Un libro per uscire e capire il dentro

giugno 30, 2014

DSC_0014

Giovedì scorso, 26 Giugno, si è realizzata la serata di presentazione del libro “NON GIUDICARE!! Pensieri di uomini non liberi”. La sala “Teresina Degan” della biblioteca civica di Pordenone era gremita di gente. Circa 65 i presenti, che hanno scelto di partecipare ad una serata che necessitava di uno sforzo culturale non scontato nella scelta dell’esserci: la presentazione di un libro scritto in carcere e promosso da una Associazione che si occupa, “anche”, di dipendenze. Nonostante questo, o forse proprio per l’“anche”, la partecipazione è stata numerosa oltre le più rosee previsioni. Partecipazione in questo caso ha voluto dire riconoscimento, vicinanza, storia, proiezione, futuro, impatto, progettualità, integrazione, centralità, cultura. Il nostro “anche” significa storia, futuro, impegno, territorio, possibilità, presenza, fatica, coerenza, rete, multilivello, cultura. Quando non si ha paura di mescolare tutto questo con direzione, le cose accadono, si formano, si riproducono e sono cose belle, emozionali, che superano il dato per diventare essenza, sostanza (detto da noi fa ridere..) ma è proprio così. Assieme ai ragazzi dell’Associazione ed agli amici, davvero molte le presenze istituzionali: Ass6, Azienda Ospedaliera, Dipartimento per le Dipendenze, Comune, UEPE Udine-Pordenone, Tribunale di Pordenone, carcere cittadino, terzo settore. Un grazie davvero grande a tutti i ragazzi che hanno deciso di partecipare al laboratorio Codice a S-Barre all’interno del carcere e che con i loro contributi scritti hanno dato vita al libro stesso. Grazie per aver dato fiducia alla nostra volontà di offrire un momento “diverso” alla loro quotidianità, grazie per il video che hanno realizzato per portare la loro testimonianza rispetto al laboratorio che hanno svolto. Grazie al direttore del carcere Quagliotto ed all’educatrice  Bombaci che ci hanno, con passione ed impegno, dato la possibilità di muoverci all’interno delle mura del “Castello” facendoci sentire sorretti, sostenuti, riconosciuti nel valore del nostro operato.

La giornata successiva alla presentazione del libro, quindi venerdì 27 Giugno, siamo entrati in carcere..

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Nuovo libro targato RdP “NON GIUDICARE!! Pensieri di uomini non liberi

giugno 20, 2014

invito non giudicare

L’Associazione I Ragazzi della Panchina

Vi invita alla presentazione in anteprima del libro

“NON GIUDICARE!! Pensieri di uomini non liberi”

 

GIOVEDI 26 GIUGNO 2014 ORE 18.00

 SALA “TERESINA DEGAN” BIBLIOTECA CIVICA -PORDENONE-

Il progetto “Codice a s-barre”, avviato dall’Associazione “I Ragazzi della Panchina” a Settembre 2013 e tutt’ora in corso, ha strutturato uno spazio di condivisione, dibattito ed elaborazione di testi su tematiche plurali, all’interno della Casa Circondariale di Pordenone, coinvolgendo trasversalmente individui in misura carceraria e operatori dell’associazione.

Tale progetto si è realizzato attraverso incontri settimanali di due ore ciascuno all’interno del carcere cittadino in cui poter discutere, ma anche concretizzare i pensieri degli ospiti della struttura, attraverso l’arte della scrittura. Intento ulteriore è stato quello di sviluppare dinamiche relazionali, che coinvolgano soggetti provenienti da contesti differenti, ma che hanno in comune una conoscenza diretta o indiretta dell’ambiente carcere.

Alcuni degli articoli realizzati durante gli appuntamenti settimanali hanno trovato spazio all’interno di una nuova sezione del giornale dell’Associazione, “Libertà di Parola”. L’insieme dei testi realizzati rappresenta invece il corpo di una pubblicazione vera e propria.“NON GIUDICARE!! Pensieri di uomini non liberi”, questo il titolo del libro, è quindi l’ultima fatica editoriale dell’associazione pordenonese. Si tratta di una pubblicazione rivolta agli autori dei testi, ma soprattutto ad un pubblico più ampio. L’obiettivo è quello di far conoscere “l’ambiente carcere” ed i suoi “abitanti” all’esterno, abbattendo così virtualmente i muri che dividono persone che abitano, anche se in diverso modo, la stessa città.

Leggi il seguito di questo post »


GRAZIE ILARIA

marzo 4, 2014

DSC_0057

Oggi vi proponiamo un testo dall’immenso valore per noi, uno scritto particolare con il quale Ilaria, che ha svolto un tirocinio in Associazione per l’Università di Portogruaro Corso di Scienze dell’Educazione, ha voluto salutarci e lasciare traccia. Essendo che in alcuni gruppi che svolgiamo ogni settimana in Associazione, abbiamo utilizzato la stessa modalità del “vado e resto perché” ripresa dalla lettera scritta da Fazio e Savignano in “Che tempo che fa” rivolta all’Italia, anche Ilaria ha voluto scrivere i suoi “resto e vado perché” rispetto alla sua esperienza di tre mesi di tirocinio da noi.

