno puniti quindi si ritorna al vecchio ragionamento sopra citato, la droga la usano eccome i ragazzini, 20 enni , oggi la coca e ‘ a portata di tutti , mal tagliata certo, ma non e’ piu’ tanto irrangiungibile ma ripeto E CON CIO’?
    cosa proponi quindi ? tanta bella demagogia, alzata di spalle e avanti? No , non concordo affatto, intanto qualche politico e’ stato perseguito certo troppo pochi e sicuramente bisogna fare di piu’ ma non per questo passa l’idea che tanto siccome sei un poveraccio e un disgraziato entri in italia e fai tutto quello che ti gira, a me non sta’ bene per niente se permetti.
    Ogni volta che si parla sento questi discorsi da te citati e li trovo veramente dei luoghi comuni delle comode scuse per scaricare tutte le responsabilita’ sulla societa’ e sulle ingiustizie del mondo e avanti con questa retorica da due soldi, prova ad essere tu un po’ meno indifferente e vedrai che se ognuno fa un piccolo passo, l’unione fa davvero la forza e invece oggi c’e’ ancora chi dice “non voto tanto e’ tutta una merda”, e poi pero’ ci si lamenta che le cose vanno a schifo, troppo vile e comodo come atteggiamento.

  173. adaeada ha detto:

    Chiedo scusa per l’errore ma ti ho risposto di getto in treno affidandomi alla mia memoria, e non ero sicura che il messaggio fosse arrivato così mi ero ripromessa di rivederlo e completarlo.
    Quando mi riferivo alla “Milano da bere o da sniffare” mi riferivo ad un modo di essere e di vita non certo a Milano che conosco benissimo per motivi di lavoro e di parenti.
    Mi dispiace sentirti così acida, insolente e offensiva, speravo di aver trovato una buona interlocutrice con cui scambiare qualche opinione ma vedo che non è così.
    La mia vita non è piena di “luoghi comuni”, e chi mi conosce lo sa bene, mi sono sempre spesa molto per la collettività e non mi sono mai tirata indietro neanche quando c’era da metterci la faccia, il mio lavoro si impegna nel dare risposte e cercare di allentare lo scontro sociale trovando soluzioni altre e tutto questo in maniera gratuita. I problemi che hanno i giovani con le sostanze li conosco benissimo, ma haimè anche quelli degli adulti molto più difficili da gestire.
    Anche il mio impegno politico è sempre presente, sono sempre andata a votare e quando era il caso ho anche preso posizioni critiche verso la corrente che appoggio.
    Non ho altro da dire solo che se il tono dei messaggi è questo non mi interessa partecipare.

    Ada

  174. la_ribelle ha detto:

    ada se non ti interessa partecipare non vedo perche’ ti sei rivolta a me, sei tu che hai cercato di entrare in contatto con la sottoscrita, io non discutevo con te ma in generale; vedo che ti permetti il lusso di sparare offese gratuite e commenti che non ti competono dato che di fatto acida e tutto il resto mi appari piu’ tu, classica crocerossina volenterosa, cosa vuoi un encomio?
    Votare e’ un diritto e un dovere civile, ciascuno ne fa tesoro con la propria coscienza, sbandierare ovvieta’ non costituisce un elogio alla tua persona, per quanto mi riguarda, pura normalita’ e voglia di interagire con il prossimo; non ho mai sopportato facili psicologie, ne’ chi vuole dare delle risposte, tu hai la tua idea e gli altri la loro, stop.

  175. laura ha detto:

    ma tutti i commenti che avevo scritto io li avete tagliati????? ai ai ai ragazzi….libertà di parola…….

  176. andreapicco ha detto:

    ai ai ai laura: i tuoi commenti sono su edizioni rdp… ti pare che ci mettiamo a cancellare i commenti, adesso?

  177. gio1973 ha detto:

    Ciao a tutti. Oggi ascoltando Radiodue ho sentito parlare il dott.Giovanni Serpelloni (capo dipartimento per le politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri). Nel suo intervento c’è stata una frase che mi ha colpito ed è stata: “la droga è una malattia”.Mi piacerebbe sentire varie opinioni su questa affermazione.
    Gio

  178. adaebasta ha detto:

    La droga è una malattia?
    Ma sai se ne dicono tante, allora anche il fumo è una malattia e che ne dice dell’alcol? forse possiamo parlare che la dipendenza è una malattia ma anche qui si aprirebbero scenari infiniti visto che la dipendenza è un ambito senza confini. Diciamo che la droga è un problema mi sembra più corretto.

    Ada

    • ennio ha detto:

      d’accordo con la ribelle, la droga e’ una malattia a tutti gli effetti come l’alcool, fumo e cibo tutte dipendenze anche se molto diverse come causa effetto, cmq ada che sia una malattia o un problema che differenza fa? cosa tenti di nascondere? come tale va controllato, guarito.

  179. guerio6 ha detto:

    Volevo dire la mia ma non sapevo cosa dire, allora ho guardato cosa è una malattia
    “Nella pratica e nella teoria di medici clinici e patologi, si definisce malattia un’alterazione dello stato fisiologico e psicologico dell’organismo, capace di ridurre, modificare negativamente o persino eliminare le funzionalità normali del corpo. Dibattiti etici e morali prendono in considerazione che alcuni stati dell’organismo dovuti alla genetica, come ad esempio la condizione di sterilità, non sia definibile come malattia. Il concetto di malattia deve essere inteso come status e condizione potenzialmente reversibile attraverso l’applicazione di una terapia.
    Lo stato di malattia può essere dovuto a molte cause diverse: fondamentalmente esse possono essere interne od esterne all’organismo. Tra le cause esterne, tutte le forme di traumatismo, alcuni organismi viventi unicellulari o pluricellulari, virus, sostanze chimiche, fenomeni fisici”

    Dunque “alcuni stati dell’organismo dovuti alla genetica.. non sono definibili” come malattia, le sostanze chimiche invece compaiono tra le “cause esterne”. E cosa dire allora di persone geneticamente portate a diventare omicidi o piromani ecc? I neurologi da tempo hanno provato che con la genetica si individuano fin dall’inizio della loro vita, anche dei potenziali consumatori di sostanze. Zamai ne parlerebbe per ore di questo. Dunque ne so meno di prima, se le cause esterne colpiscono i geneticamente portati non considerati malati in quanto non in una “condizione potenzialmente reversibile attraverso l’applicazione di una terapia..” qui mi sa che è dura dare una risposta. Scolta ingegnere, ma non potevi farti un’altra domanda no?!

  180. andreapicco ha detto:

    non penso che con sostanze chimiche si intendano le droghe. piuttosto sostanze nocive con cui si viene in contatto accidentalmente e che possono causare appunto modificazioni dell’organismo. per me non è una malattia perchè, posto che non si possa definire la sostanza in se stessa come malattia, una malattia non può essere un’azione che uno compie. quindi dire drogarsi è una malattia è nella migliore delle ipotesi un’involontaria(?)e a mio avviso erronea semplificazione, nella peggiore una stronzata.

    • ennio ha detto:

      stronzate ne dirai tu andrea picco, la droga e’ una psicopatologia, una malattia, non parliamo degli stadi iniziali ma di cio’ che ne comporta dopo, nel perdurare degli anni, un bisogno compulsivo,ossessivo incontrallabile di farsi, laureati in lettere va invece di fingerti medico o tuttologo

  181. guerio6 ha detto:

    Aaa lo sapevooo “se non interviene qui vuol dire che è morto” dunque sei vivo e anche incazzato, stai bene allora. Però dì la verità, un po’ ti manca sta gabbia di matti

  182. andreapicco ha detto:

    vivo vivo. i matti più che la gabbia. ma ci si vede il 18, diceva il presidente..

  183. Manu con la E ha detto:

    Dal basso della mia ignoranza credo che un’affermazione del genere sia riduttiva e non tenga conto del milione di varianti che l’esperienza con la droga possa portare con sè. Mi vien da pensare, forse anche in modo semplicistico, che all’inizio ci sia comunque una facoltà di scegliere, anche blanda, annebbiata, ma che comunque ci sia. Poi questa si fa meno e avanza il meccanismo della dipendenza e lì forse, ma dico forse, ci può essere la malattia, intesa come stato malato del corpo che ha bisogno della sostanza per sentirsi “meglio” e della mente che ruota attorno all’ossessione di procurarsi l’elisir miracoloso.
    Riporto un passo di Charles Baudelaire da i suoi Paradisi Artificiali. Sicuramente lui ha trovato parole più giuste delle mie ;0)
    L’inclinazione frenetica dell’uomo per tutte le sostanze, salutari o rischiose, che esaltano la sua personalità, testimonia della sua grandezza. Perché aspira sempre a riaccendere le proprie speranze e a elevarsi verso l’infinito. Ma bisogna vedere i risultati.
    Comunque mi associo al guerriero: ma ingegnere no te gavevi altro???? E anche ti chiedevi se qualcuno avrebbe risposto…

  184. guerio6 ha detto:

    Aaa ma allora pensa a qanto mi sono elevato, eee hai voglia

  185. gio1973 ha detto:

    Quando ho sentito questa frase, ho subito pensato che ci fosse qualcosa che non mi andava bene, che non mi tornava, ma non ho subito focalizzato cosa fosse. La malattia presuppone l’intervento medico, l’assunzione di farmaci e considerare la droga una malattia vuol dire anche pensare che si risolva con cure fisiche. Considerarlo invece espressione di un disagio impone anche l’assunzione di responsabilità rispetto alla società e non solo al singolo che si “ammala”.
    Inoltre se io fossi dipendente da sostanze non gradirei molto sentirmi “malata” piuttosto una persona in difficoltà.