Buona lettura e Grazie ad Ilaria, per quello che ci ha lasciato in termini di impegno, interesse, disponibilità e capacità.

 

Resto per le risate e le battute

Vado via per le urla, le brutte parole

Resto per le belle parole e le emozioni provate

Resto perchè ho tanto da imparare e sono curiosa di imparare

Resto per i sorrisi e i baci ricevuti

Vado via per le troppe aggressività e i musi lunghi

Resto perchè si impara a voler bene a prescindere

Resto perchè ho conosciuto operatori in gamba, con la voglia di fare, la passione…operatori da cui prendere esempio

Resto perchè ho conosciuto un mondo nuovo

Leggi il seguito di questo post »


La Panka a “Speciale TG1”

dicembre 3, 2013

Ecco a voi il link della trasmissione “Speciale TG1” andata in onda Domenica 1 Dicembre su RAI1 appunto. La trasmissione, in occasione della giornata mondiale per il contrasto all’AIDS, ruota intorno al “Virus Dimenticato”. Nel tour nazionale di interviste realizzate dal giornalista Alessandro Gaeta per la realizzazione del pezzo, anche l’Associazione I Ragazzi della Panchina con dei suoi componenti, si è resa disponibile a portare la propria esperienza e le proprie considerazioni in merito al tema HIV ed AIDS. Di seguito vi proponiamo la possibilità, per tutti quelli che non hanno visto la trasmissione e che volessero rivederla, di accedere direttamente al sito.

L’intero pezzo è molto interessante e vi consigliamo di regalarvi un’ora del vostro tempo per seguirlo integralmente. In ogni caso la parte che riguarda l’Associazione inizia dal minuto 3.10

http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/rubriche/ContentItem-9b79c397-b248-4c03-a297-68b4b666e0a5.html

Vi auguriamo buona visione e buone azioni.


Giovedì di castagne in sede!

novembre 15, 2013

DSC_0007

Ieri pomeriggio/sera è andata in scena la castagnata della Panka. Si è deciso di invitare la Via in cui abbiamo la sede, degli amici, la coop Itaca ed i nostri ragazzi ovviamente. Abbiamo allestito uno spazio davvero carino nel giardino della sede in Via Selvatico, grazie ad un archibugio di proprietà Zorzi, che ha reso la preparazione delle castagne un piacere agli occhi oltre che al palato. Circa 40 le persone che hanno partecipato alla castagnata, costruendo un clima “caldo”, amicale, davvero piacevole. Un immenso grazie va fatto alle signore “vicine di casa” che ormai ci hanno adottato e sappiamo in diversi casi “difeso”. Un grazie particolare alla signora Anna, abitante della via e mamma della nostra “vicinissima di casa”, che oltre a rifornirci quasi quotidianamente di dolci buonissimi e sformati salati deliziosi, per la castagnata ha superato se stessa..

Leggi il seguito di questo post »


Giardino da fotografare alla Panka!

ottobre 21, 2013

IMG_0771

Le settimane scorse, con il tempo clemente, si è dato vita ad un riassetto totale del verde della sede. L’artefice primario di questa rivoluzione pre-invernale è stato Rolando, silenzioso ed infaticabile potatore! Dopo un taglio accurato dell’erba del grande giardino, si è iniziata la potatura dei molti arbusti e siepi che occupano lo spazio verde, da anni lasciti alla “crescita brada”. Il giardino ora è uno spettacolo! Le piante sono tutte curate, l’orizzonte è libero e la vista si gratifica di un ordine che non si vedeva da tempo. Tutti i rami ed i legni sono stati intassati con cura ed una grossa parte portata nei cassonetti nel verde. Ora aspettiamo che passino a svuotarli per concludere l’opera e liberarci anche degli ultimi cumuli. Oggi doveva essere la prima giornata dedicata alla raccolta delle foglie..

Leggi il seguito di questo post »


Libertà di Parola a Pordenone Legge 2013

settembre 24, 2013

Si conclude anche l’edizione 2013 di Pordenone Legge. Come ogni anno la quattro giorni letteraria si attesta come un appuntamento imperdibile a livello nazionale. Migliaia le presenze di appassionati e curiosi che ogni giorno hanno visitato la città, gli stand, le bancarelle ed hanno affollato le decine di appuntamenti con gli autori. Per quanto riguarda la distribuzione del nostro giornale Libertà di Parola attraverso le sacche installate in città, il risultato è stato strepitoso. In quattro giorni sono stati distribuiti gratuitamente circa 1200 giornali. La positività di questa massa di giornali “messi in circolo”, oltre che ovviamente misurabile attraverso la quantità dei giornali stessi, è altresì importante vista le varietà delle provenienze geografiche di tutti coloro che hanno preso Libertà di Parola.

Leggi il seguito di questo post »