  186. micaela ha detto:

    una cosa che è certa che esiste è la tossicomania,che è una patologia psicologica per cui l’individuo cerca risposte,emozioni,conforto nelle sostanze..però non è la droga,la droga è un mezzo,nella tossicomania. 😉

  187. ennio ha detto:

    gira e mena la menata l’e’ sempre quella, l’eroina o la droga piace, uno la sceglie (oggi molto piu’ consapevolmente di ieri, ci sono molte informazioni sui rischi e sui danni)e ne accetta le conseguenze, senza scaricare tutto sulla societa’, sul nonno zoppo, sulla famiglia poco comunicativa o su Geppetto il falegname, sara’ semplicistica ma questa e’ la cruta verita’ di chi ha sprecato tanti anni a fare un cazzo quindi inutile trovare pretesti, il proprio inferno lo creiamo con le nostre mani, stop. Si sbaglia e si puo’ riparare trovando altri sistemi piu’ validi ma non c’e’ una ricetta per tutti e come dice la canzone “Uno su mille ce la fa..” a mio avviso, se provi l’eroina, quel pensiero e’ li’ e prima o poi torna…magari fra 10 anni magari mai..o magari oggi o domani, tutto il resto sono solo bullshits per cazzoni

  188. La_Ribelle ha detto:

    bonjour, sono passati un po’ d’annetti e oggi per caso mi ritrovo a cazzeggiare su internet e a rileggere le polemiche di anni addietro…con ilarità e leggerezza;
    noto che tra i video dei RDP è stato postato un inconsueto G.Micco che parlava della gente di Pn, estrapolando idee e pensieri che proprio non credevo possedesse..me lo ricordo sempre taciturno, triste, sguardo perso.,un po’ zombie…e invece guarda cosa combina:)) anyway, se ancora non l’avete visto vi consiglio “this must be the place”, film strano ma carino sulla difficoltà di invecchiare e il voler rimanere per sempre giovani a tutti i costi..strepitoso Sean Penn, musica ok come colonna sonora..non mi manca Pn, ci vengo poco..eppure ogni tanto, si ritorna alle proprie origini, alla friulanità:)… La_Ribelle
    ah guerio, sto ancora aspettando che mi meni:)))

  189. La_Ribelle ha detto:

    x manu(non ho capito se sei uomo o donna ma poco importa) ti saluto magari fra altri 4 anni o mai:) chissa’ quando ci si rileggera’…

    una cosa e’ certa ho avuto riprova anche oggi che certe persone non cambiano mai, frustrati fino al midollo e senza coerenza, nel caso di gueri, poverino, lui va a trovare in cimitero felix e poi mi dice in una mail privata oggi che chi resta va avanti e ce ne sono altri di felix con cui cimentarsi…be’ che squallore, forse per te non per me di certo; le persone sono uniche nel loro genere e se non l’hai colto, sei proprio da compatire guerrino.
    non l’ho conosciuto ma di felix ne resta uno, non ero d’accordo con lui, mi dispiace umanamente e trovo che aveva comunque un suo modo di esprimersi rispettabile, sincero a differenza tua guerrino e cortesemente non tirarmi piu’ in mezzo ne’ con pseudo inviti in sede ne’ tantomeno con mail, non tengo a confrontarmi con una persona tanto infima come te, fine del discorso. Esiste una sana indifferenza e per persone come te sono lieta di utilizzarla.
    Andrea Picco ti saluto, stammi bene:) e grazie ancora per quella proposta che ho letto tanti anni dopo…ciauz.

    Chi ha paura muore tutti i giorni, chi Non ha paura muore una volta sola (G.Falcone.

    La ribelle

  190. simo e fra ha detto:

    http://www.pnbox.tv/_show_video.asp?id=6600

    grandi sganassate sul grezzone che non sa nemmeno esprimersi in italiano, vai gueri dacci ancora queste lezioni di vita ahahahahah che sfiga’

  191. La_ribelle ha detto:

    ovviamente è un video per farsi due risate… nulla di xenofobo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: